Login

12 butterflyTorino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di Damiano Michieletto con la Madama Butterfly di Pier Luigi Pizzi, quarto titolo della stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino, di cui il regista milanese cura regia, scene e costumi.


Visto da Margherita Panarelli

Nate nel 2009 per lo Sferisterio di Macerata, regia e scenografie di questo allestimento sono realizzate a tocchi gentili, proprio come nello Shodō, l'arte della calligrafia giapponese; una scena fissa composta di una casa tradizionale dipinta a colori tenui sui toni del grigio funge da fulcro per l'intera vicenda della sfortunata Cio-Cio-San e le movenze riprendono quelle per cui le isole dell'impero del sol levante sono ben note. Delizioso il balletto, interpretato da Letizia Giuliani e Francesco Marzola durante il breve sonno di Butterfly, nel quale è incapsulata tutta la storia narrata fino a quel momento. 01 butterfly

Unica concessione alla prassi interpretativa dell'opera in questo allestimento rispettoso degli usi nipponici e lontanissimo da macchiettismi è il seppuku, antica pratica di suicidio rituale tipica dei samurai più nota come harakiri, che nel finale sostituisce l'altrettanto antica pratica del jigai femminile. Eccellente come sempre il lavoro di coro e orchestrali. Daniel Oren ha diretto attingendo a tutti i colori della tavolozza della partitura pucciniana contribuendo all'immersione nel mondo raccontato dall'opera ed il coro, preparato da Andrea Secchi, ha potuto dar mostra di tutte le qualità nel primo e soprattutto nel secondo atto con un "coro a bocca chiusa" di grande fascino.

06 butterflyIntervenuta a sostituire la prevista Karah Son, Rebeka Lokar ha interpretato in maniera eccellente la protagonista unendo alla delicatezza ed alla precisione dell'emissione un'impeccabile proiezione del suono ed una precisissima intonazione esibendo inoltre un ferreo controllo sul notevole volume del proprio strumento. Risulta un poco acerbo e meno preciso nell'emissione Murat Karahan nel ruolo di Pinkerton il quale offre comunque una performance riuscita e di successo. Il bel timbro della voce del tenore turco, la generosità del volume e la brillante schiettezza del suo strumento ben si adattano alla spavalderia di Pinkerton offrendo la certezza di una sicura maturazione di questo bravo interprete.

10 butterflyElegante e completa di doti canore ed attoriali è Sofia Koberidze nel ruolo della fedele Suzuki la quale riesce anche a risplendere di luce propria nei brevi momentia lei concessi e soprattutto nel delizioso duetto dei fiori. Fa davvero molto bene Simone del Savio come Sharpless, ottimo il fraseggio e le dinamiche con gli altri personaggi. Efficaci e precisi Luca Casalin e Im-Sung Sim come Goro e Zio Bonzo. Molto bene anche Franco Rizzo e Roberta Garelli come Yakusidè e la moglie americana di Pinkerton. Dolcissima e sempre presente all'azione la piccola Sofia La Cara nel ruolo di Dolore. Il successo da parte del pubblico che gremisce il teatro è caloroso e meritato per una Madama Butterfly emotivamente coinvolgente e musicalmente validissima.

Locandina

Teatro Regio di Torino - Stagione operistica 2018/19
MADAMA BUTTERFLY

 

Tragedia giapponese in due atti (tre parti)

Libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa
dal racconto di John Luther Long
e dal dramma di David Belasco

Musica di Giacomo Puccini


 

Personaggi: Interpreti:
Madama Butterfly (Cio-Cio-San) Rebeka Lokar
F. B. Pinkerton Murat Karahan
Sharpless Simone Del Savio
Suzuki Sofia Koberidze
Goro Luca Casalin
Il Principe Yamadori Paolo Maria Orecchia
Lo zio bonzo In-Sung Sim
Il commissario imperiale Marco Tognozzi
Kate Pinkerton Roberta Garelli
Lo zio Yakusidè Franco Rizzo
L'ufficiale del registro Giuseppe Capoferri
La madre di Cio-Cio-San Claudia De Pian
La zia Rita La Vecchia
La cugina Ashley Milanese
Il figlio di Cio-Cio-San Sofia La Cara

Orchestra e Coro del Teatro Regio di Torino

Maestro del Coro: Andrea Secchi

Direttore Daniel Oren
Regia, Scene e Costumi Pier Luigi Pizzi

Coreografia

Francesco Marzola

Luci

Fabrizio Gobbi

Assistente alla regia

Matteo Anselmi
  
Allestimento Associazione Arena Sferisterio di Macerata

 

FOTO DI EDOARDO PIVA cortesia del Teatro Regio

Collega la pagina al tuo social: