Login

Barbiere Venezia_1Venezia, 7 settembre 2019. Il Teatro la Fenice, nel proseguire la Stagione 2018/2019, ha presentato il collaudato e fortunato allestimento del capolavoro rossiniano Il barbiere di Siviglia, con la regia di Bepi Morassi. Si suol dire “formula che vince non cambia” e, in questo caso, il detto calza a pennello.

Visto da Alessio Solina

 

L’allestimento, semplice ma funzionale, con belle scenografie di Lauro Crisman che firma anche i graziosi costumi, si avvale di una regia briosa, mai caricaturale, che diverte lo spettatore grazie a un’infinita serie di azzeccate scene e controscene; soprattutto le ultime hanno riscosso gli applausi più convinti.
Barbiere Venezia_2La direzione d’orchestra era affidata al Maestro Francesco Ivan Ciampa e ogni volta che lo si ascolta convince sempre di più, dimostrando di essere uno dei direttori più interessanti e di maggiore spicco del panorama odierno, che tratta l’orchestra con piglio deciso e calibrando il peso sonoro alla vocalità dei cantanti che ha a disposizione, senza mai coprire il palcoscenico, dimostrando ottima preparazione, con grande cura del dettaglio che mette in evidenza i vari aspetti della partitura rossiniana, dal languore amoroso della serenata del Conte d’Almaviva, alla carica di buon umore della cavatina di Figaro, alla viperina aria di Rosina. Si potrebbe definirlo un direttore di tradizione, quella tradizione che vanta grandi e illustri nomi e in questo nutrito gruppo il Maestro Ciampa può, a ben diritto, essere inserito.
Il cast vocale presentava una buona compagnia di canto, e vantava tre punte di diamante.
Barbiere Venezia_4Il Conte d’Almaviva era Maxim Mironov, tenore rossiniano fra i migliori oggi circolanti nei teatri internazionali. Ottima tecnica di canto, fraseggio e dizione perfetti, dalla precisa e sicura coloratura, con una presenza scenica di forte spicco teatrale. Spiace, proprio per quanto scritto sopra, il taglio dell’aria “Cessa, di più resistere”, che sicuramente avrebbe affrontato con grande slancio e sicurezza.
Molto ben cantato e altrettanto ben interpretato, il Figaro di Julian Kim, dalla voce sicura e svettante in ogni registro, padrone della scena in una raffigurazione del personaggio calibrata ma allo stesso tempo molto divertente; le sue controscene con il Conte, ma soprattutto con Bartolo erano irresistibili.
Barbiere Venezia_3Bartolo era affidato a Omar Montanari, e con lui si è respirato il ricordo di Bruscantini e Corbelli, grazie a una tecnica vocale che li ricorda molto da vicino, un sillabato assolutamente perfetto. Padrone assoluto della scena, che mai sminuisce il personaggio a caricaturale macchietta, come spesso accade. Un successo personale assolutamente meritato.
Don Basilio era Andrea Patucelli, voce interessante, seppur poco adatto al ruolo, davvero poco “solenne imbroglion di matrimoni”, ma a suo favore si può dire che ha cantato con gusto e senza mai forzare.
Barbiere Venezia_5Laura Polverelli affrontava il ruolo di Rosina con l’esperienza maturata in anni di frequentazioni del ruolo, ma la sua voce, purtroppo, appare ormai spezzata in tre tronconi mal saldati fra loro, gutturale in basso, vuota nei centri e dagli acuti molto forzati e faticosi. A suo favore gioca, comunque, la musicalità e la presenza scenica.
Una menzione particolare va ascritta alla Berta di Giovanna Donadini che, nel pur marginale ruolo, anche se nei concertati è sempre lei che deve svettare in zona acuta, ha saputo conquistare il pubblico grazie a una verve impagabile, con siparietti assolutamente irresistibili. La sua risata chiocciosa provocava un’onda di risate impossibile da trattenere.
Ottime le parti di fianco di Matteo Ferrara (Fiorello) e Carlo Agostini (Ufficiale).
Il coro, poco impegnato in quest’opera, era però ben organizzato dal Maestro Claudio Marino Moretti.
Successo vivissimo per tutti, con lunghe chiamate al proscenio.

Locandina

Teatro La Fenice - Stagione 2018/2019
IL BARBIERE DI SIVIGLIA
Commedia di Cesare Sterbini
Musica di Gioachino Rossini
Personaggi: Interpreti:
Il conte di Almaviva Maxim Mironov
Bartolo Omar Montanari
Rosina Laura Polverelli
Figaro Julian Kim
Basilio Andrea Patucelli
Berta Giovanna Donadini
Fiorello Matteo Ferrara
Un ufficiale Carlo Agostini

Orchestra e Coro del Teatro La Fenice di Venezia

Maestro del Coro: Claudio Marino Moretti

Direttore Francesco Ivan Ciampa
Regia Bepi Morassi

Scene e costumi

Lauro Crisman

  
Allestimento del Teatro La Fenice

 

FOTO DI MICHELE CROSERA

Collega la pagina al tuo social: