Login

Traviata TaronePiacenza, 6, 8 e 10 aprile 2013. Tra fischi, disapprovazioni, qualche tiepido applauso e solo un vero e pieno elogio, si conclude la Stagione Lirica 2012-2013 del Teatro Municipale di Piacenza, con le messinscene di Rigoletto, Il trovatore e La traviata firmate da Cristina Mazzavillani Muti. Gli spettacoli della trilogia popolare di Giuseppe Verdi non piacciono al pubblico piacentino e le ragioni sono molteplici.


Visto da William Fratti

Rigoletto Landolfi_1Prima di tutto a fare infuriare i melomani e gli appassionati intervenuti è l’utilizzo dei microfoni che, per spiegarlo con le parole della Mazzavillani Muti, “è una scelta registica funzionale a una spazializzazione dei suoni”. Purtroppo sono in pochi a credere a queste parole, ma senza prendere alcuna posizione in merito è doveroso segnalare che l’amplificazione, nei teatri d’opera, è assolutamente inaccettabile; inoltre l’esperimento della spazializzazione dei suoni, se vero, non è ben riuscito, sortendo in alcuni casi effetti d’eco fastidiosi, in altri un’esagerazione inverosimile delle voci; infine, se invece si è voluto amplificare nascondendosi dietro il percorso spaziale dei suoni, allora tutto ciò diventa inaudito e vergognoso. Trovatore Ganci_KasyanAlvise Vidolin, curatore del sound design, sostiene che “la musica è artificio e come tale richiede di poter trasformare a piacimento gli elementi che la compongono e quindi anche lo spazio deve essere manipolabile: esso è diventato la quarta dimensione della musica”. Parole che, ad un’analisi più approfondita, appaiono vuote, poiché la realtà è tutt’altra: è lo spazio ad avere le tre dimensioni ed è il tempo, secondo il modello di Einstein, a divenirne la quarta. Il suono, essendo la sensazione uditiva di una vibrazione di un corpo in oscillazione, accade all’interno dello spazio; come può dunque lo spazio essere una dimensione della musica? Piuttosto è vero il contrario.

L’Rigoletto Luc_Calannaallestimento dei tre titoli verdiani, per cui la regista si avvale della collaborazione di Vincent Longuemare, con scene di Italo Grassi (Rigoletto, La traviata), visual design di Paolo Miccichè e immagini fotografiche di Enrico Fedrigoli (Il trovatore) e costumi di Alessandro Lai, è efficiente e funzionale e avrebbe potuto sortire un buon effetto se non fosse stato screditato, oltre che dall’utilizzo dei microfoni, da numerose soluzioni poco felici che, sommate tra loro, hanno contribuito al grave insuccesso della produzione. Ad esempio la messincena di Rigoletto, altamente evocativa – da segnalare le bellissime luci di taglio di Longuemare – confonde le idee con un terzo atto orientato al realismo; inoltre il protagonista non ha alcun segno di difformità; e perché deve spintonare Giovanna contro al muro? e perché Gilda non si traveste da uomo nel finale? Come fanno a confonderla per un “mendico”? Traviata Tarone_1Ne La traviata l’uso degli specchi, oltre a essere poco originale, poiché già utilizzato in maniere più o meno simili da molti altri registi, infastidisce il pubblico, arrivando a scene esilaranti in cui il continuo roteare di questi, abbinato al canto della protagonista, pare diventare la sirena di un mezzo del soccorso pubblico; per non parlare di Violetta che scrive “a lui” senza carta e penna; o Alfredo, che prima scopre che “ell’è alla festa!” senza leggere alcun biglietto, poi paga i servizi della sua amata lanciandole la giacca in faccia; o Flora e il Marchese, le cui mani non vengono lette da alcuno (il coro risiede nei palchi di proscenio); o Germont, che ha un trucco da apparire più giovane del figlio. Anche le coreografie di Catherine Pantigny sono in parte fuori luogo: la danza contemporanea e il teatro danza non si adattano bene a tutti i momenti musicali coreografati; soprattutto si cede a violenza gratuita, poco elegante e per nulla filologica, durante il coro dei mattadori. Trovatore KasyanNe Il trovatore le proiezioni si muovono così velocemente da far venire la nausea a molti spettatori e le immagini di Fedrigoli vogliono gli zingari allocati nei pressi di un centro industriale; ma anche in questo caso la poca originalità non ha alcun valore; inoltre, come mai Leonora prima scompare nell’acqua del mare, poi si appressa a salvare Manrico scalza ed in sottoveste? Fortunatamente devono nuovamente essere messe in evidenza le ottime luci di Longuemare, che talvolta fa apparire i personaggi sospesi all’interno delle immagini.

Traviata Tarone_2Altro motivo dell’insuccesso è la direzione soporifera di Nicola Paszkowski sul podio dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini. La mancanza di colori, accenti e sfumature rende tutto molto piatto, inoltre l’eccessiva lentezza obbliga i cantanti a prendere lunghissimi fiati o a respirare in punti non troppo opportuni. Le pagine riuscite positivamente, in cui il direttore ha saputo trasmettere qualche emozione, sono “Amami Alfredo” e “Oh, infamia orribile”. Molto buona è invece la prova del Coro del Teatro Municipale di Piacenza guidato dall’abile Corrado Casati. Solo “Squilli, echeggi” non è riuscito alla perfezione, ma presumibilmente gli artisti non erano in grado di visualizzare chiaramente il direttore a causa del buio e delle proiezioni.

Traviata Piazzola_TaroneSul fronte vocale il solo interprete ad aver dimostrato di essere all’altezza del ruolo – ed il solo ad avere ottenuto una vera e propria ovazione – è Simone Piazzola, che già aveva emozionato il pubblico piacentino nei panni di Germont lo scorso anno. Addirittura sa approfittare dei lunghi tempi di Paszkowski per appoggiare ancor meglio la voce, creandosi delle situazioni in cui può sfoggiare i suoi bellissimi pianissimi all’interno di lunghe forcelle. Il fraseggio è sempre elegante ed espressivo. Il personaggio dotato dello spessore di un artista navigato.

Gli altri cantanti, ognuno coi propri pregi e difetti, non escono dalla media: compiono il loro dovere e vengono accolti con ben poco entusiasmo.

Rigoletto Landolfi_FeolaIl solo a subire le ire del loggione è il Rigoletto di Francesco Landolfi, forse perché dà alla parte degli accenti così marcati e veristi da sembrare Compare Alfio. Rosa Feola è una Gilda dalla buona intonazione, ma con voce piccola, acuti esili e fraseggio povero. Giordano Lucà è un Duca dalla vocalità chiara e limpida, ma con un vibrato eccessivo e scarso negli accenti.

MTraviata Tarone_3onica Tarone, che dopo l’aria di primo atto è incomprensibilmente accolta come una primadonna degli anni d’oro della lirica, purtroppo non possiede l’adeguato spessore vocale per affrontare correttamente il ruolo di Violetta: le note basse non si sentono e molti acuti, a causa di una tessitura tutt’altro che leggera, sono tirati. Traviata non è un Mi bemolle. Si vuole continuare a strappare applausi al pubblico con una sola nota – tra l’altro riuscita neppure benissimo – o è forse arrivato il momento di ridare un certo peso a questo ruolo? Giuseppe Verdi ne sarebbe certamente molto felice. Davide Giusti è un Alfredo che non va molto oltre la media, ma la voce morbida e intonata è da riascoltare ed il personaggio è abbastanza convincente.

Trovatore Kasyan_1Il Manrico di Luciano Ganci è certamente dotato di vocalità importante e buono squillo, ma non riesce a reggere né l’intonazione, né la lunghezza della parte. Anna Kasyan è una Leonora elegantissima, soprattutto nei painissimi e nell’uso dei colori, ma la voce non è molto possente, le agilità sono pachidermiche e in quarto atto arriva evidentemente molto stanca. Alessandro Luongo è certamente un buon Conte di Luna ma, forse a causa di regia e direzione, non riesce a dare quanto dimostrato di possedere in precedenti spettacoli in ruoli abbastanza similari. Tea Demurishvili torna ad interpretare il ruolo di Azucena per la quarta volta nelle Terre di Verdi (Parma 2001, Busseto 2005, Vigoleno 2007), ma non riesce a riscuotere lo stesso successo delle passate edizioni: la voce si è molto appesantita ed ha perso molto della naturale morbidezza di cui era dotata.

Rigoletto Landolfi_Feola_1Luca Dall’Amico è uno Sparafucile corretto, ma poco imponente e un Ferrando molto statico e scarsamente duttile, molto piatto nella celebre “Abbietta zingara”. Clara Calanna è dotata di bella voce brunita, ma la sua Maddalena non va oltre la lettura dello spartito. Isabel De Paoli è più adeguata come Giovanna che come Flora ed è in difficoltà negli acuti di Ines. Daniel Giulianini potrebbe essere un efficace Monterone, ma l’amplificazione non rende possibile esprimere opinioni. Donato Di Gioia è opportuno sia come Marullo, sia come Douphol. Giorgio Trucco non è troppo preciso nell’intonazione di Borsa, Gastone e Ruiz. Claudio Levantino sa essere un buon Ceprano e un altrettanto valido Marchese. Antonella Carpenito è meglio come Contessa di Ceprano che come Annina. Yelizaveta Milovzorova è un buon paggio e Federico Benetti è un dottore abbastanza centrato.

Locandina

Teatro Municipale di Piacenza - Stagione Lirica 2012-2013
RIGOLETTO - IL TROVATORE - LA TRAVIATA
Musica di Giuseppe Verdi
Personaggi (Rigoletto): Interpreti (Rigoletto):
Duca di Mantova Giordano Lucà
Rigoletto Francesco Landolfi
Gilda Rosa Feola
Sparafucile Luca Dall'Amico
Maddalena Clara Calanna
Giovanna Isabel De Paoli
Monterone Daniel Giulianini 
Marullo Donato Di Gioia 
Matteo Borsa Giorgio Trucco 
Ceprano/Usciere Claudio Levantino 
La Contessa Antonella Carpenito 
Un paggio Yelizaveta Milovzorova 
 

Personaggi (Il trovatore):

Interpreti (Il trovatore):
Manrico Luciano Ganci 
Azucena Tea Demurishvili 
Ferrando Luca Dall'Amico 
Ines Isabel De Paoli 
Ruiz Giorgio Trucco 
 

Personaggi (La traviata):

Interpreti (La traviata):

Violetta Monica Tarone 
Flora Isabel De Paoli 
Annina Antonella Carpenito 
Alfredo Davide Giusti 
Germont Simone Piazzola 
Gastone Giorgio Trucco 
Douphol Donato Di Gioia 
Marchese Claudio Levantino 
Dottore Federico Benetti 

Orchestra Giovanile Luigi Cherubini
Coro del Teatro Municipale di Piacenza

Maestro del Coro: Corrado Casati

Direttore Nicola Paszkowski
Regia e ideazione scenica Cristina Mazzavillani Muti

Light design e ideazione scenica

Vincent Longuemare 

Scene (Rigoletto, La traviata)

Italo Grassi

Costumi

Alessandro Lai

Coreografie (La traviata)

Catherine Pantigny

  
Nuovo allestimento di Ravenna Festival, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro Municipale di Piacenza

 

FOTO DI MAURIZIO MONTANARI

 

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
Guglielmo tell Cremona, 4 ottobre 2019. Il Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona inaugura la sua...
NORMA Tolosa, 5 ottobre 2019. E' ormai invalso l'uso di eseguire la sinfonia delle opere...
L'Elisir d'amore Milano, 1 ottobre 2019. L'Elisir d'amore, melodramma giocoso di Gaetano Donizetti,...
DON CARLO Madrid, 30 settembre 2019. Il Teatro Real di Madrid inaugura la Stagione...
DON GIOVANNI Roma, 28 settembre 2019. Graham Vick ha completato la trilogia dapontiana al...
AIDA Busseto, 24 settembre 2019 (prova antegenerale). Ambientazione magica per l’Aida del...
LUISA MILLER Parma, 22 settembre 2019 (prova antegenerale). Dopo dodici anni torna al Festival...
L'ITALIANA IN ALGERI Torino, 26 maggio 2019. La stagione d'opera e balletto 2019 del Teatro Regio si...
Rigoletto Milano, 11 settembre 2019. Dopo la pausa estiva il Teatro alla Scala riprende la...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Venezia, 7 settembre 2019. Il Teatro la Fenice, nel proseguire la Stagione...
DEMETRIO E POLIBIO Pesaro, 18 agosto 2019. La prima opera composta da Gioachino Rossini non fu la...
GALA ROF XL Pesaro, 21 agosto 2019. Il Quarantesimo Rossini Opera Festival è festeggiato con...
SEMIRAMIDE Pesaro, 20 agosto 2019. La monumentale Semiramide è una delle poche opere serie...
L'EQUIVOCO STRAVAGANTE Pesaro, 19 agosto 2019. Seconda opera di Gioachino Rossini ad essere andata in...
MACBETH Macerata, 4 agosto 2019. Una Scozia molto "siciliana" ha fatto da sfondo...
AIDA Roma, 13 luglio 2019. Intimismo e psicologia: alle Terme di Caracalla è tornato...
Prima la musica e poi le parole - Gianni schicchi Milano, 10 luglio 2019. Il Teatro alla Scala, come ultima proposta prima della...
Madama butterfly Savona, 6 luglio 2019. Nel complesso monumentale del Priamar va in scena Madama...
I MASNADIERI Milano, 1 luglio 2019. Dopo oltre quaranta anni di assenza I masnadieri torna sul...
IL TROVATORE Verona, 29 giugno 2019. Terzo titolo dell’Opera Festival 2019, Il Trovatore di...
IPHIGENIE EN TAURIDE Parigi, 24 giugno 2019. Ogni volta che si ha la fortuna di ascoltare uno dei...
LE NOZZE DI FIGARO Firenze, 15 giugno 2019. Il debutto assoluto di Sonia Bergamasco nelle regie...
LA CENERENTOLA Roma, 12 giugno 2019. Una interpretazione fiabesca e azzurrina: Emma Dante torna...
ALCINA Salisburgo, 9 giugno 2019. Nell'anno in cui il Festival di Pentecoste di...
POLIFEMO Salisburgo, 8 giugno 2019. Il Festival di Pentecoste di Salisburgo quest'anno è...
die tote stadt Milano, 7 giugno 2019. Per la prima volta viene rappresentata al Teatro alla Scala Die...
TURANDOT Bologna, 30 maggio 2019. Turandot, l’opera incompiuta di Puccini, torna al...
L'ANGELO DI FUOCO Roma, 23 maggio 2019. Dopo 53 anni il lavoro di Prokof'ev è tornato a Roma con un...
IDOMENEO Milano, 16 maggio 2019. Dopo dieci anni di assenza torna al Teatro alla Scala...
LA STRANIERA Firenze, 14 maggio 2019. Molto repertorio d'opera della prima metà dell'Ottocento,...
Così fan tutte  Las Palmas, Gran Canaria, 11 maggio 2019. Una volta si era soliti dire:...
MADAMA BUTTERFLY Catania, 10 maggio 2019. Madama Butterfly è un gran titolo ed eccolo a Catania il...
LA TRAVIATA Novara, 5 maggio 2019. La Traviata di Giuseppe Verdi, assente dalle scene...
REQUIEM Parma, 3 maggio 2019. L'ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart -...
ARIADNE AUF NAXOS Milano, 30 aprile 2019. Ariadne auf Naxos torna finalmente al Teatro alla Scala...
LA SONNAMBULA Torino,14 Aprile 2019. Assente dalle scene torinesi per oltre vent'anni il...
SERSE Piacenza, 12 aprile 2019. Dopo qualche anno di assenza l’opera barocca torna al...
IL BARBIERE SI SIVIGLIA Parma, 22 marzo 2019. Anche in una città come Parma oggigiorno è più facile...
AGNESE Torino, 17 marzo 2019. Ferdinando Paer, eccellente musicista di collegamento tra il...
CHOVANŠČINA Milano, 6 marzo 2019. La grande opera incompiuta di Modest Petrovič Musorgskij è...
ANDREA CHENIER Reggio Emilia, 1 marzo 2019. Oltre a La forza del destino, l’altra produzione di...
ANNA BOLENA Roma, 28 febbraio 2019. Il quarto titolo del Costanzi per la stagione 2018-2019 è...
SEMIRAMIDE Bilbao, 22 e 25 febbraio 2019. Per questa produzione di Semiramide al Palacio...
RIGOLETTO Torino, 10 e 16 febbraio 2019. Arriva a Torino il Rigoletto con la regia di John...
DON GIOVANNI Verona, 31 gennaio 2019. Al Teatro Filarmonico è stato rappresentato Don Giovanni,...
WERTHER Venezia, 25 gennaio 2019. Werther, il drame lyrique di Jules Massenet, è proposto al...
MADAMA BUTTERFLY Torino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di...
DIONYSOS RISING (Roberto David Rusconi)   Trento, 19 gennaio 2019. La stagione d’opera “Forces of nature” della...
TURANDOT Rovigo, 18 gennaio 2019. Un successo pieno la prima rappresentazione della fiaba...
LA TRAVIATA Roma, 18 gennaio 2019. Sofia Coppola e Valentino hanno regalato ancora una...
LA FORZA DEL DESTINO Piacenza, 18 gennaio 2019. Dopo tredici anni di assenza, La forza del destino di...
LA TRAVIATA Milano, 16 gennaio 2019. Al Teatro alla Scala il primo titolo del nuovo anno è La...
UN BALLO IN MASCHERA Parma, 16 gennaio 2019. Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini – sotto...
LA CENERENTOLA Padova, 31 dicembre 2018. Padova celebra Rossini chiudendo l’anno con La...
DON GIOVANNI Bologna, 20 dicembre 2018. Il Teatro Comunale di Bologna conclude la Stagione 2018 e...
ATTILA Milano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è...
LE NOZZE DI FIGARO Rovigo, 14 dicembre 2018. Ben realizzata, nel suo insieme, la messa in scena del...
RIGOLETTO Roma, 13 dicembre 2018. Dal '500 al 1943 il passo è breve: la stagione 2018-2019...
CARMEN Firenze, 4 dicembre 2018. Dopo solo un anno dal suo debutto, lo spettacolo di Leo...
ELISABETTA AL CASTELLO DI KENILWORTH Bergamo, 30 novembre 2018. Secondo e imperdibile titolo del Donizetti Opera è stato...
MACBETH Venezia, 29 novembre 2018. La stagione lirica 2018-2019 del Teatro La Fenice è stata...
L'ELISIR D'AMORE 24 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino...
ENRICO DI BORGOGNA Bergamo, novembre e dicembre 2018. Il Donizetti Opera Festival 2018 è stato inaugurato...
FIN DE PARTIE Milano, 22 novembre 2018. Finalmente dopo anni di gestazione e rimandi, dovute a...
MOSÈ IN EGITTO Novara, 18 novembre 2018. Nel centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino...
LA FILLE DU REGIMENT Bologna, 14 novembre 2018. Ripreso al Teatro Comunale l'allestimento ideato da Emilio...
FALSTAFF Como, 11 novembre 2018. Piacevolissimo il Falstaff comasco in scena nel weekend scorso...
NABUCCO Rovigo, 9 novembre 2018. La Stagione Lirica del Teatro Sociale, il quale nel 2019...
LE NOZZE DI FIGARO Roma, 2 novembre 2018. Graham Vick propone una regia del capolavoro mozartiano...
CAPPUCCETTO ROSSO Piacenza, 26 ottobre 2018. Il compositore piacentino Stefano Guagnini, classe...
FALSTAFF Vicenza, 14 ottobre 2018. Felice collaborazione quella tra la Società del Quartetto di...
IL TROVATORE Torino, 13 Ottobre 2018. Una nuova elegante produzione de Il...
MACBETH Parma, 11 e 18 ottobre 2018. L’opera inaugurale del Festival Verdi 2018 è Macbeth...
UN GIORNO DI REGNO Busseto, 3, 10 e 11 ottobre 2018. Seconda opera del Cigno di Busseto e secondo titolo...
DIE ZAUBERFLÖTE Roma, 10 ottobre 2018. Dalla fine del '700 agli anni Venti del '900 il passo è...
TOSCA Cremona, 7 ottobre 2018. Il Teatro Grande di Brescia propone tra le produzioni del...
IL VIAGGIO A REIMS Bergamo, 5 ottobre 2018. La stagione del Circuito Opera Lombardia è iniziata con una...
LE TROUVERE Parma, 4 ottobre 2018. Il Festival Verdi 2018 è l’edizione delle conferme, dalla...
ALI'-BABA' E I QUARANTA LADRONI Milano, 14 settembre 2018. L’annuale allestimento del Teatro alla Scala per il...
POLIDORO (Antonio Lotti) Vicenza, 7 settembre 2018. Fiore all'occhiello del Festival Vicenza in Lirica è stata...
KING ARTHUR Vicenza, 2 settembre 2018. L’annuale manifestazione “Vicenza in Lirica” Visione...
VERDI OPERA NIGHT Verona, 26 agosto 2018. Il 96° Opera Festival all’Arena ha offerto quasi in...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA (cast alternativo) Verona, 24 agosto 2018 (cast alternativo). Le ultime due recite de Il barbiere di...
GLI AMORI D'APOLLO E DAFNE Innsbruck, 23 agosto 2018. Come consuetudine una delle produzioni dell’Innsbruck...
DIDONE ABBANDONATA (Giuseppe Saverio Mercadante) Innsbruck, 14 agosto 2018. L’edizione 2018 de Innsbruckner Festwochen der Alten Musik,...
L'ELISIR D'AMORE Macerata, 10 agosto 2018. La regia "balneare" di Damiano Michieletto non ha fatto...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Pesaro, 10 agosto 2018 (prova generale). L’anniversario celebrativo al Rossini Opera...
ADINA Pesaro, 9 agosto 2018 (prova generale). La seconda opera dell’odierno Rossini Opera...
RICCIARDO E ZORAIDE Pesaro, agosto 2018. Il XXXIX Rossini Opera Festival è sato inaugurato con l'opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA   Verona, 4 agosto 2018. L’opera che ha ottenuto un vero trionfo all’Arena Opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Padova, 2 agosto 2018. Come di consueto ad agosto c’è il classico appuntamento con...
MACBETH Firenze, 13 luglio 2018. Il Maestro Riccardo Muti torna al Maggio Musicale Fiorentino...
LA TRAVIATA Roma, 7 luglio 2018. Una Traviata che strizza l'occhio alla Dolce Vita di Federico...
NABUCCO Verona, 7 luglio 2018. Uno spettacolo di successo non si cambia, anzi è riproposto con...
IL PIRATA Milano, giugno e luglio 2018. Dopo oltre sessant’anni di assenza Il pirata di Vincenzo...
TURANDOT Verona, 30 giugno 2018. La terza opera in cartellone al 96° Festival dell’Arena è...

Visitatori

Visitatori oggi:550
Visitatori mese:7960
Visitatori anno:121841
Visitatori totali:458979

OperaLibera piace a...