Login

low _i4q3362_mod_1Bologna, 14 maggio 2013. Il Teatro Comunale di Bologna festeggia il suo 250° compleanno con la stessa opera che lo inaugurò il 14 maggio 176, Il trionfo di Clelia, composta dal più celeberrimo musicista del momento Christoph Willibald Gluck, e fu festa grande. 


Visto da Lukas Franceschini

Il Teatro fu progettato e realizzato da uno di massimi architetti del tempo Antonio Galli Bibiena, cui non serve altro oltre il nome, tanto è tuttora la sua fama. Lo stesso, inoltre, fu l'artefice delle scenografie dell'opera scelta per l'inaugurazione. E' interessante leggere nel programma di sala le vicende concernenti il teatro, ad esempio la capacità di posti che al tempo pare fossero 1600 contro i 900 attuali, è evidente che allora le normative per la sicurezza al tempo erano probabilmente inesistenti. Artefice dell'apertura del teatro fu il Conte Luigi Bevilacqua Ariosti, il quale low _mg_1903_mod__1_in nome degli "impresari del teatro" prese contatto con Gluck e si accordarono per la commissione. Da allora la dotta città bolognese avrà un rapporto molto stretto con il suo teatro, cui non mancarono momenti di assoluto prestigio con prime esecuzioni. A tal proposito non si può dimenticare che Bologna fu la prima città italiana ad ospitare opere di Richard Wagner, e proprio in un palco del Comunale Giuseppe Verdi, quasi di nascosto, assistette ad una recita de Lohengrin. Non mancarono prime assolute come Le Grand Macabre di Gyorgy Ligeti e Hyperion di Bruno Maderna. Il Teatro Comunale di Bologna fu anche sede del più famoso concerto annullato nell'Italia del '900, un concerto che avrebbe dovuto commemorare Giuseppe Martucci e che sarebbe dovuto essere diretto da Arturo Toscanini, all'apice della fama. Toscanini si rifiutò di concertare l'inno fascista, Giovinezza, all'inizio del concerto, per questo fu aggredito con un sonoro schiaffo nelle vicinanze dell'albergo ove soggiornava dalle milizie in camicia nera. Il maestro lasciò Bologna e in seguito l'Italia considerato il clima ostile e vi fece ritorno solo nel 1946 per inaugurare il Teatro alla Scala ricostruito e votare al referendum del 2 giugno. Tale offesa all'uomo e all'arte ebbe un gesto in parte riparatore quando il direttore musicale del Comunale, Riccardo Chailly, propose lo stesso concerto nel 50° anniversario, in ricordo dell'uomo Toscanini intellettuale libero e democratico che non scese mai a compromessi sia low _mg_1914_modcome uomo, sia come artista in tutta la sua vita.

Nella stessa data dell'inaugurazione il Teatro Bolognese offre "Il trionfo di Clelia" opera mai più rappresentata dopo l'inaugurazione a Bologna. Qualcuno potrà osservare che se lo spartito è restato nel cassetto fino ad oggi, di gran valore non fu. Tesi sbagliata come principio, inoltre non tutte le opere sono capolavori assoluti e il ricco panorama non consente di realizzare anche alternativamente il numerosissimo elenco delle partiture esistenti. Nel caso specifico ci troviamo di fronte sicuramente ad un lavoro di grande valore, l'autore è rappresentativo, ma rilevo che trattandosi di una partitura pre-riforma suppongo non abbia attirato l'attenzione dei musicisti probabilmente perché si ritiene più interessane la successiva produzione dell'autore. Dal programma di sala leggiamo che alla prima l'opera durava ben tre ore abbondanti cui si devono sommare altre due ore di coreografie danzanti. Era prassi al tempo creare non opere ma spettacoli che impegnavano tutta una serata essendo questo l'unico tipo d'intrattenimento pubblico di una città. Oggi sarebbe stata improponibile una tale realizzazione. Carlo Vitali ci illustra il complesso recupero dello spartito e la revisione e confronto con le molteplici fonti conservate in diverse istituzioni musicali europee. Pertanto l'esecuzione bolognese può essere considerata la prima esecuzione italiana in tempi moderni dopo le anteprime di Atene nel febbraio 2012 e Londra nel giugno successivo. Artefice di tale operazione è stato il M.o Giuseppe Sigismondi Di Risio, il quale a seguito dei ritrovamenti predetti ha anche firmato un'edizione discografica.

Il Teatro Comunale non ha osato produrre uno spettacolo nuovo, forse anche in considerazione dei costi, perciò ha "preso" in blocco la produzione greca: regia, scene, direttore e solisti. Il risultato è stato molto alterno. Se da un lato non possiamo che lodare le intenzioni della sovrintendenza di recuperare anche titoli desueti, l'occasione era prelibata, uscendo dal soporifero low _mg_2008_modrepertorio troppo ripetitivo in Italia, dall'altra non possiamo affermare che l'operazione non stata alle altezze del Comunale, una maggiore oculatezza negli aspetti vocali e registici non sarebbe guastata. Lo spettacolo, curato in scene e regia, era affidato a Nigel Lowery, lo stesso artefice della riesumazione ateniese nel 2011. Non ho trovato particolarmente efficace la sua impostazione, la quale, come soprattutto quasi tutti i registi stranieri e non solo odierni, crede che la soluzione ottimale sia quella di spostare l'azione in epoca moderna e in tale concezione sviluppare la trama del libretto In questo caso abbiamo avuto un'ibrida rappresentazione con povere idee, le quali sono sviluppate nel parallelismo che la monarchia è l'antico, la democrazia il moderno. La storia insegna invece l'alternanza di queste istituzioni, e il loro funzionamento è caratterizzato sempre dalle persone atte nel compito concettuale del potere. La scena che è definita onirica dallo stesso regista, io la trovo banalissima, s'ispira al teatro d'avanguardia russa. Ammetto la mia ignoranza in materia, ma il nesso tra un testo di Metastasio, su un bozzetto originale del Bibiena nel riprodurre un'opera del '700 gluckiano con il teatro d'avanguardia russo proprio mi è incomprensibile. La Roma descritta nel libretto contrasta totalmente con la fabbrica del 900 in piena espansione industriale, oltre a ciò anche i personaggi non trovano uno spessore drammaturgico e una logica azione nella circostanza sociale e teatrale del testo. Il mondo nuovo, ovvero il progresso, immaginato con l'accensione delle lampadine che rappresentano la modernità, lascia lo spazio che trova e riconfermano la pochezza d'inventiva del regista. Un palcoscenico sul palcoscenico, con tenda bianca tirata dai cantanti, identificava la scena quasi fissa. Movimenti ed entrate da recita scolastica, senza senso e non dico particolari intuizioni ma elementare eleganza barocca. I costumi di Monica Benini s'inseriscono nello stile registico ma non lasciano certamente traccia nella memoria. Non si sarebbe preteso uno spettacolo che rievocasse i fasti dell'inaugurazione, ma ad esempio non esistevano i bozzetti del Bibiena cui trarre lo spunto per una scenografia che rievocasse quella particolare inaugurazione, o si è pensato che riproporre uno stile '700 sarebbe stato troppo "vecchio" o vetusto e non adatto al teatro di oggi?

Maestro concertatore è stato il valente Giuseppe Sigismondi De Risio, un direttore esperto nel repertorio settecentesco che ha profuso uno stile appropriato alla partitura, particolarmente inciso il recitativo. Dal programma di sala si apprende che ha effettuato molti tagli, per fortuna, non si capisce se arie o recitativi, tuttavia ha tenuto ben salda la drammaturgia e molto valente il lavoro di una low _mg_2049_modsignificativa tenuta tra buca e palcoscenico.

Gluck aveva previsto nella partitura la presenza di ben tre castrati, due soprani e un tenore. Le parti sono pertanto molto impegnative soprattutto quelle riservate ai cantanti tipici dell'opera barocca, e il cast riunito a Bologna, quasi per intero lo stesso che cantò ad Atene e nell'incisione predetta, non era certamente all'altezza per un simile compito. Le voci erano povere di smalto e non in grado di assolvere arie acrobatiche del Gluck pre-riforma. Per dovere di cronaca li elenchiamo: Maria Grazia Schiavo, l'unica a dimostrare un preciso e sufficiente stile, Mary-Ellen Nesi, Burçu Uyar, Irini Karaianni, Vassils Kavayas, Daichi Fujiki. Festa doveva essere, lo è stata all'inizio ma è stato sorprendente il dimezzamento del pubblico dopo il primo intervallo, il restante, al termine, ha premiato la compagnia e il direttore con generosi applausi, mentre il regista non si è presentato alla ribalta.


Locandina

Teatro Comunale di Bologna - Stagione d'Opera e Balletto 2013
IL TRIONFO DI CLELIA
Dramma per musica in tre atti
Libretto di Pietro Metastasio
Musica di Christoph Willibald Gluck
Personaggi: Interpreti:
Clelia Maria Grazia Schiavo
Orazio Mary-Ellen Nesi
Larissa Burçu Uyar
Tarquinio Irini karaianni
Porsenna Vassilis Kavayas
Mannio Daichi Fujiki

Orchestra del Teatro Comunale di Bologna

Direttore Giuseppe Sigismondi De Risio
Regia e scene Nigel Lowery

Costumi

Monica Benini

Luci 

George Tellos

  
Allestimento originale di Et in Arcadia Ego (2012) nella nuova edizione celebrativa per il 250° dall'inaugurazione del Teatro Comunale di Bologna

 

FOTO DI XXX

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
AIDA Roma, 13 luglio 2019. Intimismo e psicologia: alle Terme di Caracalla è tornato...
Prima la musica e poi le parole - Gianni schicchi Milano, 10 luglio 2019. Il Teatro alla Scala, come ultima proposta prima della...
Madama butterfly Savona, 6 luglio 2019. Nel complesso monumentale del Priamar va in scena Madama...
I MASNADIERI Milano, 1 luglio 2019. Dopo oltre quaranta anni di assenza I masnadieri torna sul...
IL TROVATORE Verona, 29 giugno 2019. Terzo titolo dell’Opera Festival 2019, Il Trovatore di...
IPHIGENIE EN TAURIDE Parigi, 24 giugno 2019. Ogni volta che si ha la fortuna di ascoltare uno dei...
LE NOZZE DI FIGARO Firenze, 15 giugno 2019. Il debutto assoluto di Sonia Bergamasco nelle regie...
LA CENERENTOLA Roma, 12 giugno 2019. Una interpretazione fiabesca e azzurrina: Emma Dante torna...
ALCINA Salisburgo, 9 giugno 2019. Nell'anno in cui il Festival di Pentecoste di...
POLIFEMO Salisburgo, 8 giugno 2019. Il Festival di Pentecoste di Salisburgo quest'anno è...
die tote stadt Milano, 7 giugno 2019. Per la prima volta viene rappresentata al Teatro alla Scala Die...
TURANDOT Bologna, 30 maggio 2019. Turandot, l’opera incompiuta di Puccini, torna al...
L'ANGELO DI FUOCO Roma, 23 maggio 2019. Dopo 53 anni il lavoro di Prokof'ev è tornato a Roma con un...
IDOMENEO Milano, 16 maggio 2019. Dopo dieci anni di assenza torna al Teatro alla Scala...
LA STRANIERA Firenze, 14 maggio 2019. Molto repertorio d'opera della prima metà dell'Ottocento,...
Così fan tutte  Las Palmas, Gran Canaria, 11 maggio 2019. Una volta si era soliti dire:...
MADAMA BUTTERFLY Catania, 10 maggio 2019. Madama Butterfly è un gran titolo ed eccolo a Catania il...
LA TRAVIATA Novara, 5 maggio 2019. La Traviata di Giuseppe Verdi, assente dalle scene...
REQUIEM Parma, 3 maggio 2019. L'ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart -...
ARIADNE AUF NAXOS Milano, 30 aprile 2019. Ariadne auf Naxos torna finalmente al Teatro alla Scala...
LA SONNAMBULA Torino,14 Aprile 2019. Assente dalle scene torinesi per oltre vent'anni il...
SERSE Piacenza, 12 aprile 2019. Dopo qualche anno di assenza l’opera barocca torna al...
IL BARBIERE SI SIVIGLIA Parma, 22 marzo 2019. Anche in una città come Parma oggigiorno è più facile...
AGNESE Torino, 17 marzo 2019. Ferdinando Paer, eccellente musicista di collegamento tra il...
CHOVANŠČINA Milano, 6 marzo 2019. La grande opera incompiuta di Modest Petrovič Musorgskij è...
ANDREA CHENIER Reggio Emilia, 1 marzo 2019. Oltre a La forza del destino, l’altra produzione di...
ANNA BOLENA Roma, 28 febbraio 2019. Il quarto titolo del Costanzi per la stagione 2018-2019 è...
SEMIRAMIDE Bilbao, 22 e 25 febbraio 2019. Per questa produzione di Semiramide al Palacio...
RIGOLETTO Torino, 10 e 16 febbraio 2019. Arriva a Torino il Rigoletto con la regia di John...
DON GIOVANNI Verona, 31 gennaio 2019. Al Teatro Filarmonico è stato rappresentato Don Giovanni,...
WERTHER Venezia, 25 gennaio 2019. Werther, il drame lyrique di Jules Massenet, è proposto al...
MADAMA BUTTERFLY Torino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di...
DIONYSOS RISING (Roberto David Rusconi)   Trento, 19 gennaio 2019. La stagione d’opera “Forces of nature” della...
TURANDOT Rovigo, 18 gennaio 2019. Un successo pieno la prima rappresentazione della fiaba...
LA TRAVIATA Roma, 18 gennaio 2019. Sofia Coppola e Valentino hanno regalato ancora una...
LA FORZA DEL DESTINO Piacenza, 18 gennaio 2019. Dopo tredici anni di assenza, La forza del destino di...
LA TRAVIATA Milano, 16 gennaio 2019. Al Teatro alla Scala il primo titolo del nuovo anno è La...
UN BALLO IN MASCHERA Parma, 16 gennaio 2019. Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini – sotto...
LA CENERENTOLA Padova, 31 dicembre 2018. Padova celebra Rossini chiudendo l’anno con La...
DON GIOVANNI Bologna, 20 dicembre 2018. Il Teatro Comunale di Bologna conclude la Stagione 2018 e...
ATTILA Milano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è...
LE NOZZE DI FIGARO Rovigo, 14 dicembre 2018. Ben realizzata, nel suo insieme, la messa in scena del...
RIGOLETTO Roma, 13 dicembre 2018. Dal '500 al 1943 il passo è breve: la stagione 2018-2019...
CARMEN Firenze, 4 dicembre 2018. Dopo solo un anno dal suo debutto, lo spettacolo di Leo...
ELISABETTA AL CASTELLO DI KENILWORTH Bergamo, 30 novembre 2018. Secondo e imperdibile titolo del Donizetti Opera è stato...
MACBETH Venezia, 29 novembre 2018. La stagione lirica 2018-2019 del Teatro La Fenice è stata...
L'ELISIR D'AMORE 24 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino...
ENRICO DI BORGOGNA Bergamo, novembre e dicembre 2018. Il Donizetti Opera Festival 2018 è stato inaugurato...
FIN DE PARTIE Milano, 22 novembre 2018. Finalmente dopo anni di gestazione e rimandi, dovute a...
MOSÈ IN EGITTO Novara, 18 novembre 2018. Nel centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino...
LA FILLE DU REGIMENT Bologna, 14 novembre 2018. Ripreso al Teatro Comunale l'allestimento ideato da Emilio...
FALSTAFF Como, 11 novembre 2018. Piacevolissimo il Falstaff comasco in scena nel weekend scorso...
NABUCCO Rovigo, 9 novembre 2018. La Stagione Lirica del Teatro Sociale, il quale nel 2019...
LE NOZZE DI FIGARO Roma, 2 novembre 2018. Graham Vick propone una regia del capolavoro mozartiano...
CAPPUCCETTO ROSSO Piacenza, 26 ottobre 2018. Il compositore piacentino Stefano Guagnini, classe...
FALSTAFF Vicenza, 14 ottobre 2018. Felice collaborazione quella tra la Società del Quartetto di...
IL TROVATORE Torino, 13 Ottobre 2018. Una nuova elegante produzione de Il...
MACBETH Parma, 11 e 18 ottobre 2018. L’opera inaugurale del Festival Verdi 2018 è Macbeth...
UN GIORNO DI REGNO Busseto, 3, 10 e 11 ottobre 2018. Seconda opera del Cigno di Busseto e secondo titolo...
DIE ZAUBERFLÖTE Roma, 10 ottobre 2018. Dalla fine del '700 agli anni Venti del '900 il passo è...
TOSCA Cremona, 7 ottobre 2018. Il Teatro Grande di Brescia propone tra le produzioni del...
IL VIAGGIO A REIMS Bergamo, 5 ottobre 2018. La stagione del Circuito Opera Lombardia è iniziata con una...
LE TROUVERE Parma, 4 ottobre 2018. Il Festival Verdi 2018 è l’edizione delle conferme, dalla...
ALI'-BABA' E I QUARANTA LADRONI Milano, 14 settembre 2018. L’annuale allestimento del Teatro alla Scala per il...
POLIDORO (Antonio Lotti) Vicenza, 7 settembre 2018. Fiore all'occhiello del Festival Vicenza in Lirica è stata...
KING ARTHUR Vicenza, 2 settembre 2018. L’annuale manifestazione “Vicenza in Lirica” Visione...
VERDI OPERA NIGHT Verona, 26 agosto 2018. Il 96° Opera Festival all’Arena ha offerto quasi in...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA (cast alternativo) Verona, 24 agosto 2018 (cast alternativo). Le ultime due recite de Il barbiere di...
GLI AMORI D'APOLLO E DAFNE Innsbruck, 23 agosto 2018. Come consuetudine una delle produzioni dell’Innsbruck...
DIDONE ABBANDONATA (Giuseppe Saverio Mercadante) Innsbruck, 14 agosto 2018. L’edizione 2018 de Innsbruckner Festwochen der Alten Musik,...
L'ELISIR D'AMORE Macerata, 10 agosto 2018. La regia "balneare" di Damiano Michieletto non ha fatto...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Pesaro, 10 agosto 2018 (prova generale). L’anniversario celebrativo al Rossini Opera...
ADINA Pesaro, 9 agosto 2018 (prova generale). La seconda opera dell’odierno Rossini Opera...
RICCIARDO E ZORAIDE Pesaro, agosto 2018. Il XXXIX Rossini Opera Festival è sato inaugurato con l'opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA   Verona, 4 agosto 2018. L’opera che ha ottenuto un vero trionfo all’Arena Opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Padova, 2 agosto 2018. Come di consueto ad agosto c’è il classico appuntamento con...
MACBETH Firenze, 13 luglio 2018. Il Maestro Riccardo Muti torna al Maggio Musicale Fiorentino...
LA TRAVIATA Roma, 7 luglio 2018. Una Traviata che strizza l'occhio alla Dolce Vita di Federico...
NABUCCO Verona, 7 luglio 2018. Uno spettacolo di successo non si cambia, anzi è riproposto con...
IL PIRATA Milano, giugno e luglio 2018. Dopo oltre sessant’anni di assenza Il pirata di Vincenzo...
TURANDOT Verona, 30 giugno 2018. La terza opera in cartellone al 96° Festival dell’Arena è...
RICHARD III Venezia, 29 giugno 2018. Al Teatro La Fenice, in prima rappresentazione italiana,...
FIDELIO Milano, 28 giugno 2018. Fidelio, opera in due atti di Ludwig van Beethoven, è proposta...
LA BOHÈME Roma, 22 giugno 2018. La rivisitazione in chiave contemporanea del catalano Alex Ollè...
CARMEN Verona, 22 giugno 2018. La 96ª Stagione Lirica all’Arena è stata inaugurata con una...
FIERRABRAS Milano, 15 giugno 2018. Franz Schubert è ricordato giustamente come illustre...
DON CARLO Bologna, 6 giugno 2018. Al Teatro Comunale c’era il clima delle grandi attese per il...
L'INGANNO FELICE Vicenza 1 giugno 2018. La XXVIIª edizione delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico...
LA BATTAGLIA DI LEGNANO Firenze, 25 maggio 2018. L’unica opera scritta da Giuseppe Verdi a favore della causa...
SALOME   Verona, 24 maggio 2018. La programmazione operistica invernale della...
AIDA Milano, 18 maggio 2018. Alla Scala ritorna l’opera Aida nel celebre allestimento del...
NORMA Venezia, 16 maggio 2018. Le tre recite di Norma previste al Teatro Fenice per il mese...
BILLY BUDD Roma, 10 maggio 2018. Per la prima volta in assoluto l'opera di Benjamin Britten...
CARDILLAC Firenze, 9 maggio 2018. L'ottantunesimo maggio Musicale Fiorentino, il più antico...
FRANCESCA DA RIMINI Milano, 2 maggio 2018. La produzione lirica italiana è sterminata, tuttavia negli...
ANNA BOLENA Verona, 4 maggio 2018. Dopo oltre due lustri torna al Teatro Filarmonico Anna Bolena...

Visitatori

Visitatori oggi:382
Visitatori mese:5176
Visitatori anno:78771
Visitatori totali:415909

OperaLibera piace a...