Login

hollaender 1200Milano, 28 febbraio, 12 marzo 2013. Una nuova coproduzione con Zurigo e Oslo de Der Fliegende Holländer di Richard Wagner al Teatro alla Scala, nella stagione binaria Verdi-Wagner che contraddistingue la programmazione nel bicentenario della nascita dei musicisti. 


Visto da Lukas Franceschini

Milano, 12 marzo 2013. L'olandese volante, o anche Il vascello fantasma (nella traduzione italiana), fu composta da Wagner come atto unico ciò in netto contrasto con la tradizione teatrale del tempo. In seguito rielaborò la partitura e la suddivise in tre atti. Molto interessante a tal proposito le note del direttore Hartmut Haenchen, nel programma di sala dell'edizione scaligera, il quale ci illumina dettagliatamente sui sette stadi che rivelano lo sviluppo della partitura, che tuttavia si articolano essenzialmente in quattro differenti versioni. Il tema centrale dell'opera, definita romantica dallo stesso autore, è l'amore incondizionato come strumento per il raggiungimento della redenzione. Rappresentata in prima alla Semperoper di Dresda il 2 gennaio 1843, diretta dall'autore, questa partitura segna la prima rilevante presa di distanza dall'opera convenzionale. Le forme chiuse sono quasi hollaender 0145assenti e la melodia procede senza interruzioni, compaiono i primi leitmotiv, melodie associate a personaggi, oggetti o concetti astratti. Gli stessi leitmotiv sono tutti introdotti nell'ouverture, che in varie rielaborazioni sarà ampliata fino alla stesura attuale. La storia è ripresa dalla leggenda folcloristica dell'olandese volante, che narra di un capitano condannato a navigare fino al giorno del giudizio. Wagner sostiene in Mein Leben che l'ispirazione sia stata anche in parte autobiografica, in seguito ad un suo viaggio "avventuroso" nel 1839.

Il nuovo spettacolo proposto nella sala del Piermarini lascia piuttosto perplessi sia nella parte visiva sia sulle voci. Il regista Andreas Homoki sposta la nordica vicenda dell'Olandese e Senta nei mari dell'Atlantico, in Africa. Daland è un ricco mercante colonialista e marinai suoi impiegati marittimi, Senta collabora con le segretarie, le quali appaiono come dipendenti stile telefoni bianchi. L'ambientazione è del tutto astratta e non corrispondente alla romantica vicenda pensata dall'autore, inoltre manca il mare, e questa è una grave lacuna, perché dalle acque arriva il protagonista e nelle stesse si getta nel finale la pentita Senta. Non si può affermare che il lavoro di Homoki sia del tutto estraneo alla vicenda ma l'ambientazione borghese-colonialistica non l'ho capita proprio e ammetto che sarà anche mia lacuna culturale, ma in teatro erano in molti sulla mia lunghezza. Si comprende la trasformazione di Senta, da fanciulla a donna, l'irruenza dell'Olandese, vestito come un cercatore d'oro con tanto di pelliccia (sic!) da Wolfgang Gussmann, il giovane Erik sufficientemente stolto con tanto di fucile e tenuta da caccia alemanna, Mary una metafora di governante stile in tailleur Frau Rothermaier. Lo stesso costumista è anche scenografo di un impianto fisso girevole e monotono, cui si può identificare ora un ufficio, o un salotto, o uno studio, però più adatti al dramma dei Buddenbrook che al soggetto marinaro. Tuttavia è da lordare la resa attoriale dei singoli in uno spettacolo cosi complicato quanto astruso, ove pare di intravedere una rivolta dei colonizzati africani, cui va sommata la bravura del coro, diretto da Bruno Casoni, versatile scenicamente e mirabile vocalmente.

Debuttava alla Scala il direttore Hartmut Haenchen, una bacchetta sicura e precisa ma routiniera nei colori, negli sbalzi dei sentimenti; egli tiene tutto sotto controllo ma manca la passione e una certa poetica introspettiva.

Purtroppo la parte vocale è deludente anch'essa, ormai alla Scala c'eravamo abituati a dei Wagner d'alto livello, in quest'occasione siamo sottotono, anche se i nomi sono famosi.

hollaender bryn_terfel_0115Bryn Terfel, alla recita cui ho assistito, dimostrava una voce stanca, poco sfaccettata, ruvida e monocorde nonostante un fraseggio anche interessante ma sommario perché caratterizzato più dall'irruenza che dalla poesia misteriosa. Anja Kampe sarebbe interprete ideale per Senta, purtroppo il settore acuto non è fermo e scivola sovente nel grido, oltre a dimostrare una limitata ampiezza nel medio, si è notato ovviamente nella ballata ma anche in tutti i duetti. Il tanto sponsorizzato Klaus Florian Vogt, tenore wagneriano del momento, non passa che l'ordinaria performance senza lasciare particolari tracce, come del resto anche Ain Anger un Daland cui va riconosciuto essersi contenuto nell'aspetto comico. Dominik Wortig era un marinaio imbarazzante e si poteva lasciare oltremanica anche Rosalind Plowright, oggi passata ai ruoli mezzosopranili, la quale non delinea segni positive se non per il nome che fu. Pubblico piuttosto perplesso sullo spettacolo, ma abbastanza convinto dall'esecuzione musicale.

Visto da Marco Benetti

hollaender bryn_terfel_0115Milano, 28 febbraio 2013. 1841: Wagner si trova a Parigi, vessato da problemi finanziari (che novità). Sta terminando la  stesura della sua ultima opera, Der fliegende Hollender (L'Olandese Volante). 

La fame lo spinge a vendere il soggetto del lavoro all'allora impresario dell'Opéra, Léon Pillet che ne fa riscrivere il libretto e affida la composizione della musica a Pierre- Louis Dietsch: il risultato di questa impresa risulta un fiasco totale. Giace intanto la partitura di Wagner in cassetto in attesa della prima esecuzione, che avverrà a Dresda due anni dopo, con importanti modifiche all'impianto del libretto e all'orchestrazione: ma questa versione definitiva a noi non interessa questa volta.
La nota introduttiva esposta, che forse sembra di per se inutile, serve invece per palesare la scelta singolare presa dal Teatro alla Scala (in coproduzione con Operhaus di Zurigo e Den Norske Opera & Ballett di Oslo) di portare in scena la prima versione dell'Olandese: nell'idea wagneriana un atto unico diviso in “numeri” (da intendersi come insieme di scene) e senza redenzione (o meglio la redenzione dei due protagonisti c'è ma è lasciata all'immaginazione dello spettatore, nessuno “scoglio che ascende al cielo in forma di nuvola”).
Dopo questa premessa credo sia doveroso parlare dell'operazione realizzata da Andreas Homoki, regista di questa messa in scena. Una costante delle regie nuove è quella di non essere comprese. Chi ha visto per la prima volta l'Olandese Volante in questa versione non ha trovato solo un finale variato, ma anche un'ambientazione totalmente inusuale. Epoca coloniale: la scena prevede un interno a boiserie, coperte cartine dell'Africa colonizzata, per la quale si aggirano uomini d'affari (sarebbero i marinai norvegesi; molto bravo il timoniere Dominik Wortig) con bombetta, soprabito e bastone da passeggio (i costumi erano di Wolfgang Gussmann) supervisionati dal capitalista di turno (Daland, Ain Anger) che spadroneggia nella sua azienda (la nave) e che stringe affari con un ignoto aristocratico venuto dalla terra dei leoni (l'Olandese, Bryn Terfel, in un bizzarro abito che ricordava Zucchero nell'album Shake).
hollaender 1200Anche il salotto di Daland è parte integrante dell'azienda: compaiono macchine da cucine (Singer?) su bancali allineati a cui allegre filatrici lavorano assiduamente, tra cui Senta (Anja Kampe), giovane (più o meno) ribelle, che contro ogni costume si spoglia per declamare la celebre Ballade (nella seconda parte, corrispondente a secondo e terzo atto nella versione di Dresda). Il povero Erik (Klaus Florian Vogt), fidanzato rinnegato da Senta, rimane paradossalmente l'unico a mantenere la sua mansione di cacciatore, quasi ad accentuare la diversità già presente nell'idea di Wagner.  Affiorano qua e la ombre psicanalitiche: Senta fa la sua comparsa mentre l'Olandese ricorda la sua triste storia (prima parte, primo atto della versione definitiva) e un indigeno africano (allegoria della ciurma dell'Olandese) spaventa i marinai norvegesi che tentano di socializzare con i colleghi (seconda parte).
Ora credo che se dovutamente spiegata una regia simile possa essere tranquillamente fruita da chiunque, sia dagli affezionati della tradizione che dai neofiti dell'opera wagneriana.
hollaender 0145Non si vuole rimproverare la regia in sé: penso sia assolutamente legittimo per un registra dare una sua interpretazione dell'opera su cui si trova a lavorare anche discostandosi dalla tradizione e, perché no, reinventandola (pensiamo alle operazioni storiche fatte a Bayretuh da Chéreau o i Pagliacci di Martone qualche anno fa sempre in Scala); quello che è necessario è motivare e spiegare una scelta registica quando essa non risulti palese all'occhio dello spettatore o si discosti in maniera così clamorosa dalle indicazioni drammaturgiche originali. Questo non è solo colpa del regista ma forse anche dei libretti di sala pieni di saggi sugli argomenti più disparati meno che sulla messa in scena di cui dovrebbero trattare.
Alla fine della recita (Senta si è sparata un colpo di fucile, sottratto a Erik), qualche dissidente fa sentire il suo malcontento per la regia (sic), ma tutto sommato il resto del pubblico applaude tutti, anche il direttore, ovviamente, Hartmut Haenchen.

Locandina

Teatro alla Scala - Stagione d'Opera e Balletto 2012/2013
VW 1813-2013 Bicentenario Veredi Wagner
DER FLIEGENDE HOLLANDER

Opera romantica in tre atti

Libretto e musica di Richard Wagner

Edizione Peters (con conclusioni dell'edizione 1841 per l'Ouverture e per l'Atto III)

Edizione Proprietà Fondazione Teatro alla Scala

Personaggi: Interpreti:
Daland Ain Anger
Senta Anja Kampe
Erik Klaus Florian Vogt
Mary Rosalind Plowright
Der Steuermann Dalands Dominik Wortig
Der Hollander Bryn Terfel

Orchestra e Coro del Teatro alla Scala

Direttore Hartmut Haenchen
M.o del coro Bruno Casoni
Regia Andreas Homoki
Collaboratore del regista Aglaja Nicolet

Scene e Costumi

Wolfgang Gussmann

Luci

Franck Evin

Nuovo allestimento 2013 - Coproduzione tra Fondazione Teatro alla Scala, Opernhaus di Zurigo e Den Norske Opera & Ballett di Oslo

FOTO di Toni Suter - Teatro alla Scala

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
AIDA Roma, 13 luglio 2019. Intimismo e psicologia: alle Terme di Caracalla è tornato...
Prima la musica e poi le parole - Gianni schicchi Milano, 10 luglio 2019. Il Teatro alla Scala, come ultima proposta prima della...
Madama butterfly Savona, 6 luglio 2019. Nel complesso monumentale del Priamar va in scena Madama...
I MASNADIERI Milano, 1 luglio 2019. Dopo oltre quaranta anni di assenza I masnadieri torna sul...
IL TROVATORE Verona, 29 giugno 2019. Terzo titolo dell’Opera Festival 2019, Il Trovatore di...
IPHIGENIE EN TAURIDE Parigi, 24 giugno 2019. Ogni volta che si ha la fortuna di ascoltare uno dei...
LE NOZZE DI FIGARO Firenze, 15 giugno 2019. Il debutto assoluto di Sonia Bergamasco nelle regie...
LA CENERENTOLA Roma, 12 giugno 2019. Una interpretazione fiabesca e azzurrina: Emma Dante torna...
ALCINA Salisburgo, 9 giugno 2019. Nell'anno in cui il Festival di Pentecoste di...
POLIFEMO Salisburgo, 8 giugno 2019. Il Festival di Pentecoste di Salisburgo quest'anno è...
die tote stadt Milano, 7 giugno 2019. Per la prima volta viene rappresentata al Teatro alla Scala Die...
TURANDOT Bologna, 30 maggio 2019. Turandot, l’opera incompiuta di Puccini, torna al...
L'ANGELO DI FUOCO Roma, 23 maggio 2019. Dopo 53 anni il lavoro di Prokof'ev è tornato a Roma con un...
IDOMENEO Milano, 16 maggio 2019. Dopo dieci anni di assenza torna al Teatro alla Scala...
LA STRANIERA Firenze, 14 maggio 2019. Molto repertorio d'opera della prima metà dell'Ottocento,...
Così fan tutte  Las Palmas, Gran Canaria, 11 maggio 2019. Una volta si era soliti dire:...
MADAMA BUTTERFLY Catania, 10 maggio 2019. Madama Butterfly è un gran titolo ed eccolo a Catania il...
LA TRAVIATA Novara, 5 maggio 2019. La Traviata di Giuseppe Verdi, assente dalle scene...
REQUIEM Parma, 3 maggio 2019. L'ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart -...
ARIADNE AUF NAXOS Milano, 30 aprile 2019. Ariadne auf Naxos torna finalmente al Teatro alla Scala...
LA SONNAMBULA Torino,14 Aprile 2019. Assente dalle scene torinesi per oltre vent'anni il...
SERSE Piacenza, 12 aprile 2019. Dopo qualche anno di assenza l’opera barocca torna al...
IL BARBIERE SI SIVIGLIA Parma, 22 marzo 2019. Anche in una città come Parma oggigiorno è più facile...
AGNESE Torino, 17 marzo 2019. Ferdinando Paer, eccellente musicista di collegamento tra il...
CHOVANŠČINA Milano, 6 marzo 2019. La grande opera incompiuta di Modest Petrovič Musorgskij è...
ANDREA CHENIER Reggio Emilia, 1 marzo 2019. Oltre a La forza del destino, l’altra produzione di...
ANNA BOLENA Roma, 28 febbraio 2019. Il quarto titolo del Costanzi per la stagione 2018-2019 è...
SEMIRAMIDE Bilbao, 22 e 25 febbraio 2019. Per questa produzione di Semiramide al Palacio...
RIGOLETTO Torino, 10 e 16 febbraio 2019. Arriva a Torino il Rigoletto con la regia di John...
DON GIOVANNI Verona, 31 gennaio 2019. Al Teatro Filarmonico è stato rappresentato Don Giovanni,...
WERTHER Venezia, 25 gennaio 2019. Werther, il drame lyrique di Jules Massenet, è proposto al...
MADAMA BUTTERFLY Torino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di...
DIONYSOS RISING (Roberto David Rusconi)   Trento, 19 gennaio 2019. La stagione d’opera “Forces of nature” della...
TURANDOT Rovigo, 18 gennaio 2019. Un successo pieno la prima rappresentazione della fiaba...
LA TRAVIATA Roma, 18 gennaio 2019. Sofia Coppola e Valentino hanno regalato ancora una...
LA FORZA DEL DESTINO Piacenza, 18 gennaio 2019. Dopo tredici anni di assenza, La forza del destino di...
LA TRAVIATA Milano, 16 gennaio 2019. Al Teatro alla Scala il primo titolo del nuovo anno è La...
UN BALLO IN MASCHERA Parma, 16 gennaio 2019. Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini – sotto...
LA CENERENTOLA Padova, 31 dicembre 2018. Padova celebra Rossini chiudendo l’anno con La...
DON GIOVANNI Bologna, 20 dicembre 2018. Il Teatro Comunale di Bologna conclude la Stagione 2018 e...
ATTILA Milano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è...
LE NOZZE DI FIGARO Rovigo, 14 dicembre 2018. Ben realizzata, nel suo insieme, la messa in scena del...
RIGOLETTO Roma, 13 dicembre 2018. Dal '500 al 1943 il passo è breve: la stagione 2018-2019...
CARMEN Firenze, 4 dicembre 2018. Dopo solo un anno dal suo debutto, lo spettacolo di Leo...
ELISABETTA AL CASTELLO DI KENILWORTH Bergamo, 30 novembre 2018. Secondo e imperdibile titolo del Donizetti Opera è stato...
MACBETH Venezia, 29 novembre 2018. La stagione lirica 2018-2019 del Teatro La Fenice è stata...
L'ELISIR D'AMORE 24 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino...
ENRICO DI BORGOGNA Bergamo, novembre e dicembre 2018. Il Donizetti Opera Festival 2018 è stato inaugurato...
FIN DE PARTIE Milano, 22 novembre 2018. Finalmente dopo anni di gestazione e rimandi, dovute a...
MOSÈ IN EGITTO Novara, 18 novembre 2018. Nel centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino...
LA FILLE DU REGIMENT Bologna, 14 novembre 2018. Ripreso al Teatro Comunale l'allestimento ideato da Emilio...
FALSTAFF Como, 11 novembre 2018. Piacevolissimo il Falstaff comasco in scena nel weekend scorso...
NABUCCO Rovigo, 9 novembre 2018. La Stagione Lirica del Teatro Sociale, il quale nel 2019...
LE NOZZE DI FIGARO Roma, 2 novembre 2018. Graham Vick propone una regia del capolavoro mozartiano...
CAPPUCCETTO ROSSO Piacenza, 26 ottobre 2018. Il compositore piacentino Stefano Guagnini, classe...
FALSTAFF Vicenza, 14 ottobre 2018. Felice collaborazione quella tra la Società del Quartetto di...
IL TROVATORE Torino, 13 Ottobre 2018. Una nuova elegante produzione de Il...
MACBETH Parma, 11 e 18 ottobre 2018. L’opera inaugurale del Festival Verdi 2018 è Macbeth...
UN GIORNO DI REGNO Busseto, 3, 10 e 11 ottobre 2018. Seconda opera del Cigno di Busseto e secondo titolo...
DIE ZAUBERFLÖTE Roma, 10 ottobre 2018. Dalla fine del '700 agli anni Venti del '900 il passo è...
TOSCA Cremona, 7 ottobre 2018. Il Teatro Grande di Brescia propone tra le produzioni del...
IL VIAGGIO A REIMS Bergamo, 5 ottobre 2018. La stagione del Circuito Opera Lombardia è iniziata con una...
LE TROUVERE Parma, 4 ottobre 2018. Il Festival Verdi 2018 è l’edizione delle conferme, dalla...
