Login

alt

Trieste, 23 febbraio 2010. L’allestimento di Roméo et Juliette, prodotto lo scorso anno al Teatro la Fenice di Venezia e firmato da Damiano Michieletto, con scene di Paolo Fantin e costumi di Carla Teti, è approdato sul palcoscenico triestino sollevando qualche borbottio, soprattutto lungo le fila della platea più tradizionalista, producendo l’esodo di alcuni spettatori durante ciascuno degli intervalli.

William Fratti

In questa produzione si evidenzia lo stile inconfondibile del valente regista veneziano, abile nel costruire spazi ad effetto e movimenti scenici adeguati, ma sembra avere dimenticato non solo le parole del libretto di Jules Barbier e Michel Carré, ma soprattutto la musica di Charles Gounod. Se il celebre dramma di William Shakespeare, sempre attuale nei temi trattati, si presta facilmente a trasposizioni non solo temporali, ma anche contestuali – basti pensare al celebre film di Baz Luhrmann ed interpretato da Leonardo Di Caprio e Claire Danes – la musica del compositore francese è intrisa di eleganza nobiliare e riferimenti romantici, dai quali non è possibile prescindere senza creare una dicotomia fastidiosa tra la buca e il palcoscenico.
altCosì Michieletto trasforma la festa da ballo in casa Capuleti in una serata disco anni ’80, con scene da Tagadà, abiti e ninnoli fosforescenti, piatti e bicchieri di carta gettati a terra in un immondezzaio che accompagna la vicenda fin quasi alla fine. Incomprensibili richiami discografici e cinematografici – forse non voluti – contribuiscono a generare confusione. Indubbio è il plauso meritato dal regista nella costruzione di un apparato scenografico complesso – anche se gli interpreti sono chiaramente messi in difficoltà dalla pendenza estrema – con un enorme giradischi e un impianto luci da capogiro, oltre a un’idea drammaturgica originale, ma la mancanza di filologia e la lontananza dalla raffinatezza della musica di Gounod rendono lo spettacolo di dubbio gusto, seppur ben costruito.
Silvia Dalla Benetta si trova a suo agio al debutto nella parte di Juliette, presumibilmente forte dall’interpretazione di altri ardui ruoli del repertorio francese, come Marguerite in Faust e i quattro personaggi femminili de Les contes d’Hoffmann. Il suo canto è sempre preciso, tanto nelle agilità quanto nelle pagine più spianate, ma la direzione chiassosa di Julian Kovatchev la costringe ad abbandonare certi colori e le raffinatezze dei filati. Il direttore bulgaro in certi punti si lascia addirittura andare in una guida priva di brio, cosicché l’attesa “Je veux vivre” risulta essere lenta ed insipida, arrivando perfino a mettere a disagio la cantante, costretta a tenere dei fiati lunghi ed interminabili. Ciò non impedisce comunque al soprano vicentino di mostrare le proprie qualità, soprattutto in “Dieu! Quel frisson court dans mes veines?” al termine di cui è accolta dal pubblico con uno scrosciante applauso.
altAntonino Siragusa prova a cimentarsi con il ruolo di Roméo, distante dal suo repertorio d’elezione – principalmente rossiniano e donizettiano – la cui tessitura è forse un po’ troppo pesante e non gli permette il fine uso dei chiaroscuri che tanto lo contraddistingue. Il tenore messinese, elegante nella linea di canto e saldo negli acuti, dà buona prova di sé stesso, ma senza eccellere e anche nel suo caso le raffinatezze dei piani e delle mezzevoci sono coperte dall’eccessivo fragore orchestrale.
Anche l’impronta drammaturgica data da Michieletto non aiuta i due protagonisti, che invece di vestire i panni dei due adolescenti shakespeariani – maturi e consapevoli delle loro scelte – si sono visti costretti a giocare con l’avventatezza e l’inconsapevolezza di due ragazzini da discoteca, che pur di non doversi dividere, si nascondono le scarpe a vicenda.
altLa bella voce e l’energia di Massimiliano Gagliardo nei panni di Mercutio contribuiscono a rendere particolarmente vivace lo spettacolo, soprattutto nella ballata della regina di Mab, pur dovendosi cimentare in una tremenda lotta con i sacchi del pattume che gli costa la vita. Poco prima del duello Elena Belfiore intona correttamente la serenata di Stéphano, immedesimandosi in un graffitaro impudente. Frère Laurent è il bravo Giovanni Battista Parodi, che pare un sacerdote in visita a un ricovero di senzatetto.
Tutti gli interpreti sono dotati di buone qualità, purtroppo non evidenziate da una regia ed una direzione discutibili. Completano il cast Hans Ever Mogollon, Chiara Fracasso, Dax Velenich, Armando Badia, Giuliano Pelizon e gli efficacissimi ed imponenti Nicolò Ceriani e Manrico Signorini nei panni di Capuleti e del Duca di Verona.

Locandina 23 febbraio

Teatro Verdi di Trieste, Stagione lirica e di balletto 2009-2010
Roméo et Juliette
Opera in cinque atti su libretto di Jules Barbier e Michel Carré, da Shakespeare
Musica di Charles Gounod

Juliette Silvia Dalla Benetta
Roméo Antonino Siragusa
Stephano Elena Belfiore
Mercutio Massimiliano Gagliardo
Frère Laurent Giovanni Battista Parodi
Tybalt Hans Ever Mogollon
Gertrude Chiara Fracasso
Benvolio Dax Velenich
Pâris Armando Badia
Gregorio  Giuliano Pelizon 
Capulet Nicolò Ceriani
Il Duca Manrico Signorini
  
Orchestra e Coro del Teatro Verdi di Trieste - M.o del coro: Alessandro Zuppardo
Direttore Julian Kovatchev
Regia Damiano Michieletto
Scene Paolo Fantin
Costumi Carla Teti
Coreografie Roberto Pizzuto
Luci Fabio Berettin
Nuovo allestimento in coproduzione con Fondazione La Fenice di Venezia e Fondazione Arena di Verona

Lukas Franceschini

2010_TF_Romo_et_Juliette_14_03_C_foto_Ennevi_122Verona, 23 marzo 2010. L’opera di Charles Gounod Romeo et Juliette, nella coproduzione teatrale tra le Fondazioni del nord-est, arriva quale ultima tappa a Verona. Si esegue l’ultima versione del 1888 con la soppressione del balletto che in questa occasione sarebbe stato sfizioso eseguire considerando che la Fondazione Arena ha nel suo organico anche un Corpo di Ballo. La vicenda degli sfortunati amanti veronesi, tratta dall’omonimo dramma di William Shakespeare, colpì il compositore ancora nel lontano 1842 quanto a Roma assistette alla Sinfonia drammatica di Berlioz. Il progetto venne poi accantonato per essere ripreso circa venticinque anni dopo. La prima assoluta avvenne nel 1867 al Theatre Lyrique di Parigi diretto allora dal marito di Madame Miolan-Carvalho la quale, prima interprete del ruolo di Giulietta, fu una delle maggiori cantanti francesi che univa ad una splendida voce di soprano lirico le agilità di un soprano di coloratura con fraseggio vario ed elegante, fu per lei che Gounod compose il celebre valzer dell’atto I. 2010_TF_Romo_et_Juliette_atto_I_14_03_S_foto_Ennevi_11Dopo il trionfo iniziale l’opera fu rimaneggiata per essere rappresentata all’Opera Comique (1873), dunque con recitativi parlati, e sempre trionfando venne proposta nel massimo teatro parigino, ovvero l’Opera Garnier, nel 1888 con una nuova stesura e il balletto, elemento imprescindibile nella prassi francese dell’800. L’allestimento giunto ora a Verona, con la regia di Damiano Michieletto, le scene di Paolo Fantin e i costumi di Carla Teti, è stato contestato sia a Venezia sia a Trieste mentre in quest’occasione ha ricevuto entusiastici consensi, anche se qualche disappunto si poteva captare dal pubblico durante gli intervalli. Si tratta invece di un bellissimo allestimento colmo di inventiva e poesia che però si scosta dallo stereotipo medievale senza nulla togliere alla drammaturgia e al soggetto. Infatti, Romeo e Giulietta, come scrive il regista nel programma di sala, non ha bisogno di presentazioni semmai necessita di interpretazione. Egli aggiornando la vicenda ai giorni nostri trova una chiave di lettura efficace e coinvolgente rappresentata da un simbolo universale il giradischi, emblema dell’età giovanile, sul quale si sviluppa tutta vicenda, dalla discoteca della festa del primo atto, dal balcone rappresentato dalla puntina, dalle cuffie che era il letto, al quartiere periferico dove agisce frate Lorenzo, alla tomba. La dicitura “Printemps” chiude l’opera sottolineando che questi giovani ragazzi hanno vissuto solo la primavera della loro vita, una primavera esaltante, seppur nel tragico finale. Sul versante musicale Carlo Montanaro tiene le fila con modestia risultando spesso eccessivo nelle sonorità, ma anche capace di uno spessore romantico di buona qualità. Il coro non propriamente sempre puntuale si adagia su una banale routine. Nel cast spicca la presenza di Maria Alejandres, soprano lirico di ampia voce che non è propriamente sciolta nel valzer, ma emerge notevolmente nei duetti e soprattutto nella grande aria del veleno. Paolo Fanale si fa apprezzare per una voce seducente, pastosa e un ottimo fraseggio, peccato la zona acuta non sia particolarmente rifinita ma considerata la giovane età speriamo in un continuo miglioramento. Massimo Gagliardo è uno spavaldo Mercutio e nella ballata mette a segno una brillante esecuzione, come la musicale Elena Belfiore nella canzone della Tortorella. Buone le parti di fianco in cui spiccano il poderoso frate di Luca Dall’Amico, la Gertrude di Floriana Sovilla e il Benvolio di Salvatore Schiano di Cola. La regia era ripresa da Roberto Maria Pizzuto, il quale pur attenendosi all’originale elimina lo stupro della nutrice, e fa bene. Peccato constatare che il Teatro Filarmonico era semideserto, considerando la rarità dell’esecuzione e la bellezza dell’opera come la particolare locazione della città nella vicenda, comunque il pubblico presente ha tributato un caloroso successo.

Locandina 23 marzo

Teatro Filarmonico di Verona, Stagione Lirica e di Balletto 2009-2010
Romeo et Juliette
Opera in cinque atti su libretto di Jules Barbier e Michel Carré dalla tragedia Romeo and Juliet di William Shakespeare
Musica di Charles Gounod
Versione 1888.

Personaggi Interpreti
Juliette Maria Alejandres
Stéphano Elena Belfiore
Gertrude Floriana Sovilla
Roméo Paolo Fanale
Tybald Anicio Zorzi Giustininiani
Benvolio Salvatore Schiano di Cola
Mercutio Massimiliano Gagliardo
Paris Nicolò Rigano
Grégorio Dario Giorgelé
Capulet Luca Dall'Amico
Frère Laurent Alessandro Spina
Le duce de Vérone Manrico Signorini
Orchestra e Coro dell'Arena di Verona - M.o del coro: Giovanni Andreoli
Direttore Carlo Montanaro
Regia Damiano Michieletto
ripresa da  Roberto Maria Pizzuto
Scene Paolo Fantin
Costumi Carla Teti
Coreografia Roberto Maria Pizzuto
Allestimento in coproduzione tra Fondazione Arena di Verona, Fondazione Teatro La Fenice di Venezia e Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste

 

FOTO ENNEVI

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
Guglielmo tell Cremona, 4 ottobre 2019. Il Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona inaugura la sua...
NORMA Tolosa, 5 ottobre 2019. E' ormai invalso l'uso di eseguire la sinfonia delle opere...
L'Elisir d'amore Milano, 1 ottobre 2019. L'Elisir d'amore, melodramma giocoso di Gaetano Donizetti,...
DON CARLO Madrid, 30 settembre 2019. Il Teatro Real di Madrid inaugura la Stagione...
DON GIOVANNI Roma, 28 settembre 2019. Graham Vick ha completato la trilogia dapontiana al...
AIDA Busseto, 24 settembre 2019 (prova antegenerale). Ambientazione magica per l’Aida del...
LUISA MILLER Parma, 22 settembre 2019 (prova antegenerale). Dopo dodici anni torna al Festival...
L'ITALIANA IN ALGERI Torino, 26 maggio 2019. La stagione d'opera e balletto 2019 del Teatro Regio si...
Rigoletto Milano, 11 settembre 2019. Dopo la pausa estiva il Teatro alla Scala riprende la...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Venezia, 7 settembre 2019. Il Teatro la Fenice, nel proseguire la Stagione...
DEMETRIO E POLIBIO Pesaro, 18 agosto 2019. La prima opera composta da Gioachino Rossini non fu la...
GALA ROF XL Pesaro, 21 agosto 2019. Il Quarantesimo Rossini Opera Festival è festeggiato con...
SEMIRAMIDE Pesaro, 20 agosto 2019. La monumentale Semiramide è una delle poche opere serie...
L'EQUIVOCO STRAVAGANTE Pesaro, 19 agosto 2019. Seconda opera di Gioachino Rossini ad essere andata in...
MACBETH Macerata, 4 agosto 2019. Una Scozia molto "siciliana" ha fatto da sfondo...
AIDA Roma, 13 luglio 2019. Intimismo e psicologia: alle Terme di Caracalla è tornato...
Prima la musica e poi le parole - Gianni schicchi Milano, 10 luglio 2019. Il Teatro alla Scala, come ultima proposta prima della...
Madama butterfly Savona, 6 luglio 2019. Nel complesso monumentale del Priamar va in scena Madama...
I MASNADIERI Milano, 1 luglio 2019. Dopo oltre quaranta anni di assenza I masnadieri torna sul...
IL TROVATORE Verona, 29 giugno 2019. Terzo titolo dell’Opera Festival 2019, Il Trovatore di...
IPHIGENIE EN TAURIDE Parigi, 24 giugno 2019. Ogni volta che si ha la fortuna di ascoltare uno dei...
LE NOZZE DI FIGARO Firenze, 15 giugno 2019. Il debutto assoluto di Sonia Bergamasco nelle regie...
LA CENERENTOLA Roma, 12 giugno 2019. Una interpretazione fiabesca e azzurrina: Emma Dante torna...
ALCINA Salisburgo, 9 giugno 2019. Nell'anno in cui il Festival di Pentecoste di...
POLIFEMO Salisburgo, 8 giugno 2019. Il Festival di Pentecoste di Salisburgo quest'anno è...
die tote stadt Milano, 7 giugno 2019. Per la prima volta viene rappresentata al Teatro alla Scala Die...
TURANDOT Bologna, 30 maggio 2019. Turandot, l’opera incompiuta di Puccini, torna al...
L'ANGELO DI FUOCO Roma, 23 maggio 2019. Dopo 53 anni il lavoro di Prokof'ev è tornato a Roma con un...
IDOMENEO Milano, 16 maggio 2019. Dopo dieci anni di assenza torna al Teatro alla Scala...
LA STRANIERA Firenze, 14 maggio 2019. Molto repertorio d'opera della prima metà dell'Ottocento,...
Così fan tutte  Las Palmas, Gran Canaria, 11 maggio 2019. Una volta si era soliti dire:...
MADAMA BUTTERFLY Catania, 10 maggio 2019. Madama Butterfly è un gran titolo ed eccolo a Catania il...
LA TRAVIATA Novara, 5 maggio 2019. La Traviata di Giuseppe Verdi, assente dalle scene...
REQUIEM Parma, 3 maggio 2019. L'ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart -...
ARIADNE AUF NAXOS Milano, 30 aprile 2019. Ariadne auf Naxos torna finalmente al Teatro alla Scala...
LA SONNAMBULA Torino,14 Aprile 2019. Assente dalle scene torinesi per oltre vent'anni il...
SERSE Piacenza, 12 aprile 2019. Dopo qualche anno di assenza l’opera barocca torna al...
IL BARBIERE SI SIVIGLIA Parma, 22 marzo 2019. Anche in una città come Parma oggigiorno è più facile...
AGNESE Torino, 17 marzo 2019. Ferdinando Paer, eccellente musicista di collegamento tra il...
CHOVANŠČINA Milano, 6 marzo 2019. La grande opera incompiuta di Modest Petrovič Musorgskij è...
ANDREA CHENIER Reggio Emilia, 1 marzo 2019. Oltre a La forza del destino, l’altra produzione di...
ANNA BOLENA Roma, 28 febbraio 2019. Il quarto titolo del Costanzi per la stagione 2018-2019 è...
SEMIRAMIDE Bilbao, 22 e 25 febbraio 2019. Per questa produzione di Semiramide al Palacio...
RIGOLETTO Torino, 10 e 16 febbraio 2019. Arriva a Torino il Rigoletto con la regia di John...
DON GIOVANNI Verona, 31 gennaio 2019. Al Teatro Filarmonico è stato rappresentato Don Giovanni,...
WERTHER Venezia, 25 gennaio 2019. Werther, il drame lyrique di Jules Massenet, è proposto al...
MADAMA BUTTERFLY Torino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di...
DIONYSOS RISING (Roberto David Rusconi)   Trento, 19 gennaio 2019. La stagione d’opera “Forces of nature” della...
TURANDOT Rovigo, 18 gennaio 2019. Un successo pieno la prima rappresentazione della fiaba...
LA TRAVIATA Roma, 18 gennaio 2019. Sofia Coppola e Valentino hanno regalato ancora una...
LA FORZA DEL DESTINO Piacenza, 18 gennaio 2019. Dopo tredici anni di assenza, La forza del destino di...
LA TRAVIATA Milano, 16 gennaio 2019. Al Teatro alla Scala il primo titolo del nuovo anno è La...
UN BALLO IN MASCHERA Parma, 16 gennaio 2019. Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini – sotto...
LA CENERENTOLA Padova, 31 dicembre 2018. Padova celebra Rossini chiudendo l’anno con La...
DON GIOVANNI Bologna, 20 dicembre 2018. Il Teatro Comunale di Bologna conclude la Stagione 2018 e...
ATTILA Milano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è...
LE NOZZE DI FIGARO Rovigo, 14 dicembre 2018. Ben realizzata, nel suo insieme, la messa in scena del...
RIGOLETTO Roma, 13 dicembre 2018. Dal '500 al 1943 il passo è breve: la stagione 2018-2019...
CARMEN Firenze, 4 dicembre 2018. Dopo solo un anno dal suo debutto, lo spettacolo di Leo...
ELISABETTA AL CASTELLO DI KENILWORTH Bergamo, 30 novembre 2018. Secondo e imperdibile titolo del Donizetti Opera è stato...
MACBETH Venezia, 29 novembre 2018. La stagione lirica 2018-2019 del Teatro La Fenice è stata...
L'ELISIR D'AMORE 24 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino...
ENRICO DI BORGOGNA Bergamo, novembre e dicembre 2018. Il Donizetti Opera Festival 2018 è stato inaugurato...
FIN DE PARTIE Milano, 22 novembre 2018. Finalmente dopo anni di gestazione e rimandi, dovute a...
MOSÈ IN EGITTO Novara, 18 novembre 2018. Nel centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino...
LA FILLE DU REGIMENT Bologna, 14 novembre 2018. Ripreso al Teatro Comunale l'allestimento ideato da Emilio...
FALSTAFF Como, 11 novembre 2018. Piacevolissimo il Falstaff comasco in scena nel weekend scorso...
NABUCCO Rovigo, 9 novembre 2018. La Stagione Lirica del Teatro Sociale, il quale nel 2019...
LE NOZZE DI FIGARO Roma, 2 novembre 2018. Graham Vick propone una regia del capolavoro mozartiano...
CAPPUCCETTO ROSSO Piacenza, 26 ottobre 2018. Il compositore piacentino Stefano Guagnini, classe...
FALSTAFF Vicenza, 14 ottobre 2018. Felice collaborazione quella tra la Società del Quartetto di...
IL TROVATORE Torino, 13 Ottobre 2018. Una nuova elegante produzione de Il...
MACBETH Parma, 11 e 18 ottobre 2018. L’opera inaugurale del Festival Verdi 2018 è Macbeth...
UN GIORNO DI REGNO Busseto, 3, 10 e 11 ottobre 2018. Seconda opera del Cigno di Busseto e secondo titolo...
DIE ZAUBERFLÖTE Roma, 10 ottobre 2018. Dalla fine del '700 agli anni Venti del '900 il passo è...
TOSCA Cremona, 7 ottobre 2018. Il Teatro Grande di Brescia propone tra le produzioni del...
IL VIAGGIO A REIMS Bergamo, 5 ottobre 2018. La stagione del Circuito Opera Lombardia è iniziata con una...
LE TROUVERE Parma, 4 ottobre 2018. Il Festival Verdi 2018 è l’edizione delle conferme, dalla...
ALI'-BABA' E I QUARANTA LADRONI Milano, 14 settembre 2018. L’annuale allestimento del Teatro alla Scala per il...
POLIDORO (Antonio Lotti) Vicenza, 7 settembre 2018. Fiore all'occhiello del Festival Vicenza in Lirica è stata...
KING ARTHUR Vicenza, 2 settembre 2018. L’annuale manifestazione “Vicenza in Lirica” Visione...
VERDI OPERA NIGHT Verona, 26 agosto 2018. Il 96° Opera Festival all’Arena ha offerto quasi in...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA (cast alternativo) Verona, 24 agosto 2018 (cast alternativo). Le ultime due recite de Il barbiere di...
GLI AMORI D'APOLLO E DAFNE Innsbruck, 23 agosto 2018. Come consuetudine una delle produzioni dell’Innsbruck...
DIDONE ABBANDONATA (Giuseppe Saverio Mercadante) Innsbruck, 14 agosto 2018. L’edizione 2018 de Innsbruckner Festwochen der Alten Musik,...
L'ELISIR D'AMORE Macerata, 10 agosto 2018. La regia "balneare" di Damiano Michieletto non ha fatto...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Pesaro, 10 agosto 2018 (prova generale). L’anniversario celebrativo al Rossini Opera...
ADINA Pesaro, 9 agosto 2018 (prova generale). La seconda opera dell’odierno Rossini Opera...
RICCIARDO E ZORAIDE Pesaro, agosto 2018. Il XXXIX Rossini Opera Festival è sato inaugurato con l'opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA   Verona, 4 agosto 2018. L’opera che ha ottenuto un vero trionfo all’Arena Opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Padova, 2 agosto 2018. Come di consueto ad agosto c’è il classico appuntamento con...
MACBETH Firenze, 13 luglio 2018. Il Maestro Riccardo Muti torna al Maggio Musicale Fiorentino...
LA TRAVIATA Roma, 7 luglio 2018. Una Traviata che strizza l'occhio alla Dolce Vita di Federico...
NABUCCO Verona, 7 luglio 2018. Uno spettacolo di successo non si cambia, anzi è riproposto con...
IL PIRATA Milano, giugno e luglio 2018. Dopo oltre sessant’anni di assenza Il pirata di Vincenzo...
TURANDOT Verona, 30 giugno 2018. La terza opera in cartellone al 96° Festival dell’Arena è...

Visitatori

Visitatori oggi:135
Visitatori mese:7545
Visitatori anno:121426
Visitatori totali:458564

OperaLibera piace a...