Login

oberto 1Milano, 23 aprile 2013. Nella stagione del Bicentenario VW non poteva mancare alla Scala la prima opera di Verdi, Oberto conte di San Bonifacio, la quale segna l'inizio del percorso artistico di Verdi proprio nel teatro milanese il 17 novembre 1839. 


Visto da Lukas Franceschini

Sulla genesi dell'opera non ci sono notizie chiare né tantomeno tesi che possono avvallare molteplici ricostruzioni. Stando alle notizie stampate sul programma di sala a firma di Claudio Toscani e Pierluigi Petrobelli,oberto 2 l'Oberto è una sorta di rifacimento di un'altra opera mai rappresentata dal titolo Rocester, secondo Charles Osborne i titoli non sono compatibili tra loro e si spinge ad affermare che le due opere furono composte in periodi e stesure differenti. Più oculato è Julian Budden che prende in considerazione tutte le varianti del caso, rilevando che Verdi nelle lettere scritte in quel periodo mai scrisse il titolo melodramma ma usò sempre il termine "la mia opera" e aggiunge che di nessuna opera del tempo si poteva dire che veramente esistesse fino oberto 3a quando non fosse stata rappresentata. Ciò è assolutamente vero, ma non possiamo non considerare che un'opera di Verdi, pare appunto Rocester, doveva essere rappresentata al Teatro dei Filodrammatici nientemeno con Giuseppina Strepponi, Giorgio Ronconi e Napoleone Moriani, poi annullata per malattia di quest'ultimo. Fu la stessa Strepponi, assieme ai colleghi (tutti divennero esecutori verdiani, lei addirittura moglie) a segnalare il nome di Verdi all'impresario (oggi lo denomineremo sovrintendente) della Scala Bartolomeo Marelli, avendone apprezzate le qualità musicali, seppur del principiante. Verdi ottiene dunque la prima scrittura, era intanto rientrato nelle terre natie, sposatosi con Margherita Barezzi e aveva anche qualche chance, poi sfumata, di poter rappresentare a Parma l'opera in oggetto. L'enigma non è certo risolto, ma molto probabilmente parti musicali ed abbozzi del Rocester confluirono nell'Oberto, anche se con librettista diverso, la prima ebbe i versi di un certo Piazza, la seconda di Temistocle Solera. Il genio verdiano, che oggi comunemente si conosce, è in parte riscontrabile in Oberto, ma è altrettanto indicativo che si tratta di un primo lavoro, e credo per nessun compositore si possa affermare che il primo spartito identifichi pienamente l'arte espressa in seguito. Altrettanto approssimativo sarebbe parlare di stile verdiano, in quel perdio il compositore cercava la sua strada e non dimentichiamo che durante il soggiorno milanese studiava spartiti di Donizetti, Mercadante, e coevi, conosceva gli stili e le mode musicali del tempo e sicuramente pur con una dose propria di originalità si sarà attenuto a questi concetti che andavano per la maggiore nei teatri milanesi: Scala, Carcano e Canobbiana, senza tralasciare il Filodrammatici frequentato dalla buona società locale e nel quale lui stesso diresse spartiti altrui. Il successo, non trionfo, dell'opera fu buono, infatti, dopo la prima seguirono tredici repliche e l'inizio di una carriera musicale tra le più straordinarie dell'Ottocento.

