Login

 amore_524 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino prosegue con una ripresa di buon livello del rodato allestimento di Fabio Sparvoli de L'elisir d'amore di Gaetano Donizetti.


Visto da Margherita Panarelli

Colorato e divertente l'allestimento riprende le atmosfere di "Pane, Amore e Fantasia" ambientando l'opera durante il quinto decennio del ventesimo secolo riuscendo nuovamente ad intrattenere ed emozionare. Frizzante e sbarazzina la direzione di Michele Gamba guida le sempre eccellenti maestranze del Teatro Regio in una lettura dinamica e, forse anche troppo, svelta ma comunque attenta a colori ed atmosfere. Ottima prova anche da parte del coro preparato da Andrea Secchi.

 amore_6

Interessante e personale nelle intenzioni la posata Adina di Lavinia Bini, dalle linee di canto morbide e dall'intonazione cristallina. Piacevole la scelta di rendere Adina meno petulante e più simile ad una persona reale, sicura di sé ma non sopra le righe, macchiettistica. Scelta che si può notare fin dal primo duetto con Nemorino. Nel consigliare a Nemorino di "cangiar d'amante" Adina è quasi premurosa, si rende conto da subito della genuinità dei suoi sentimenti ma li giudica una semplice cotta passeggera, ed ecco che risulta molto efficace il cambiamento che avviene nella bella fittavola quando si rende conto della profondità dei sentimenti di Nemorino e della tenacia di lui.

 

 amore_2Elegante, inappuntabile il sognante Nemorino di Giorgio Berrugi. Il bel timbro pastoso del tenore offre a Nemorino un certo qual grado di maturità in più pur rimanendo il suo personaggio il "semplicione" conosciuto dalle platee dei teatri d'opera di tutto il mondo. Pirotecnico ed effervescente vocalmente e fisicamente il Dulcamara di Simón Orfila nonostante si trattasse della sua terza recita consecutiva a causa dell'improvvisa indisposizione di Roberto De Candia. Eccellenti le interazioni con Mario Brancaccio, mimo ben noto al pubblico torinese, nel ruolo del suo assistente.

 amore_1Corretto e arrogante al punto giusto Julian Kim come Belcore il quale pur non potendo contare su un timbro particolarmente piacevole porta a casa una buonissima prova. Ashley Milanese è la Giannetta adatta a questo vivace allestimento, vispa e spigliata scenicamente e vocalmente. Alla riapertura del sipario gli applausi sono calorosi per tutti gli interpreti da parte di una sala quasi completamente piena.

Locandina


Teatro Regio di Torino - Stagione Operistica 2018/19
L'ELISIR D'AMORE

Melodramma giocoso in due atti
Libretto di Felice Romani

da Le Philtre di Eugène Scribe
Musica di Gaetano Donizetti

Personaggi: Interpreti:
Adina Lavinia Bini
Nemorino Giorgio Berrugi
Il Dottor Dulcamara Simón Orfila
Belcore Julian Kim
Giannetta Ashley Milanese
L'assistente del dottor Dulcamara Mario Brancaccio

Orchestra e Coro del Teatro Regio di Torino

Maestro del Coro: Andrea Secchi

Direttore Michele Gamba
Regia Fabio Sparvoli

Scene

Saverio Santoliquido

Costumi

Alessandra Torella

Luci 

Andrea Anfossi

Assistente alla regia

Anna Maria Bruzzese
  
Allestimento del Teatro Regio di Torino

 

FOTO DI EDOARDO PIVA cortesia del Teatro Regio

Collega la pagina al tuo social: