Login

 

Adelaide_1

Pesaro, 8 agosto 2011 (prova generale). Il Rof è giunto alla sua XXXII edizione e alcune delle opere che sono rappresentate in questi anni sono state lasciate per ultime giacché la stesura dell’edizione critica è molto più difficoltosa perché non si è in possesso dello spartito autografo.

 

 

Lukas Franceschini

Il Rof ha da sempre collaborato con la Fondazione Rossini nel recuperare tutto il materiale compositivo di Rossini e rappresentare le opere nella loro stesura originale a seguito di un lavoro d’analisi e di critica testuale, lavoro difficoltoso ma che sta giungendo al termine, mancano ancora solo tre titoli. L’edizione 2011 del Festival si è inaugurata con Adelaide di Borgogna, dramma serio del 1817 che non ebbe grande successo tanto da essere dimenticato per oltre un secolo. Ripreso a Londra nel 1978 ebbe però maggior fama la riesumazione di Martina Franca nel 1984 (poi ripreso a Parigi) con Alberto Zedda e Gabriele Gravagna che ne curarono l’edizione sugli apografi. Oggi gli stessi musicologi hanno completato la vera Edizione critica e pertanto l’opera è stata rappresentata in forma scenica a Pesaro. Tutti, o quasi, conosceranno la celebre incisione Fonit-Cetra effettuata al tempo nella Valle d’Itria, la quale e confronta con l’attuale, non cambia nella sinossi, sono invece previste nella nuova stesura delle cadenze ex novo e diverse variazioni. L’arduo lavoro di Garavaglia e Zedda, cioè la ricostruzione testuale, è stato condotto sulla base delle poche testimonianze apografe: quella conservata nella Biblioteca di Santa Cecilia (sinfonia e atto I), tre copie del libretto conservate rispettivamente al Conservatorio di Firenze, nella Biblioteca dell’Istituto Musicale Boccherini di Lucca e l’altra nella Biblioteca nazionale di Parigi. Un’altra partitura manoscritta si trova a Venezia nell’Archivio della Fenice, mentre altre copie sono conservate alla Library of Congress di Washington D.C., un’altra incompleta al Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna, infine a Copenaghen si è rivenuta una partitura di provenienza veneziana alla Kongelige Bibliotek.adelaide_2 Tutti questi documenti musicali sono molto differenti tra loro, e i molti casi vi sono molte arie, che sostituiscono quelle già classificate, ma che non sono attribuibili a Rossini; era prassi al tempo la sostituzione o addirittura che il compositore facesse uso di collaboratori. Da aggiungere, infine, che molto del materiale di Adelaide fu riutilizzato da Rossini, in parte modificandolo, in parte tale e quale, per una sua opera successiva: Eduardo e Cristina, e questo elemento è fondamentale per capire che Rossini aveva grande considerazione di Adelaide, anche se non fu un successo di pubblico. La nuova produzione pesarese è stata affidata a Pier’Alli, il quale come di consueto cura regia, scene e costumi. Egli scrive alcune note, pubblicate nel programma di sala, che in parte non sono condivisibili. Innanzitutto vorrei rilevare che Adelaide è un’opera seria anche se non un capolavoro come altre a venire o non così afferrata come il precedente Tancredi ma pur sempre opera seria e drammatica, pertanto dissento dalla concezione della ballata popolare e non capisco come si possa penare che Rossini tratti questo dramma con “leggerezza” come fosse un’opera comica. Rossini ha un suo stile inconfutabile sia nel serio sia nel buffo, ma con colori ed accenti esattamente differenti. Pur comprendendo che dal punto di vista registico sia difficile effettuare cambi scena cosi repentini, si passa da una fortezza a un campo di battaglia, mi sarei aspettato dal regista una maggiore fantasia che non ricorrere alle logore e abusate proiezioni filmate. Queste possono andar bene durante l’overture, tanto per focalizzare il luogo (ammesso che Canossa sia quello che ci ha mostrato, io non sono mai stato nel celebre borgo reggiano pertanto non posso dire) e poi il medioevo dell’Adeliade non è certo quello del ‘300, ma che durante tutta l’esecuzione sia un continuo di proiezioni tridimensionali direi che è troppo. Il coro si muove noiosamente come dei soldatini di piombo tutti in fila e squadrati, alcuni tableau vivant sono del tutto inutili, i costumi seppure bellissimi, alcuni suppongano riciclati da una sua precedente produzione, non corrispondono né alle visioni (tardo medioevo) e alla reale collocazione storica. Non commento alcuni ridicoli orpelli del coro femminile, neppure quell’ingiustificata battaglia di ombrelli i quali sono usati pure dalle guardie! Uno spettacolo mancato che non rende giustizia ad una drammaturgia e ad una musicalità insita nell’opera di tutt’altra cifra. Debuttava con successo al Rof il direttore Dmitri Jurowski, il quale tiene saldamente il ritmo seppur leggero e in taluni casi magari non approfondendo particolarmente l’aspetto tragico ma coadiuvato dall’ottima orchestra del Comunale di Bologna ha forte personalità e una caratura stilistica più che apprezzabile.Adelaide_3 Il coro, istruito da Lorenzo Fratini, si attiene al suo ottimo livello qualitativo. La vera sorpresa di questa produzione è caratterizzata dalla protagonista Jessica Pratt, una cantante che ascoltai anche in altri ruoli e che non sempre mi ha convinto. In quest’occasione ho trovato il giovane soprano al meglio delle sue possibilità sia interpretative ma soprattutto vocali. Ha raffinato molto la sua tecnica riuscendo a cantare sempre sul fiato con un fraseggio vario, morbido ed eloquente. Svetta in particolare nell’ottava superiore ove non trova ostacoli, ma riesce anche nel medio-grave con una sapiente misura di utilizzo dei suoi mezzi centrando con questo personaggio un vero successo personale e quanto di meglio eseguito finora in Italia. Daniela Barcellona non era al meglio della sua caratura in una parte particolarmente acuta. Le note erano sempre prese di petto, gli acuti forzati, il medio mai modulato a dovere, anche se all’orizzonte non vedo chi possa affrontare in maniera migliore la parte. Resta la caratura del personaggio, dosato magnificamente, tuttavia spreca alcune occasioni che una maggiore peculiarità potrebbe trasformarsi a suo favore. Lascia totalmente allibiti la scelta di un tenore come Bogdan Mihai per il ruolo di Adelberto. Il cantante è una tipica voce acerba e nasale che non raggiunge la zona acuta, poggiando prevalentemente su un medio malfermo e stridulo che necessita di cure urgenti qualora queste sortiscano effetti. Buona la prestazione di Nicola Ulivieri, Brengario, seppur non particolarmente raffinato ma è incisivo nel carattere e nella recitazione. Di limitato spessore le parti comprimariali anzi, veramente mediocri, e poiché Jannette Fischer e Francesca Pietropaoliohanno rispettivamente un’aria e una cavatina si potevano fare scelte più consone da un festival monografico.

William Fratti

Adelaide_3Pesaro, 16 agosto 2011. Opera inaugurale del ROF 2011, Adelaide di Borgogna non è forse una delle partiture più pregevoli del genio di Rossini, ma le melodie e il dinamismo con cui si svolge la vicenda ne fanno un melodramma davvero piacevole da guardare e ascoltare.
Nonostante i limiti dello spartito il direttore Dmitri Jurowski e il maestro collaboratore responsabile Sabrina Avantario compiono un egregio lavoro, nel rigido rispetto dei canoni rossiniani, ove possibile, dando un risultato molto omogeneo e ricco di sfumature.
Pier’Alli, come già più volte in passato, crea uno spettacolo a scena unica, avvalendosi di proiezioni e attrezzeria per richiamare le diverse – e in questo caso molto numerose – situazioni, dimostrando come non sia necessario sperperare denaro in imponenti scenografie per ottenere il giusto effetto. Il lavoro del regista fiorentino è sempre puntuale, improntato sulla gestualità, mai nulla è lasciato aladelaide_2 caso e la vicenda è svolta in maniera equilibrata, come un nastro, senza mai un momento vuoto, anche se le parti corali potevano essere meglio rappresentate. Di dubbio gusto sono una poco comprensibile coreografia femminile e un’inadeguata battaglia degli ombrelli, ma si tratta fortunatamente di brevi momenti trascurabili.
Jessica Pratt, debuttante sul palcoscenico pesarese, veste i panni di un’incantevole protagonista, puntando sulle pregevoli qualità della sua voce, impreziosendo il ruolo con piacevolissimi filati fin dall’inizio; con una tinta romantica forse più belliniana che rossiniana, ma ciò è una questione di stile personale, su cui non è oggettivamente possibile estendere una critica completamente obiettiva. L’intonazione è ottima, la linea di canto è omogenea e le note sono tutte al loro posto, dal registro medio grave al sovracuto. Le agilità forse non sono tra le più vicine a Rossini, ma comunque in perfetto equilibrio col resto dell’interpretazione.
Daniela Barcellona eccelle, come sempre, nei ruoli en-travesti del repertorio serio rossiniano, di cui è specialista. La tecnica è ineccepibile, la qualità del canto è di altissimo livello, l’interpretazione è misurata e autorevole, forse un po’ femminile in certi punti, ma la colpa è più del librettista che non di chi veste i panni del personaggio. Lunghi e meritati applausi giungono alla cavatina d’ingresso “Soffri la tua sventura”, ma è soprattutto l’aria finale “Vieni: tuo sposo e amante” a lasciare il segno. Particolarmente degno di nota è il duetto di Ottone con Adelaide “Mi dai corona e vita” soprattutto nella cadenza “Sempre altare ov’io t’adori… Tu che i puri e casti affetti” dove le due protagoniste si esprimono in maniera davvero toccante.
adelaide_pesaroIl giovane Bogdan Mihai è la vera incognita della produzione: si cimenta in una corretta interpretazione, ma la vocalità è ancora troppo acerba per poter dispiegare la parte in maniera perfetta e senza alcuna sbavatura. Grossi errori nel ruolo di Adelberto non ce ne sono, ma è l’impostazione che va rivista, la tecnica perfezionata e c’è ancora molto spazio per migliorare lo stile, i cromatismi, il recitativo e il fraseggio.
Il bravo Nicola Ulivieri risolve il ruolo di Berengario come un vecchio leone saggio, nel rispetto dei canoni rossiniani, ma con le legittime eccezioni richieste da una più moderna resa del personaggio, cattivo al punto giusto.
Completano il cast, senza lasciarne il segno, Jeannette Fischer, Francesca Pierpaoli e Clemente Antonio Daliotti nei ruoli di Eurice, Iroldo ed Ernesto.
Buona la prova del Coro del Teatro Comunale di Bologna diretto da Lorenzo Fratini.

Locandina

Rossini Opera Festival, 2011 - XXXII Edizione dedicata al 150° anniversario dell'Unità d'Italia
ADELAIDE DI BORGOGNA
Dramma per musica su libretto di Giovanni Federico Schmidt
Musica di Gioachino Rossini
Edizione critica della Fondazione Rossini e di Casa Ricordi a cura di Gabriele Gravagna e Alberto Zedda

Personaggi: Interpreti:
Ottone Daniela Barcellona
Adelaide Jessica Pratt
Berengario Nicola Ulivieri
Adelberto Bogdan Mihai
Eurice Jeannette Fischer
Iroldo Francesca Pierpaoli
Ernesto Clemente Antonio Daliotti
Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna
Direttore Dmitri Jurowski
M.o del coro Lorenzo Fratini
Maestro collaboratore responsabile e fortepiano Sabrina Avantario
Violoncello al continuo Sara Nanni
Regia, scene, costumi e progetto luci Pier'Alli
Assistente alla regia Nicola Zorzi
Assistente alle scene e costumi Manuela Gaseproni
  