Alla Scala fino ad oggi vi sono state solamente altre tre edizioni, nel 1840, nel 1951, per le celebrazioni del 50° oberto 5della morte, e nel 2002 per il Progetto giovani dell'Accademia. Oberto è un'opera interessante ma superata da molti altri titoli, significativa la rara riproposizione, perché allora non riutilizzare un allestimento già esistente ma attivarsi in una nuova produzione che avrà probabilmente poche riprese? Il nuovo spettacolo era firmato da Mario Martone che non bissa il successo realizzato qualche anno addietro con Cavalleria e Pagliacci. Martone vede in Oberto i mali del nostro paese rappresentato in massima dalla criminalità organizzata con le sanguinose guerre tra famiglie, ove la donna è sovente mercificata a patto di scambio e combatte una lotta parallela impari. Tali organizzazioni, sappiamo dai media, oggi sono mimetizzate furbescamente anche nel tessuto della società dell'Italia settentrionale, pertanto il regista intravede in una lettura molto personale un medioevo contemporaneo nella lotta di potere tra clan e volendo trovare nel Verdi debuttante l'inconscio profondo di vicende sempre attuali. L'analisi è piuttosto bizzarra, anche se ha delle attinenze, tuttavia il parallelo proposto è alquanto zoppicante perché in primis non è detto che bisogna sempre attualizzare la vicenda, fenomeno ormai logoro ed abusato, in secondo luogo le fazioni dei signori che si facevano guerra nel medioevo, erano ben diversi dalla criminalità organizzata odierna che attua i suoi interessi, traffici e malaffari in modo del tutto differenti dalla tirannia di Ezzelino da Romano, figura non presente nell'opera, ma sappiano personaggio esterno di rilievo. Tale analisi, ripeto molto discutibile, sia poi attualizzata visivamente ispirandosi ad un celebre film "Scarface" di Brian de Palma è ancora più inverosimile quando banale. La scena di Sergio Tramonti non è per niente originale ricopiando quella del film, i costumi di Ursula Patzak altrettanto. La scena perché in definitiva è sempre quella pacchiana sala della villa del boss del film, e un pizzico di originalità non sarebbe guastato, i costumi ispirati, o copiati si voglia, erano i soliti delle attualizzazioni moderne, ma un costumista dovrebbe anche pensare che un cantante d'opera non è un attore, e in un allestimento possono anche cambiare gli stessi cantanti, e far indossare certi abiti ad alcuni protagonisti di questo spettacolo era sostanzialmente ridicolo. Anche accettando tale impostazione, mancava soprattutto una regia, una focalizzazione dei personaggi, più impegnati a ricalcare nella spavalderia Al Pacino, e nell'erotismo Michelle Pfeiffer, il che lascia il tempo che trova. Il teatro romantico cui s'ispirava Verdi non era certo quello che ha profferto Martone, e la chiave oberto 10psicoanalitica va un po' oltre al quel mondo sicuramente violento ma impostato diversamente rispetto la mafia e la camorra, la storia è chiara. Alla serata cui ho assistito il pubblico commentava negativamente lo spettacolo, taluni non conoscendo neppure l'ispirazione.

Riccardo Frizza, direttore e concertatore, sapeva mantenere una sostanziale coesione tra buca e palcoscenico. L'orchestra non era al meglio poiché alcune sbavature degli ottoni si sono sentite già nell'overture, ma la lettura del direttore era piuttosto anonima e piatta, non centrando l'obiettivo di valorizzare i due fondamentali aspetti dell'opera: l'intimistica e dolente scena personale che si alternava ad una baldanzosa ed energica vitalità cavalleresca. In tale contesto era impossibile cogliere lo spirito di un'opera giovanile come Oberto, nella quale Verdi s'ispirava, pur con elementi personali, ai precedenti dettami dei compositori coevi.

La locandina presentava nomi di richiamo, ma col senno di poi capiamo ancor più quando sia difficile proporre Verdi oggi. Il protagonista Michele Pertusi si riconfermava nel ruolo in maniera positiva, magari meno spavaldo nel recitativo di come l'avevo sentito anni or sono, ma il fraseggio è eloquente seppur non raffinatissimo, e il personaggio è impostato più sul padre ferito ed inerme che sul conte battagliero all'estremo. Maria Agresta è tra le cantanti più emergenti degli ultimi anni, ma ultimamente, a mio avviso sta improvvisando ruoli che dovrebbe guardare con più attenzione. Uno di questi è appunto Leonora figlia di Oberto. La signora Agresta è un ottimo soprano lirico poco organizzato nella zona centrale, affrontando questo ruolo scritto per un soprano lirico spinto, si percepisce una sostanziale difficoltà nel fraseggio, che sarebbe sorretto da una voce più centrale, e afonia nel settore grave, non secondario. Resta il temperamento della giovane cantante, apprezzabile e una musicalità innata, ma che dovrebbero consigliarle altri ruoli, pur confermandosi in questa produzione la migliore carta.

Aspetto che non si può certo affermare per Sonia Ganassi, alle prese con una parte contraltile troppo pesante per le sue corde, oggigiorno appannate, e con una non efficace propensione nelle agilità. Per alcuni aspetti Fabio Sartori avrebbe anche le possibilità di cantare un buon Riccardo ma questo tenore è monotono di suo, puntuale nella zona acuta, mancando però il senso della frase e il recitativo mai introspettivo ma sempre mezzo forte.


Locandina

Teatro alla Scala - Stagione d'Opera e Balletto 2012-2013
VW 1813-2013 Bicentenario Verdi-Wagner
OBERTO CONTE DI SAN BONIFACIO
Dramma in due atti
Libretto di Temistocle Solera
Musica di Giuseppe Verdi
Personaggi: Interpreti:
Cuniza Sonia Ganassi
Riccardo Fabio Sartori
Oberto Michele Pertusi
Leonora Maria Agresta
Imelda José Maria Lo Monaco

Orchestra e Coro del Teatro alla Scala

Direttore Riccardo Frizza
M.o del coro Bruno Casoni
Regia Mario Martone

Scene

Sergio Tramonti

Costumi

Ursula Patzak

Luci 

Marco Lilibeck dal progetto di Pasquale Mari

  
Nuovo llestimento del Teatro alla Scala, 2013

 

FOTO di Brescia e Amisano - Teatro alla Scala

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
Guglielmo tell Cremona, 4 ottobre 2019. Il Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona inaugura la sua...
NORMA Tolosa, 5 ottobre 2019. E' ormai invalso l'uso di eseguire la sinfonia delle opere...
L'Elisir d'amore Milano, 1 ottobre 2019. L'Elisir d'amore, melodramma giocoso di Gaetano Donizetti,...
DON CARLO Madrid, 30 settembre 2019. Il Teatro Real di Madrid inaugura la Stagione...
DON GIOVANNI Roma, 28 settembre 2019. Graham Vick ha completato la trilogia dapontiana al...
AIDA Busseto, 24 settembre 2019 (prova antegenerale). Ambientazione magica per l’Aida del...
LUISA MILLER Parma, 22 settembre 2019 (prova antegenerale). Dopo dodici anni torna al Festival...
L'ITALIANA IN ALGERI Torino, 26 maggio 2019. La stagione d'opera e balletto 2019 del Teatro Regio si...
Rigoletto Milano, 11 settembre 2019. Dopo la pausa estiva il Teatro alla Scala riprende la...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Venezia, 7 settembre 2019. Il Teatro la Fenice, nel proseguire la Stagione...
DEMETRIO E POLIBIO Pesaro, 18 agosto 2019. La prima opera composta da Gioachino Rossini non fu la...
GALA ROF XL Pesaro, 21 agosto 2019. Il Quarantesimo Rossini Opera Festival è festeggiato con...
SEMIRAMIDE Pesaro, 20 agosto 2019. La monumentale Semiramide è una delle poche opere serie...
L'EQUIVOCO STRAVAGANTE Pesaro, 19 agosto 2019. Seconda opera di Gioachino Rossini ad essere andata in...
MACBETH Macerata, 4 agosto 2019. Una Scozia molto "siciliana" ha fatto da sfondo...
AIDA Roma, 13 luglio 2019. Intimismo e psicologia: alle Terme di Caracalla è tornato...
Prima la musica e poi le parole - Gianni schicchi Milano, 10 luglio 2019. Il Teatro alla Scala, come ultima proposta prima della...
Madama butterfly Savona, 6 luglio 2019. Nel complesso monumentale del Priamar va in scena Madama...
I MASNADIERI Milano, 1 luglio 2019. Dopo oltre quaranta anni di assenza I masnadieri torna sul...
IL TROVATORE Verona, 29 giugno 2019. Terzo titolo dell’Opera Festival 2019, Il Trovatore di...
IPHIGENIE EN TAURIDE Parigi, 24 giugno 2019. Ogni volta che si ha la fortuna di ascoltare uno dei...
LE NOZZE DI FIGARO Firenze, 15 giugno 2019. Il debutto assoluto di Sonia Bergamasco nelle regie...
LA CENERENTOLA Roma, 12 giugno 2019. Una interpretazione fiabesca e azzurrina: Emma Dante torna...
ALCINA Salisburgo, 9 giugno 2019. Nell'anno in cui il Festival di Pentecoste di...
POLIFEMO Salisburgo, 8 giugno 2019. Il Festival di Pentecoste di Salisburgo quest'anno è...
die tote stadt Milano, 7 giugno 2019. Per la prima volta viene rappresentata al Teatro alla Scala Die...
TURANDOT Bologna, 30 maggio 2019. Turandot, l’opera incompiuta di Puccini, torna al...
L'ANGELO DI FUOCO Roma, 23 maggio 2019. Dopo 53 anni il lavoro di Prokof'ev è tornato a Roma con un...
IDOMENEO Milano, 16 maggio 2019. Dopo dieci anni di assenza torna al Teatro alla Scala...
LA STRANIERA Firenze, 14 maggio 2019. Molto repertorio d'opera della prima metà dell'Ottocento,...
Così fan tutte  Las Palmas, Gran Canaria, 11 maggio 2019. Una volta si era soliti dire:...
MADAMA BUTTERFLY Catania, 10 maggio 2019. Madama Butterfly è un gran titolo ed eccolo a Catania il...
LA TRAVIATA Novara, 5 maggio 2019. La Traviata di Giuseppe Verdi, assente dalle scene...
REQUIEM Parma, 3 maggio 2019. L'ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart -...
ARIADNE AUF NAXOS Milano, 30 aprile 2019. Ariadne auf Naxos torna finalmente al Teatro alla Scala...
LA SONNAMBULA Torino,14 Aprile 2019. Assente dalle scene torinesi per oltre vent'anni il...
SERSE Piacenza, 12 aprile 2019. Dopo qualche anno di assenza l’opera barocca torna al...
IL BARBIERE SI SIVIGLIA Parma, 22 marzo 2019. Anche in una città come Parma oggigiorno è più facile...
AGNESE Torino, 17 marzo 2019. Ferdinando Paer, eccellente musicista di collegamento tra il...
CHOVANŠČINA Milano, 6 marzo 2019. La grande opera incompiuta di Modest Petrovič Musorgskij è...
ANDREA CHENIER Reggio Emilia, 1 marzo 2019. Oltre a La forza del destino, l’altra produzione di...
ANNA BOLENA Roma, 28 febbraio 2019. Il quarto titolo del Costanzi per la stagione 2018-2019 è...
SEMIRAMIDE Bilbao, 22 e 25 febbraio 2019. Per questa produzione di Semiramide al Palacio...
RIGOLETTO Torino, 10 e 16 febbraio 2019. Arriva a Torino il Rigoletto con la regia di John...
DON GIOVANNI Verona, 31 gennaio 2019. Al Teatro Filarmonico è stato rappresentato Don Giovanni,...
WERTHER Venezia, 25 gennaio 2019. Werther, il drame lyrique di Jules Massenet, è proposto al...
MADAMA BUTTERFLY Torino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di...
DIONYSOS RISING (Roberto David Rusconi)   Trento, 19 gennaio 2019. La stagione d’opera “Forces of nature” della...
TURANDOT Rovigo, 18 gennaio 2019. Un successo pieno la prima rappresentazione della fiaba...
LA TRAVIATA Roma, 18 gennaio 2019. Sofia Coppola e Valentino hanno regalato ancora una...
LA FORZA DEL DESTINO Piacenza, 18 gennaio 2019. Dopo tredici anni di assenza, La forza del destino di...
LA TRAVIATA Milano, 16 gennaio 2019. Al Teatro alla Scala il primo titolo del nuovo anno è La...
UN BALLO IN MASCHERA Parma, 16 gennaio 2019. Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini – sotto...
LA CENERENTOLA Padova, 31 dicembre 2018. Padova celebra Rossini chiudendo l’anno con La...
DON GIOVANNI Bologna, 20 dicembre 2018. Il Teatro Comunale di Bologna conclude la Stagione 2018 e...
ATTILA Milano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è...
LE NOZZE DI FIGARO Rovigo, 14 dicembre 2018. Ben realizzata, nel suo insieme, la messa in scena del...
RIGOLETTO Roma, 13 dicembre 2018. Dal '500 al 1943 il passo è breve: la stagione 2018-2019...
CARMEN Firenze, 4 dicembre 2018. Dopo solo un anno dal suo debutto, lo spettacolo di Leo...
ELISABETTA AL CASTELLO DI KENILWORTH Bergamo, 30 novembre 2018. Secondo e imperdibile titolo del Donizetti Opera è stato...
MACBETH Venezia, 29 novembre 2018. La stagione lirica 2018-2019 del Teatro La Fenice è stata...
L'ELISIR D'AMORE 24 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino...
ENRICO DI BORGOGNA Bergamo, novembre e dicembre 2018. Il Donizetti Opera Festival 2018 è stato inaugurato...
FIN DE PARTIE Milano, 22 novembre 2018. Finalmente dopo anni di gestazione e rimandi, dovute a...
MOSÈ IN EGITTO Novara, 18 novembre 2018. Nel centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino...
LA FILLE DU REGIMENT Bologna, 14 novembre 2018. Ripreso al Teatro Comunale l'allestimento ideato da Emilio...
FALSTAFF Como, 11 novembre 2018. Piacevolissimo il Falstaff comasco in scena nel weekend scorso...
NABUCCO Rovigo, 9 novembre 2018. La Stagione Lirica del Teatro Sociale, il quale nel 2019...
LE NOZZE DI FIGARO Roma, 2 novembre 2018. Graham Vick propone una regia del capolavoro mozartiano...
CAPPUCCETTO ROSSO Piacenza, 26 ottobre 2018. Il compositore piacentino Stefano Guagnini, classe...
FALSTAFF Vicenza, 14 ottobre 2018. Felice collaborazione quella tra la Società del Quartetto di...
IL TROVATORE Torino, 13 Ottobre 2018. Una nuova elegante produzione de Il...
MACBETH Parma, 11 e 18 ottobre 2018. L’opera inaugurale del Festival Verdi 2018 è Macbeth...
UN GIORNO DI REGNO Busseto, 3, 10 e 11 ottobre 2018. Seconda opera del Cigno di Busseto e secondo titolo...
DIE ZAUBERFLÖTE Roma, 10 ottobre 2018. Dalla fine del '700 agli anni Venti del '900 il passo è...
TOSCA Cremona, 7 ottobre 2018. Il Teatro Grande di Brescia propone tra le produzioni del...
IL VIAGGIO A REIMS Bergamo, 5 ottobre 2018. La stagione del Circuito Opera Lombardia è iniziata con una...
LE TROUVERE Parma, 4 ottobre 2018. Il Festival Verdi 2018 è l’edizione delle conferme, dalla...
ALI'-BABA' E I QUARANTA LADRONI Milano, 14 settembre 2018. L’annuale allestimento del Teatro alla Scala per il...
POLIDORO (Antonio Lotti) Vicenza, 7 settembre 2018. Fiore all'occhiello del Festival Vicenza in Lirica è stata...
KING ARTHUR Vicenza, 2 settembre 2018. L’annuale manifestazione “Vicenza in Lirica” Visione...
VERDI OPERA NIGHT Verona, 26 agosto 2018. Il 96° Opera Festival all’Arena ha offerto quasi in...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA (cast alternativo) Verona, 24 agosto 2018 (cast alternativo). Le ultime due recite de Il barbiere di...
GLI AMORI D'APOLLO E DAFNE Innsbruck, 23 agosto 2018. Come consuetudine una delle produzioni dell’Innsbruck...
DIDONE ABBANDONATA (Giuseppe Saverio Mercadante) Innsbruck, 14 agosto 2018. L’edizione 2018 de Innsbruckner Festwochen der Alten Musik,...
L'ELISIR D'AMORE Macerata, 10 agosto 2018. La regia "balneare" di Damiano Michieletto non ha fatto...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Pesaro, 10 agosto 2018 (prova generale). L’anniversario celebrativo al Rossini Opera...
ADINA Pesaro, 9 agosto 2018 (prova generale). La seconda opera dell’odierno Rossini Opera...
RICCIARDO E ZORAIDE Pesaro, agosto 2018. Il XXXIX Rossini Opera Festival è sato inaugurato con l'opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA   Verona, 4 agosto 2018. L’opera che ha ottenuto un vero trionfo all’Arena Opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Padova, 2 agosto 2018. Come di consueto ad agosto c’è il classico appuntamento con...
MACBETH Firenze, 13 luglio 2018. Il Maestro Riccardo Muti torna al Maggio Musicale Fiorentino...
LA TRAVIATA Roma, 7 luglio 2018. Una Traviata che strizza l'occhio alla Dolce Vita di Federico...
NABUCCO Verona, 7 luglio 2018. Uno spettacolo di successo non si cambia, anzi è riproposto con...
IL PIRATA Milano, giugno e luglio 2018. Dopo oltre sessant’anni di assenza Il pirata di Vincenzo...
TURANDOT Verona, 30 giugno 2018. La terza opera in cartellone al 96° Festival dell’Arena è...

Visitatori

Visitatori oggi:120
Visitatori mese:7530
Visitatori anno:121411
Visitatori totali:458549

OperaLibera piace a...