Login

viaggio reims_firenze3Firenze, 18 e 20 gennaio 2012. Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino inaugura la Stagione 2012 con Il viaggio a Reims di Gioachino Rossini.

Visto da Lukas Franceschini

Firenze, 20 gennaio 2012. Il Viaggio a Reims di Gioachino Rossini è quella grande "festa musicale" che segnò nell'800 l'incoronazione di un Re di Francia e nel '900 lo zenit della Rossini-Renaissance al Rossini Opera Festival nel 1984. Lo spartito si credeva perduto e tornò alla luce casualmente, a spezzoni, dal 1976. La cronaca di questa vicenda è stata più volte descritta da un emerito musicologo quale Philip Gossett e non mi dilungherò ulteriormente. E' opportuno invece rilevare, sull'opera, peculiarità uniche se non eccezionali che ad esempio prevede l'impiego di ben dieci protagonisti oltre ad altre parti secondarie. Poiché fu una cantata "unica" e lo stesso compositore la ritenne non rappresentabile in seguito, al tempo fu scritturato il "gotha" del belcanto parigino.viaggio reims firenze3 Quando fu eseguita in prima moderna a Pesaro per mesi e mesi ci furono notizie discordanti circa la distribuzione dei ruoli. Oggi sappiamo quali furono e con rare eccezioni possiamo affermare che fu convocato il top del tempo, parallelamente dobbiamo anche riconoscere, con il senno di poi, che lo spettacolo di Luca Ronconi fu uno degli avvenimenti più strepitosi della fine del secolo scorso, caratterizzati da prolifiche ed entusiasmanti riscoperte.

Dopo il 1984 Il viaggio a Reims intraprese un cammino lento ma allo stesso tempo esaltante: Milano, Vienna, Tokio, Ferrara, ancora Pesaro, Berlino, con la maggior parte degli interpreti iniziali e sempre con Claudio Abbado sul podio che fu l'artefice della riesumazione dell'opera. All'estero, in seguito, furono allestite altre produzioni dell'opera ma in Italia fu sempre utilizzata quella iniziale Ronconi-Aulenti.viaggio reims partridge1

Oggi la Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino produce per la prima volta un nuovo allestimento de Il viaggio a Reims affidato al regista Marco Gandini, allo scenografo Italo Grassi, al costumista Maurizio Millenotti ed è comprensibile che dopo il successo precendete era abbastanza difficile creare qualcosa di nuovo e di convincente in un'opera identificata così profondamente da uno spettacolo. La fantasia di Gandini invece ci propone una diversa versione di ottimo livello e con uno spirito drammaturgico aggiornato di forte impatto. La vicenda è ambientata in un centro benessere negli anni '60, struttura moderna di grande impatto scenografico (con tanto di piscina) nel quale gravitano in attesa di andare all'incoronazione i protagonisti, i quali sono identificati nella loro nazionalità, si divertono, si ritemprano ed amoreggiano, con ampi riferimenti all'attuale situazione odierna di un'Europa allargata e non divisa come nel 1825. I colori sono predominanti in questo spettacolo che è brioso e anche vivace, nella seconda parte i palloni colorati come le bandiere dell'Europa fanno la vece della compagnia di teatranti ambulanti in una coreografia appropriata. I solisti canori dopo gli inni mettono una stella sulla mappa europea appesa ad una parete e la chiave di lettura potrebbe essere la futura unità del continente oggi messa in discussione. Lo spettacolo funziona, senza fuochi d'artificio, anche se sarebbe stata auspicabile una maggiore focalizzazione dei personaggi ed è incomprensibile il perché Madama Cortese giri per tutta l'opera su una carrozzina a rotelle movimentata da se stessa con le gambe, l'acconciatura farebbe pensare a Joan Crawford nel celebre film Che fine ha fatto Baby Jane?, ma il nesso con l'opera è inesistente. I costumi erano molto vivaci e di ottima finitura ma in qualche caso non appropriati al fisico di chi li doveva indossare questione che un costumista avrebbe dovuto risolvere con maggiore estetica.viaggio reims toledano