ALI'-BABA' E I QUARANTA LADRONI Milano, 14 settembre 2018. L’annuale allestimento del Teatro alla Scala per il...
POLIDORO (Antonio Lotti) Vicenza, 7 settembre 2018. Fiore all'occhiello del Festival Vicenza in Lirica è stata...
KING ARTHUR Vicenza, 2 settembre 2018. L’annuale manifestazione “Vicenza in Lirica” Visione...
VERDI OPERA NIGHT Verona, 26 agosto 2018. Il 96° Opera Festival all’Arena ha offerto quasi in...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA (cast alternativo) Verona, 24 agosto 2018 (cast alternativo). Le ultime due recite de Il barbiere di...
GLI AMORI D'APOLLO E DAFNE Innsbruck, 23 agosto 2018. Come consuetudine una delle produzioni dell’Innsbruck...
DIDONE ABBANDONATA (Giuseppe Saverio Mercadante) Innsbruck, 14 agosto 2018. L’edizione 2018 de Innsbruckner Festwochen der Alten Musik,...
L'ELISIR D'AMORE Macerata, 10 agosto 2018. La regia "balneare" di Damiano Michieletto non ha fatto...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Pesaro, 10 agosto 2018 (prova generale). L’anniversario celebrativo al Rossini Opera...
ADINA Pesaro, 9 agosto 2018 (prova generale). La seconda opera dell’odierno Rossini Opera...
RICCIARDO E ZORAIDE Pesaro, agosto 2018. Il XXXIX Rossini Opera Festival è sato inaugurato con l'opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA   Verona, 4 agosto 2018. L’opera che ha ottenuto un vero trionfo all’Arena Opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Padova, 2 agosto 2018. Come di consueto ad agosto c’è il classico appuntamento con...
MACBETH Firenze, 13 luglio 2018. Il Maestro Riccardo Muti torna al Maggio Musicale Fiorentino...
LA TRAVIATA Roma, 7 luglio 2018. Una Traviata che strizza l'occhio alla Dolce Vita di Federico...
NABUCCO Verona, 7 luglio 2018. Uno spettacolo di successo non si cambia, anzi è riproposto con...
IL PIRATA Milano, giugno e luglio 2018. Dopo oltre sessant’anni di assenza Il pirata di Vincenzo...
TURANDOT Verona, 30 giugno 2018. La terza opera in cartellone al 96° Festival dell’Arena è...
RICHARD III Venezia, 29 giugno 2018. Al Teatro La Fenice, in prima rappresentazione italiana,...
FIDELIO Milano, 28 giugno 2018. Fidelio, opera in due atti di Ludwig van Beethoven, è proposta...
LA BOHÈME Roma, 22 giugno 2018. La rivisitazione in chiave contemporanea del catalano Alex Ollè...
CARMEN Verona, 22 giugno 2018. La 96ª Stagione Lirica all’Arena è stata inaugurata con una...
FIERRABRAS Milano, 15 giugno 2018. Franz Schubert è ricordato giustamente come illustre...
DON CARLO Bologna, 6 giugno 2018. Al Teatro Comunale c’era il clima delle grandi attese per il...
L'INGANNO FELICE Vicenza 1 giugno 2018. La XXVIIª edizione delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico...
LA BATTAGLIA DI LEGNANO Firenze, 25 maggio 2018. L’unica opera scritta da Giuseppe Verdi a favore della causa...
SALOME   Verona, 24 maggio 2018. La programmazione operistica invernale della...
AIDA Milano, 18 maggio 2018. Alla Scala ritorna l’opera Aida nel celebre allestimento del...
NORMA Venezia, 16 maggio 2018. Le tre recite di Norma previste al Teatro Fenice per il mese...
BILLY BUDD Roma, 10 maggio 2018. Per la prima volta in assoluto l'opera di Benjamin Britten...
CARDILLAC Firenze, 9 maggio 2018. L'ottantunesimo maggio Musicale Fiorentino, il più antico...
FRANCESCA DA RIMINI Milano, 2 maggio 2018. La produzione lirica italiana è sterminata, tuttavia negli...
ANNA BOLENA Verona, 4 maggio 2018. Dopo oltre due lustri torna al Teatro Filarmonico Anna Bolena...

Visitatori

Visitatori oggi:384
Visitatori mese:5178
Visitatori anno:78773
Visitatori totali:415911

OperaLibera piace a...