Nuovo Allestimento

FOTO STUDIO AMATI BACCIARDI

FOTO  fornite dall'Ufficio stampa del ROF

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
Guglielmo tell Cremona, 4 ottobre 2019. Il Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona inaugura la sua...
NORMA Tolosa, 5 ottobre 2019. E' ormai invalso l'uso di eseguire la sinfonia delle opere...
L'Elisir d'amore Milano, 1 ottobre 2019. L'Elisir d'amore, melodramma giocoso di Gaetano Donizetti,...
DON CARLO Madrid, 30 settembre 2019. Il Teatro Real di Madrid inaugura la Stagione...
DON GIOVANNI Roma, 28 settembre 2019. Graham Vick ha completato la trilogia dapontiana al...
AIDA Busseto, 24 settembre 2019 (prova antegenerale). Ambientazione magica per l’Aida del...
LUISA MILLER Parma, 22 settembre 2019 (prova antegenerale). Dopo dodici anni torna al Festival...
L'ITALIANA IN ALGERI Torino, 26 maggio 2019. La stagione d'opera e balletto 2019 del Teatro Regio si...
Rigoletto Milano, 11 settembre 2019. Dopo la pausa estiva il Teatro alla Scala riprende la...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Venezia, 7 settembre 2019. Il Teatro la Fenice, nel proseguire la Stagione...
DEMETRIO E POLIBIO Pesaro, 18 agosto 2019. La prima opera composta da Gioachino Rossini non fu la...
GALA ROF XL Pesaro, 21 agosto 2019. Il Quarantesimo Rossini Opera Festival è festeggiato con...
SEMIRAMIDE Pesaro, 20 agosto 2019. La monumentale Semiramide è una delle poche opere serie...
L'EQUIVOCO STRAVAGANTE Pesaro, 19 agosto 2019. Seconda opera di Gioachino Rossini ad essere andata in...
MACBETH Macerata, 4 agosto 2019. Una Scozia molto "siciliana" ha fatto da sfondo...
AIDA Roma, 13 luglio 2019. Intimismo e psicologia: alle Terme di Caracalla è tornato...
Prima la musica e poi le parole - Gianni schicchi Milano, 10 luglio 2019. Il Teatro alla Scala, come ultima proposta prima della...
Madama butterfly Savona, 6 luglio 2019. Nel complesso monumentale del Priamar va in scena Madama...
I MASNADIERI Milano, 1 luglio 2019. Dopo oltre quaranta anni di assenza I masnadieri torna sul...
IL TROVATORE Verona, 29 giugno 2019. Terzo titolo dell’Opera Festival 2019, Il Trovatore di...
IPHIGENIE EN TAURIDE Parigi, 24 giugno 2019. Ogni volta che si ha la fortuna di ascoltare uno dei...
LE NOZZE DI FIGARO Firenze, 15 giugno 2019. Il debutto assoluto di Sonia Bergamasco nelle regie...
LA CENERENTOLA Roma, 12 giugno 2019. Una interpretazione fiabesca e azzurrina: Emma Dante torna...
ALCINA Salisburgo, 9 giugno 2019. Nell'anno in cui il Festival di Pentecoste di...
POLIFEMO Salisburgo, 8 giugno 2019. Il Festival di Pentecoste di Salisburgo quest'anno è...
die tote stadt Milano, 7 giugno 2019. Per la prima volta viene rappresentata al Teatro alla Scala Die...
TURANDOT Bologna, 30 maggio 2019. Turandot, l’opera incompiuta di Puccini, torna al...
L'ANGELO DI FUOCO Roma, 23 maggio 2019. Dopo 53 anni il lavoro di Prokof'ev è tornato a Roma con un...
IDOMENEO Milano, 16 maggio 2019. Dopo dieci anni di assenza torna al Teatro alla Scala...
LA STRANIERA Firenze, 14 maggio 2019. Molto repertorio d'opera della prima metà dell'Ottocento,...
Così fan tutte  Las Palmas, Gran Canaria, 11 maggio 2019. Una volta si era soliti dire:...
MADAMA BUTTERFLY Catania, 10 maggio 2019. Madama Butterfly è un gran titolo ed eccolo a Catania il...
LA TRAVIATA Novara, 5 maggio 2019. La Traviata di Giuseppe Verdi, assente dalle scene...
REQUIEM Parma, 3 maggio 2019. L'ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart -...
ARIADNE AUF NAXOS Milano, 30 aprile 2019. Ariadne auf Naxos torna finalmente al Teatro alla Scala...
LA SONNAMBULA Torino,14 Aprile 2019. Assente dalle scene torinesi per oltre vent'anni il...
SERSE Piacenza, 12 aprile 2019. Dopo qualche anno di assenza l’opera barocca torna al...
IL BARBIERE SI SIVIGLIA Parma, 22 marzo 2019. Anche in una città come Parma oggigiorno è più facile...
AGNESE Torino, 17 marzo 2019. Ferdinando Paer, eccellente musicista di collegamento tra il...
CHOVANŠČINA Milano, 6 marzo 2019. La grande opera incompiuta di Modest Petrovič Musorgskij è...
ANDREA CHENIER Reggio Emilia, 1 marzo 2019. Oltre a La forza del destino, l’altra produzione di...
ANNA BOLENA Roma, 28 febbraio 2019. Il quarto titolo del Costanzi per la stagione 2018-2019 è...
SEMIRAMIDE Bilbao, 22 e 25 febbraio 2019. Per questa produzione di Semiramide al Palacio...
RIGOLETTO Torino, 10 e 16 febbraio 2019. Arriva a Torino il Rigoletto con la regia di John...
DON GIOVANNI Verona, 31 gennaio 2019. Al Teatro Filarmonico è stato rappresentato Don Giovanni,...
WERTHER Venezia, 25 gennaio 2019. Werther, il drame lyrique di Jules Massenet, è proposto al...
MADAMA BUTTERFLY Torino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di...
DIONYSOS RISING (Roberto David Rusconi)   Trento, 19 gennaio 2019. La stagione d’opera “Forces of nature” della...
TURANDOT Rovigo, 18 gennaio 2019. Un successo pieno la prima rappresentazione della fiaba...
LA TRAVIATA Roma, 18 gennaio 2019. Sofia Coppola e Valentino hanno regalato ancora una...
LA FORZA DEL DESTINO Piacenza, 18 gennaio 2019. Dopo tredici anni di assenza, La forza del destino di...
LA TRAVIATA Milano, 16 gennaio 2019. Al Teatro alla Scala il primo titolo del nuovo anno è La...
UN BALLO IN MASCHERA Parma, 16 gennaio 2019. Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini – sotto...
LA CENERENTOLA Padova, 31 dicembre 2018. Padova celebra Rossini chiudendo l’anno con La...
DON GIOVANNI Bologna, 20 dicembre 2018. Il Teatro Comunale di Bologna conclude la Stagione 2018 e...
ATTILA Milano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è...
LE NOZZE DI FIGARO Rovigo, 14 dicembre 2018. Ben realizzata, nel suo insieme, la messa in scena del...
RIGOLETTO Roma, 13 dicembre 2018. Dal '500 al 1943 il passo è breve: la stagione 2018-2019...
CARMEN Firenze, 4 dicembre 2018. Dopo solo un anno dal suo debutto, lo spettacolo di Leo...
ELISABETTA AL CASTELLO DI KENILWORTH Bergamo, 30 novembre 2018. Secondo e imperdibile titolo del Donizetti Opera è stato...
MACBETH Venezia, 29 novembre 2018. La stagione lirica 2018-2019 del Teatro La Fenice è stata...
L'ELISIR D'AMORE 24 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino...
ENRICO DI BORGOGNA Bergamo, novembre e dicembre 2018. Il Donizetti Opera Festival 2018 è stato inaugurato...
FIN DE PARTIE Milano, 22 novembre 2018. Finalmente dopo anni di gestazione e rimandi, dovute a...
MOSÈ IN EGITTO Novara, 18 novembre 2018. Nel centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino...
LA FILLE DU REGIMENT Bologna, 14 novembre 2018. Ripreso al Teatro Comunale l'allestimento ideato da Emilio...
FALSTAFF Como, 11 novembre 2018. Piacevolissimo il Falstaff comasco in scena nel weekend scorso...
NABUCCO Rovigo, 9 novembre 2018. La Stagione Lirica del Teatro Sociale, il quale nel 2019...
LE NOZZE DI FIGARO Roma, 2 novembre 2018. Graham Vick propone una regia del capolavoro mozartiano...
CAPPUCCETTO ROSSO Piacenza, 26 ottobre 2018. Il compositore piacentino Stefano Guagnini, classe...
FALSTAFF Vicenza, 14 ottobre 2018. Felice collaborazione quella tra la Società del Quartetto di...
IL TROVATORE Torino, 13 Ottobre 2018. Una nuova elegante produzione de Il...
MACBETH Parma, 11 e 18 ottobre 2018. L’opera inaugurale del Festival Verdi 2018 è Macbeth...
UN GIORNO DI REGNO Busseto, 3, 10 e 11 ottobre 2018. Seconda opera del Cigno di Busseto e secondo titolo...
DIE ZAUBERFLÖTE Roma, 10 ottobre 2018. Dalla fine del '700 agli anni Venti del '900 il passo è...
TOSCA Cremona, 7 ottobre 2018. Il Teatro Grande di Brescia propone tra le produzioni del...
IL VIAGGIO A REIMS Bergamo, 5 ottobre 2018. La stagione del Circuito Opera Lombardia è iniziata con una...
LE TROUVERE Parma, 4 ottobre 2018. Il Festival Verdi 2018 è l’edizione delle conferme, dalla...
ALI'-BABA' E I QUARANTA LADRONI Milano, 14 settembre 2018. L’annuale allestimento del Teatro alla Scala per il...
POLIDORO (Antonio Lotti) Vicenza, 7 settembre 2018. Fiore all'occhiello del Festival Vicenza in Lirica è stata...
KING ARTHUR Vicenza, 2 settembre 2018. L’annuale manifestazione “Vicenza in Lirica” Visione...
VERDI OPERA NIGHT Verona, 26 agosto 2018. Il 96° Opera Festival all’Arena ha offerto quasi in...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA (cast alternativo) Verona, 24 agosto 2018 (cast alternativo). Le ultime due recite de Il barbiere di...
GLI AMORI D'APOLLO E DAFNE Innsbruck, 23 agosto 2018. Come consuetudine una delle produzioni dell’Innsbruck...
DIDONE ABBANDONATA (Giuseppe Saverio Mercadante) Innsbruck, 14 agosto 2018. L’edizione 2018 de Innsbruckner Festwochen der Alten Musik,...
L'ELISIR D'AMORE Macerata, 10 agosto 2018. La regia "balneare" di Damiano Michieletto non ha fatto...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Pesaro, 10 agosto 2018 (prova generale). L’anniversario celebrativo al Rossini Opera...
ADINA Pesaro, 9 agosto 2018 (prova generale). La seconda opera dell’odierno Rossini Opera...
RICCIARDO E ZORAIDE Pesaro, agosto 2018. Il XXXIX Rossini Opera Festival è sato inaugurato con l'opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA   Verona, 4 agosto 2018. L’opera che ha ottenuto un vero trionfo all’Arena Opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Padova, 2 agosto 2018. Come di consueto ad agosto c’è il classico appuntamento con...
MACBETH Firenze, 13 luglio 2018. Il Maestro Riccardo Muti torna al Maggio Musicale Fiorentino...
LA TRAVIATA Roma, 7 luglio 2018. Una Traviata che strizza l'occhio alla Dolce Vita di Federico...
NABUCCO Verona, 7 luglio 2018. Uno spettacolo di successo non si cambia, anzi è riproposto con...
IL PIRATA Milano, giugno e luglio 2018. Dopo oltre sessant’anni di assenza Il pirata di Vincenzo...
TURANDOT Verona, 30 giugno 2018. La terza opera in cartellone al 96° Festival dell’Arena è...

Visitatori

Visitatori oggi:129
Visitatori mese:7539
Visitatori anno:121420
Visitatori totali:458558

OperaLibera piace a...