Sul versante musicale abbiamo ritrovato con piacere il giovane direttore Daniele Rustioni il quale concertava con precisione e perizia tecnica di rilievo, mantenendo un buon rapporto orchestra-palcoscenico, il suono era pulitissimo e compatto, talvolta magari con tempi lenti (forse per venie in soccorso a taluni cantanti) ma non ha ancora dalla sua quel brio e quella vivacità intuitiva adatti a questo tipo di spartito.

I solisti s'impegnavano con professionalità ma non rivestivano la caratteristica di fuoriclasse peculiarità fondamentale per questo tipo di opera. Auxiliadora Toledano era un'efficace Corinna ispirata e musicale, di Marinna Pizzolato si ammirano lo smalto vocale e la precisione nel virtuosismo anche se nel repertorio buffo rossiniano non raggiunge i risultati ottenuti in quello serio, ovviamente solo per identificazione con il personaggio. La Folleville di Leah Partridge era imprecisa, greve, poco rifinita e con gravi problemi nel settore acuto, Eva Mei in possesso di molte frecce nel settore acuto interpretava una Cortese efficace e brillante ma sarebbe stato più opportuno, considerate le caratteristiche delle signore, invertire i ruoli.

Yijie Shi è un discreto tenore molto ispirato e di ottime intenzioni peccato troppo linfatico ma è sfumato, al contrario di Lawrence Brownlee che possiede mezzi più autorevoli, ma il gusto e il fraseggio non sono nelle sue corde. Mirco Palazzi si cimenta nella terribile aria di Lord Sidney con impegno, generosità e anche in buona riuscita ma il virtuosismo finale del lungo brano lo mette un po' alle corde. Marco Camastra si disimpegna con onore nel ruolo di Don Profondo avendo l'intelligenza di non imitare Raimondi; di Bruno Praticò non possiamo che registrare la pregevole presenza teatrale perché vocalmente ormai molto compromesso, ma rende un personaggio spassoso e sornione, Vincenzo Taromina avrebbe verve ed intenzioni ottime ma riesce in una discreta prestazione per mezzi limitati.

Nelle parti secondarie segnaliamo la Maddalena corretta di Annunziata Vestri e l'onesto Prudenzio di Gabirele Ribis. Ottime le prestazioni dei solisti in orchestra: l'arpa di Susanna Bertuccioli e il flauto di Guy Eshed. Bizzarra ed inconsistente la decisione di eseguire l'intervallo dopo l'aria "Medaglie incomparabili" che va a colpire pesantemente la pur deficitaria drammaturgia. Successo al termine ma erano molto preoccupanti i vasti spazi vuoti in teatro soprattutto per un'opera come Il viaggio a Reims.

Visto da William Fratti
 

Firenze, 18 gennaio 2012. Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino inaugura la Stagione 2012 con un nuovo – e all’apparenza costosissimo – allestimento de Il viaggio a Reims firmato da Marco Gandini che crea uno spettacolo di altissimo valore ed incredibile qualità, riuscendo forse per la prima volta dal 1984, anno della prima esecuzione moderna dell’ultima opera italiana del genio pesarese, a ricostruire filologicamente il contesto primario del libretto originale – l’Europa, oggi come ieri, con le sue tensioni e amicizie tra le Nazioni – pur distaccandosi dalla reale motivazione della sua composizione – l’incoronazione di Carlo X. E così l’Albergo del Giglio d’oro alle Terme di Plombières si trasforma in una modernissima spa con piscina, vasche, zone relax, area massaggi, spazio fitness; mentre i singoli personaggi restano ancorati a un’epoca senza tempo, come a sottolineare l’atemporalità delle problematiche del continente, dove si possono trovare frizzanti bohémien, piuttosto che severi militari o elegantissime signore in abito o tailleur.

viaggio reims_firenze4Il lavoro di Gandini è fresco, giocoso, ma soprattutto intelligente, ben contestualizzato, studiato fin nei minimi particolari, perfetto nel sottolineare la validità contemporanea di quest’opera sublime. Le bellissime scene di Italo Grassi riproducono fedelissimamente l’interno di un centro benessere a cinque stelle, come pure gli splendidi costumi di Maurizio Millenotti contribuiscono come elemento primario alla quadratura del cerchio nella caratterizzazione dei personaggi, senza tralasciare l’ottima realizzazione del trucco e le valide luci di Marco Filibeck.

Il cast, di altissima qualità e levatura internazionale, è assolutamente ben amalgamato ed il denominatore comune è l’eleganza, per tutti quanti. Annunziata Vestri, Maddalena, apre l’opera con la giusta intensità vocale, apprezzata soprattutto in termini di proiezione ed appoggio. Gabriele Ribis, Don Prudenzio, prosegue l’introduzione con buon vigore, anche se, come la maggior parte dei suoi colleghi, tentenna fortemente sulla frase “ed è meglio d’abbondar”.

Eva Mei, già eccellente Folleville, qui si cimenta con Madama Cortese, l’eccentrica proprietaria del Giglio d’oro, dipinta come una simpaticissima padrona di casa che si sposta da una stanza all’altra trascinando la carrozzina su cui siede – forse per non stancarsi troppo nelle sue copiose faccende domestiche – coi propri piedi. La resa del personaggio è più che ottima, la tecnica vocale è precisissima come sempre, soprattutto nelle agilità e negli acuti; l’aria è impreziosita da interessanti variazioni. Purtroppo in alcuni momenti la voce scompare sotto il suono orchestrale, soprattutto in “Or state attenti, badate bene”.

viaggio reims_partridge1Leah Partridge è una splendida Contessa di Folleville, resa frivola con la giusta misura, senza eccedere, affascinando il pubblico con un canto perfetto. Nel cantabile mostra una piacevolissima pastosità e pienezza di voce, con fiati lunghi e ben sostenuti, note acute ben salde e gravi non appesantiti, ma sonori e ben appoggiati. La cabaletta è interpretata magnificamente, arricchita di variazioni tutt’altro che semplici, ma ben inserite e amalgamate al contesto. Colorature e virtuosismi sono di altissimo livello.

Il complesso sestetto fra Eva Mei, Marianna Pizzolato, Lawrence Brownlee, Vincenzo Taormina, Marco Camastra e Bruno Praticò è reso in maniera straordinaria, anche grazie all’abilità del giovane Daniele Rustioni, che sa tenere saldo il comando, pur lasciando spazio agli interpreti di rendere colori e sfumature più personali in certi passaggi.

Il flautista Guy Eshed introduce con grande efficacia la scena di Lord Sidney, dove Michele Pertusi sfoggia le sue inante qualità di fraseggiatore, raffinato ed espressivo, tanto nel cantabile quanto nella cabaletta, eseguita ammollo nella piscina del Lys d’or. Il valore vocale dell’artista si fa sentire appieno anche nel quattordicimino, oltre che nella difficile “Dell’aurea pianta” la cui tessitura altissima lo mette per nulla in difficoltà.

Nel successivo duetto Yijie Shi si dimostra essere tenore rossiniano di alta levatura, con bel vibrato, buon uso delle agilità, facile e morbido passaggio all’acuto.

viaggio reims_praticoMarco Camastra sostituisce l’indisposto Bruno de Simone nella parte del buffo Don Profondo e lo fa con giusto e misurato vigore e voce sufficientemente brillante, anche se non eccessivamente luminosa.

Marianna Pizzolato e Lawrence Brownlee, nel lungo duetto a loro assegnato, rendono particolare onore allo straordinario numero musicale, presentando al pubblico fiorentino una vera e propria lezione di canto rossiniano. Piani e pianissimi sono più che raffinati, agilità e colorature sono di classe, il fraseggio è espressivo e la tecnica di canto è ineccepibile. Lo stesso valore si mantiene per entrambi gli artisti nei successivi brindisi tutt’altro che semplici, soprattutto per la polacca interpretata dalla Pizzolato.

Bruno Praticò veste i panni di un divertentissimo ed efficace Barone di Trombonok, anche se musicalmente non è più un maestro di precisione. Molto buono resta il recitativo.

Vincenzo Taormina è un valente ed aitante Don Alvaro, ben adeguato nel personaggio, forse un po’ opaco nella vocalità.

viaggio reims_toledanoAuxiliadora Toledano è una Corinna soave e angelica, molto musicale ed abile nei piani e nei filati delle due lunghe arie, anche se dalla protagonista di un’opera con un cast di tale livello ci si sarebbe aspettati qualcosa di più. Durante “All’ombra amena” è accompagnata sul palcoscenico da Susanna Bertuccioli all’arpa, perfetta nell’esecuzione dello spartito, ma davvero inappropriata nell’appoggiare al leggio la propria borsetta. Forse al Comunale mancano gli armadietti o i sorveglianti?

Completano la rosa degli artisti Enrico Cossutta – Don Luigino, Gabriella Cecchi – Delia, Silvia Mazzoni – Modestina, Mario Bolognesi – Zefirino, Giovanni Bellavia – Antonio, Saverio Bambi – Gelsomino.

Daniele Rustioni, sul podio dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, legge ed esegue con grande equilibrio e profonda eleganza le lunghe pagine della magnifica partitura, con un’omogeneità e un’amalgama davvero invidiabili. È preciso nel gesto e vigoroso nell’azione musicale, ma sempre attento a lasciare il giusto spazio agli eccellenti solisti. Buona la prova di Andrea Severi al fortepiano e del Coro diretto da Piero Monti.

Locandina

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino - Stagione 2012
IL VIAGGIO A REIMS

Dramma giocoso in un atto

Libretto di Luigi Balocchi

Musica di Gioachino Rossini

Personaggi: Interpreti:
Corinna Auxiliadora Toledano
La Marchesa Melibea Marianna Pizzolato
La Contessa di Folleville Leah Partridge
Madama Cortese Eva Mei
Il Cavalier Belfiore Yijie Shi
Il Conte di Libenskof Lawrence Brownlee
Lord Sidney

Michele Pertusi (18)

Mirco Palazzi (20)

Don Profondo Marco Camastra
Il Barone di Trombonok Bruno Praticò
Don Alvaro Vincenzo Taormina
Don Prudenzio Gabriele Ribis
Don Luigino Enrico Cossutta
Delia Gabriella Cecchi
Maddalena Annunziata Vestri
Modestina Silvia Mazzoni
Zefirino Mario Bolognesi
Antonio Giovanni Bellavia
Gelsomino Saverio Bambi

Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino

Maestro del Coro: Piero Monti

Direttore Daniele Rustioni
Regia Marco Gandini

Scene

Italo Grassi

Costumi

Maurizio Millenotti

Luci

Marco Filibeck

Nuovo Allestimento del Maggio Musicale Fiorentino

FOTO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
AIDA Roma, 13 luglio 2019. Intimismo e psicologia: alle Terme di Caracalla è tornato...
Prima la musica e poi le parole - Gianni schicchi Milano, 10 luglio 2019. Il Teatro alla Scala, come ultima proposta prima della...
Madama butterfly Savona, 6 luglio 2019. Nel complesso monumentale del Priamar va in scena Madama...
I MASNADIERI Milano, 1 luglio 2019. Dopo oltre quaranta anni di assenza I masnadieri torna sul...
IL TROVATORE Verona, 29 giugno 2019. Terzo titolo dell’Opera Festival 2019, Il Trovatore di...
IPHIGENIE EN TAURIDE Parigi, 24 giugno 2019. Ogni volta che si ha la fortuna di ascoltare uno dei...
LE NOZZE DI FIGARO Firenze, 15 giugno 2019. Il debutto assoluto di Sonia Bergamasco nelle regie...
LA CENERENTOLA Roma, 12 giugno 2019. Una interpretazione fiabesca e azzurrina: Emma Dante torna...
ALCINA Salisburgo, 9 giugno 2019. Nell'anno in cui il Festival di Pentecoste di...
POLIFEMO Salisburgo, 8 giugno 2019. Il Festival di Pentecoste di Salisburgo quest'anno è...
die tote stadt Milano, 7 giugno 2019. Per la prima volta viene rappresentata al Teatro alla Scala Die...
TURANDOT Bologna, 30 maggio 2019. Turandot, l’opera incompiuta di Puccini, torna al...
L'ANGELO DI FUOCO Roma, 23 maggio 2019. Dopo 53 anni il lavoro di Prokof'ev è tornato a Roma con un...
IDOMENEO Milano, 16 maggio 2019. Dopo dieci anni di assenza torna al Teatro alla Scala...
LA STRANIERA Firenze, 14 maggio 2019. Molto repertorio d'opera della prima metà dell'Ottocento,...
Così fan tutte  Las Palmas, Gran Canaria, 11 maggio 2019. Una volta si era soliti dire:...
MADAMA BUTTERFLY Catania, 10 maggio 2019. Madama Butterfly è un gran titolo ed eccolo a Catania il...
LA TRAVIATA Novara, 5 maggio 2019. La Traviata di Giuseppe Verdi, assente dalle scene...
REQUIEM Parma, 3 maggio 2019. L'ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart -...
ARIADNE AUF NAXOS Milano, 30 aprile 2019. Ariadne auf Naxos torna finalmente al Teatro alla Scala...
LA SONNAMBULA Torino,14 Aprile 2019. Assente dalle scene torinesi per oltre vent'anni il...
SERSE Piacenza, 12 aprile 2019. Dopo qualche anno di assenza l’opera barocca torna al...
IL BARBIERE SI SIVIGLIA Parma, 22 marzo 2019. Anche in una città come Parma oggigiorno è più facile...
AGNESE Torino, 17 marzo 2019. Ferdinando Paer, eccellente musicista di collegamento tra il...
CHOVANŠČINA Milano, 6 marzo 2019. La grande opera incompiuta di Modest Petrovič Musorgskij è...
ANDREA CHENIER Reggio Emilia, 1 marzo 2019. Oltre a La forza del destino, l’altra produzione di...
ANNA BOLENA Roma, 28 febbraio 2019. Il quarto titolo del Costanzi per la stagione 2018-2019 è...
SEMIRAMIDE Bilbao, 22 e 25 febbraio 2019. Per questa produzione di Semiramide al Palacio...
RIGOLETTO Torino, 10 e 16 febbraio 2019. Arriva a Torino il Rigoletto con la regia di John...
DON GIOVANNI Verona, 31 gennaio 2019. Al Teatro Filarmonico è stato rappresentato Don Giovanni,...
WERTHER Venezia, 25 gennaio 2019. Werther, il drame lyrique di Jules Massenet, è proposto al...
MADAMA BUTTERFLY Torino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di...
DIONYSOS RISING (Roberto David Rusconi)   Trento, 19 gennaio 2019. La stagione d’opera “Forces of nature” della...
TURANDOT Rovigo, 18 gennaio 2019. Un successo pieno la prima rappresentazione della fiaba...
LA TRAVIATA Roma, 18 gennaio 2019. Sofia Coppola e Valentino hanno regalato ancora una...
LA FORZA DEL DESTINO Piacenza, 18 gennaio 2019. Dopo tredici anni di assenza, La forza del destino di...
LA TRAVIATA Milano, 16 gennaio 2019. Al Teatro alla Scala il primo titolo del nuovo anno è La...
UN BALLO IN MASCHERA Parma, 16 gennaio 2019. Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini – sotto...
LA CENERENTOLA Padova, 31 dicembre 2018. Padova celebra Rossini chiudendo l’anno con La...
DON GIOVANNI Bologna, 20 dicembre 2018. Il Teatro Comunale di Bologna conclude la Stagione 2018 e...
ATTILA Milano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è...
LE NOZZE DI FIGARO Rovigo, 14 dicembre 2018. Ben realizzata, nel suo insieme, la messa in scena del...
RIGOLETTO Roma, 13 dicembre 2018. Dal '500 al 1943 il passo è breve: la stagione 2018-2019...
CARMEN Firenze, 4 dicembre 2018. Dopo solo un anno dal suo debutto, lo spettacolo di Leo...
ELISABETTA AL CASTELLO DI KENILWORTH Bergamo, 30 novembre 2018. Secondo e imperdibile titolo del Donizetti Opera è stato...
MACBETH Venezia, 29 novembre 2018. La stagione lirica 2018-2019 del Teatro La Fenice è stata...
L'ELISIR D'AMORE 24 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino...
ENRICO DI BORGOGNA Bergamo, novembre e dicembre 2018. Il Donizetti Opera Festival 2018 è stato inaugurato...
FIN DE PARTIE Milano, 22 novembre 2018. Finalmente dopo anni di gestazione e rimandi, dovute a...
MOSÈ IN EGITTO Novara, 18 novembre 2018. Nel centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino...
LA FILLE DU REGIMENT Bologna, 14 novembre 2018. Ripreso al Teatro Comunale l'allestimento ideato da Emilio...
FALSTAFF Como, 11 novembre 2018. Piacevolissimo il Falstaff comasco in scena nel weekend scorso...
NABUCCO Rovigo, 9 novembre 2018. La Stagione Lirica del Teatro Sociale, il quale nel 2019...
LE NOZZE DI FIGARO Roma, 2 novembre 2018. Graham Vick propone una regia del capolavoro mozartiano...
CAPPUCCETTO ROSSO Piacenza, 26 ottobre 2018. Il compositore piacentino Stefano Guagnini, classe...
FALSTAFF Vicenza, 14 ottobre 2018. Felice collaborazione quella tra la Società del Quartetto di...
IL TROVATORE Torino, 13 Ottobre 2018. Una nuova elegante produzione de Il...
MACBETH Parma, 11 e 18 ottobre 2018. L’opera inaugurale del Festival Verdi 2018 è Macbeth...
UN GIORNO DI REGNO Busseto, 3, 10 e 11 ottobre 2018. Seconda opera del Cigno di Busseto e secondo titolo...
DIE ZAUBERFLÖTE Roma, 10 ottobre 2018. Dalla fine del '700 agli anni Venti del '900 il passo è...
TOSCA Cremona, 7 ottobre 2018. Il Teatro Grande di Brescia propone tra le produzioni del...
IL VIAGGIO A REIMS Bergamo, 5 ottobre 2018. La stagione del Circuito Opera Lombardia è iniziata con una...
LE TROUVERE Parma, 4 ottobre 2018. Il Festival Verdi 2018 è l’edizione delle conferme, dalla...
ALI'-BABA' E I QUARANTA LADRONI Milano, 14 settembre 2018. L’annuale allestimento del Teatro alla Scala per il...
POLIDORO (Antonio Lotti) Vicenza, 7 settembre 2018. Fiore all'occhiello del Festival Vicenza in Lirica è stata...
KING ARTHUR Vicenza, 2 settembre 2018. L’annuale manifestazione “Vicenza in Lirica” Visione...
VERDI OPERA NIGHT Verona, 26 agosto 2018. Il 96° Opera Festival all’Arena ha offerto quasi in...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA (cast alternativo) Verona, 24 agosto 2018 (cast alternativo). Le ultime due recite de Il barbiere di...
GLI AMORI D'APOLLO E DAFNE Innsbruck, 23 agosto 2018. Come consuetudine una delle produzioni dell’Innsbruck...
DIDONE ABBANDONATA (Giuseppe Saverio Mercadante) Innsbruck, 14 agosto 2018. L’edizione 2018 de Innsbruckner Festwochen der Alten Musik,...
L'ELISIR D'AMORE Macerata, 10 agosto 2018. La regia "balneare" di Damiano Michieletto non ha fatto...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Pesaro, 10 agosto 2018 (prova generale). L’anniversario celebrativo al Rossini Opera...
ADINA Pesaro, 9 agosto 2018 (prova generale). La seconda opera dell’odierno Rossini Opera...
RICCIARDO E ZORAIDE Pesaro, agosto 2018. Il XXXIX Rossini Opera Festival è sato inaugurato con l'opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA   Verona, 4 agosto 2018. L’opera che ha ottenuto un vero trionfo all’Arena Opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Padova, 2 agosto 2018. Come di consueto ad agosto c’è il classico appuntamento con...
MACBETH Firenze, 13 luglio 2018. Il Maestro Riccardo Muti torna al Maggio Musicale Fiorentino...
LA TRAVIATA Roma, 7 luglio 2018. Una Traviata che strizza l'occhio alla Dolce Vita di Federico...
NABUCCO Verona, 7 luglio 2018. Uno spettacolo di successo non si cambia, anzi è riproposto con...
IL PIRATA Milano, giugno e luglio 2018. Dopo oltre sessant’anni di assenza Il pirata di Vincenzo...
TURANDOT Verona, 30 giugno 2018. La terza opera in cartellone al 96° Festival dell’Arena è...
RICHARD III Venezia, 29 giugno 2018. Al Teatro La Fenice, in prima rappresentazione italiana,...
FIDELIO Milano, 28 giugno 2018. Fidelio, opera in due atti di Ludwig van Beethoven, è proposta...
LA BOHÈME Roma, 22 giugno 2018. La rivisitazione in chiave contemporanea del catalano Alex Ollè...
CARMEN Verona, 22 giugno 2018. La 96ª Stagione Lirica all’Arena è stata inaugurata con una...
FIERRABRAS Milano, 15 giugno 2018. Franz Schubert è ricordato giustamente come illustre...
DON CARLO Bologna, 6 giugno 2018. Al Teatro Comunale c’era il clima delle grandi attese per il...
L'INGANNO FELICE Vicenza 1 giugno 2018. La XXVIIª edizione delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico...
LA BATTAGLIA DI LEGNANO Firenze, 25 maggio 2018. L’unica opera scritta da Giuseppe Verdi a favore della causa...
SALOME   Verona, 24 maggio 2018. La programmazione operistica invernale della...
AIDA Milano, 18 maggio 2018. Alla Scala ritorna l’opera Aida nel celebre allestimento del...
NORMA Venezia, 16 maggio 2018. Le tre recite di Norma previste al Teatro Fenice per il mese...
BILLY BUDD Roma, 10 maggio 2018. Per la prima volta in assoluto l'opera di Benjamin Britten...
CARDILLAC Firenze, 9 maggio 2018. L'ottantunesimo maggio Musicale Fiorentino, il più antico...
FRANCESCA DA RIMINI Milano, 2 maggio 2018. La produzione lirica italiana è sterminata, tuttavia negli...
ANNA BOLENA Verona, 4 maggio 2018. Dopo oltre due lustri torna al Teatro Filarmonico Anna Bolena...

Visitatori

Visitatori oggi:53
Visitatori mese:6179
Visitatori anno:79774
Visitatori totali:416912

OperaLibera piace a...