Login

01. attMilano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è stata Attila di Giuseppe Verdi, melodramma acceso del primo periodo compositivo, che a Milano conta otto proposte dal 1846. 


Visto da Lukas Franceschini

 

L’opera fu composta per il teatro La Fenice ove debuttò il 17 marzo 1846 con protagonisti Sophie Loewe, Ignazio Marini, Carlo Guasco e Natale Costantini, un quartetto mirabile. L’idea di comporre un’opera dal dramma “Attila, König der Hunnen” di Zacharias Werner era stata messa da parte per I due Foscari 02. attche Piave e Verdi crearono per il Tetro Argentina di Roma. Dalla Fenice di Venezia arriva una nuova commissione e Verdi riprende il soggetto accantonato. Considerato lo spirito battagliero dell’opera, il compositore decide di affidare a Temistocle Solera la stesura del libretto, anche se in seguito, quando Verdi si recò nella città veneta per la messa in scena dell’opera, dovette richiamare il Piave poiché Solera era in Spagna. Dopo numerosi rinvii, dovuti alle precarie condizioni di salute di Verdi, con undici settimane di ritardo Attila finalmente andò in scena e riscosse un grandissimo successo. Il pubblico veneziano reagì festosamente alla scena in cui i superstiti di Aquileia giungono in laguna 03. attper fondare Venezia. Siamo in un periodo di moti rivoluzionari, e ad alcuni versi il pubblico reagì con grida patriottiche. Memorabile  quando il Generale Ezio canta “Avrai tu l’universo, resti l’Italia a me”, il pubblico replicò “A noi! L’Italia a noi”. Paradossale che la censura austrica avesse lasciato inalterata questa scena, la quale contribuì ad acclamare Verdi quale eroe non solo musicale.
Sulla validità musicale di Attila potremo citare molteplici scritti di musicologi e non avremo una comune idea. Osborn, ad esempio è piuttosto fermo nel considerarla a tutti gli effetti partitura minore inferiore addirittura ad Alzira, e trova ben poche pagine da salvare. A mio parere è più equanime Budden, che pur riconoscendo la non eccezionalità dello spartito, nello stesso sono contenute pagine di alto valore, una fra tutte il terzetto “Te sol, te sol quest’anima”. Si devono inoltre registrare dei passi in vanti nella drammaturgia considerando il personaggio di Odabella, la quale acquista una 04. attfigura centrale nell’opera. Donna innamorata ma soprattutto fiera guerriera, sentimenti che determinano uno spiccato tono drammatico. La parte fu scritta per lo stesso soprano interprete del ruolo di Elvira nell’Ernani, dunque una cantante dotata di estensione, agilità e un colore brunito, che permette di affrontare la terribile aria d’entrata e in seguito le raffinatezze della seconda aria. Meno indicativa la focalizzazione di Foresto, al quale riserva due arie, ma il personaggio è marginale nello sviluppo teatrale anche se incarna il consueto ruolo dell’innamorato, leggermente più rilevante il ruolo di Ezio, che non fa una bella figura, meschino e traditore. Il protagonista, Attila, è ruolo complesso diviso tra sete di vendetta e terrore per il trascendentale dominato dagli incubi, e il finale atto I, l’incontro con Leone, ha una straordinaria valenza 05. attemotiva. Attila oggi dopo un lungo processo di renaissance è tornata in repertorio, come lo fu fino al 1870, e l’aggettivo più appropriato è “risorgimentale” e anche se contiene sviluppi non del tutto risolti, segna il cammino evolutivo di Verdi che di lì a poco fornirà prove notevolmente più rilevanti e l’opera segna forse un gradino importante in questo traguardo.
La lettura che ne fa Davide Livermore non è assolutamente scontata come di prassi per qualsiasi titolo egli affronti, coadiuvato da Giò Forma per le scene, D-Wok per i video e Gianluca Falaschi per i costumi. Un aspetto peculiare di Livermore è l’amore per il cinema e anche in quest’occasione non mancano riproposte vere e proprie di celebri pellicole. Chi scrive può anche condividere tale singolarità, tuttavia credo sia talvolta ripetitivo, ma in occasione di Attila devo rilevare che il progetto funziona più che in altre occasioni. Ovviamente l’ambientazione non è storica ma poiché si parla di guerre e conflitti la collocazione storica nel 1945 è plausibile, dovrebbe essere atemporale ma i riferimenti portano alla fine del secondo conflitto con proiezioni 06. attsia di Roma sia di Berlino in macerie. Un immenso ponte sovrasta la scena, sotto il quale arrivano i soldati di Attila che compiono omicidi e violenze con riferimenti espliciti a “Roma città aperta” di Roberto Rossellini. Livermore è creativo senza alterare nulla, anzi, l’aspetto bellico con riferimenti a noi ormai lontani ma ancora vivi e presenti nella memoria, rendono più reali le drammatiche vicende dell’opera. Inoltre, è stupefacente la cura del dettaglio che il regista ha dimostrato in tutte le scene, per ogni personaggio e ogni comparsa, probabilmente qualcosa si è perso perché molteplici erano i tasselli che componevano una lettura molto ricercata e complessa. Grandi colpi di teatro sono stati il dipinto di Raffaello, durante il sogno di Attila, che si materializza in seguito nel finale, e la grande scena al II atto ambientata in un lussuoso locale di Berlino che ci riporta alle trasgressive e sfrenate feste de’ “La caduta degli dei” di Luchino Visconti e anche con riferimenti a “Il portiere di notte “ di Liliana Cavani, nella quale senza eccedere riviviamo un clima di terrore e ansia che raramente è riscontrabile in teatro. Se il regista ha saputo dare 07. attanima con grande drammaturgia non solo ai protagonisti ma soprattutto al coro e alle numerose comparse con grande intelligenza, non è meno rilevante il lavoro delle videoproiezioni che creano una suggestione grigio-scuro ancora più tenebrosa. Le scene sono di sontuosa imponenza e i cambi a vista denotano una macchina di stupefacente tecnologia. La gande arte di Gianluca Falaschi anche in quest’occasione conferma le doti creative del costumista che firma abiti bellissimi e in perfetta combinazione con il periodo considerato.
Sul podio Riccardo Chailly, il quale ancora una volta sancisce quanto Verdi sia per lui autore prediletto, che segue con mirabile pertinenza. Attila, come predetto, è opera risorgimentale, e Chailly non lo dimentica mai, infatti, i tempi sono serrati e ben dosati, senza eccessi, ma puntando su un equilibrio di suono generale. Concertatore di forte esperienza non perde mai il controllo del palcoscenico creando un insieme unico di pregevole musicalità. Raffinato nei momenti intimistici, memorabile com’è offerto il preludio all’aria di Odabella nel primo atto, ma altrettanto vibrante quando si tratta di masse corali e cabalette, impeto e frenesia che caratterizza il primo Verdi. Complice anche un’orchestra in forma smagliante che segue tutte le indicazioni con risultati eccellenti, al pari di un Coro, istruito da Bruno Casoni, di abbagliante precisione e sonorità strepitose.
Il miglior cantante è Ildar Abdrazakov, un Attila imponente e fieramente inquietante ma allo stesso tempo umano, almeno in qualche occasione. Egli sfodera una voce importante e piena, compatta nei registri e contraddistinta da una morbidezza naturale cui si somma un gioco di colori davvero ragguardevole.
Saioa Hernandez, Odabella, sfoggia una voce importante e di forte espressione drammatica, con buona possibilità nelle agilità, perfettibili forse, e capace di piegare uno strumento così luminoso in pianissimi di affascinante ascolto. A essere pignoli bisogna rilevare che gli estremi acuti non sono del 00. atttutto fermi, e questo a solo a distanza di mesi dall’ultimo ascolto, ma il fraseggio è ricercato e gli accenti ben realizzati, nell’insieme comunque un’ottima prova.
George Petean, Ezio, è un corretto baritono dotato di voce importate e rotonda, ma poco espressivo e non raffinato nel colore ma non crea danni e si colloca in una ruotine che però oggi è stata innalzata di rango.
Fabio Sartori è un buon Foresto, capace di mettere al servizio del personaggio una voce non dotata di suo, ma precisa, musicale e ben equilibrata nei registi, particolarmente luminoso l’acuto. Si prende un successo personale nel III atto quando esegue l’aria “Oh dolore! Ed io vivea” scritta per Napoleone Moriani in occasione della prima scaligera del 1846, e splendidamente eseguita dal tenore veneto.
Bravissimo Gianluca Buratto nel breve ruolo di Leone, e altrettanto si deve registrare per l’Uldino di Francesco Pittari.
Pubblico generoso e festante di applausi al termine, meritatissimi.

 

©  ®

 

Locandina

TEATRO ALLA SCALA - Stagione d'Operae Balletto 2018-2019
ATTILA
Dramma lirico in un prologo e tre atti
Libretto di Temistocle Solera e Francesco Maria Piave
Musica di Giuseppe Verdi
Edizione critica della partitura a cura di Helen M. Greenwald, University of chicago e Casa Ricordi Milano
Personaggi: Interpreti:
Attila, re degli Unni Ilda Abdrazakov
Ezio, generale romano George Petean
Odabella, figlia del signore d'Aquileja Saioa Hernandez
Foresto, cavaliere auilejese Fabio Sartori
Uldino, giovane bretone, schiavo d'Attila Francesco Pittari
Leone, vecchio romano Gianluca Buratto

Orchestra e coro del Teatro alla Scala
con la partecipazione del Coro di Voci Bianche dell'Accademia del Teatro alla Scala

Direttore Riccardo Chailly
Mo. dei cori Bruno Casoni
Regia Davide Livermore

Scene

Giò Forma

Costumi

Gianluca Falaschi

Luci

Antonio Castro

Video

D-Wok
  
Nuovo allestimento

 

FOTO di Brescia e Amisano - Teatro alla Scala

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
IDOMENEO, RE DI CRETA Roma, novembre 2019. Il debutto di Michele Mariotti alla direzione dell'orchestra...
DIE ÄGYPTISCHE HELENA Milano, 9 novembre 2019. Per la prima volta alla Scala Die ägyptische Helena,...
ERMIONE Napoli, 7 Novembre 2019. Quando un'opera seria di Gioachino Rossini, soprattutto...
MACBETH Vienna, 1 novembre 2019. “ POLONIO : Che cosa state leggendo,...
WERTHER Vienna, 31 ottobre 2019. E’ raro che io scriva una recensione in prima persona,...
LA TRAVIATA Venezia, 29 ottobre 2019. La Stagione 2018/2019 del Teatro La Fenice chiude con...
VERDI OPERA GALA Piacenza, 27 ottobre 2019. La stagione 2018/2019 del Teatro Municipale di...
IL MATRIMONIO SEGRETO Verona, 27 ottobre 2019. Grande successo domenica, per la prima rappresentazione...
GIULIO CESARE Milano, 25 ottobre 2019. Con il celebre Giulio Cesare in Egitto di Georg...
L'ELISIR D'AMORE Thiene, 20 ottobre 2019. Dopo le fortunate recite al Teatro Olimpico, il Festival...
FERNAND CORTEZ Firenze, 20 ottobre 2019. Opera monumentale di Gaspare Spontini, Fernand Cortez...
QUARTETT Milano, 19 ottobre 2019. Quartett, l'innovativo titolo di Luca Francesconi del 2011,...
LUISA MILLER Parma, settembre e ottobre 2019. Rappresentata nella monumentale Chiesa di San...
ERNANI Novara, 18 ottobre 2019. Il teatro Coccia di Novara inaugura la sua stagione...
I PESCATORI DI PERLE - TOSCA Torino, 17 e 27 ottobre 2019 La stagione operistica 2019/20 del Teatro Regio di...
I DUE FOSCARI Parma, 17 ottobre 2019. Eseguita per la prima volta in versione preliminare in...
NABUCCO Parma, 13 ottobre 2019. Stiamo tutti annegando. Non c'è bisogno di andare...
AIDA Busseto, settembre e ottobre 2019. L’Aida firmata da Franco...
NORMA Tolosa, 5 ottobre 2019. E' ormai invalso l'uso di eseguire la sinfonia delle opere...
Guglielmo tell Cremona, 4 ottobre 2019. Il Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona inaugura la sua...
L'Elisir d'amore Milano, 1 ottobre 2019. L'Elisir d'amore, melodramma giocoso di Gaetano Donizetti,...
DON CARLO Madrid, 30 settembre 2019. Il Teatro Real di Madrid inaugura la Stagione...
DON GIOVANNI Roma, 28 settembre 2019. Graham Vick ha completato la trilogia dapontiana al...
L'ITALIANA IN ALGERI Torino, 26 maggio 2019. La stagione d'opera e balletto 2019 del Teatro Regio si...
Rigoletto Milano, 11 settembre 2019. Dopo la pausa estiva il Teatro alla Scala riprende la...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Venezia, 7 settembre 2019. Il Teatro la Fenice, nel proseguire la Stagione...
DEMETRIO E POLIBIO Pesaro, 18 agosto 2019. La prima opera composta da Gioachino Rossini non fu la...
GALA ROF XL Pesaro, 21 agosto 2019. Il Quarantesimo Rossini Opera Festival è festeggiato con...
SEMIRAMIDE Pesaro, 20 agosto 2019. La monumentale Semiramide è una delle poche opere serie...
L'EQUIVOCO STRAVAGANTE Pesaro, 19 agosto 2019. Seconda opera di Gioachino Rossini ad essere andata in...
MACBETH Macerata, 4 agosto 2019. Una Scozia molto "siciliana" ha fatto da sfondo...
AIDA Roma, 13 luglio 2019. Intimismo e psicologia: alle Terme di Caracalla è tornato...
Prima la musica e poi le parole - Gianni schicchi Milano, 10 luglio 2019. Il Teatro alla Scala, come ultima proposta prima della...
Madama butterfly Savona, 6 luglio 2019. Nel complesso monumentale del Priamar va in scena Madama...
I MASNADIERI Milano, 1 luglio 2019. Dopo oltre quaranta anni di assenza I masnadieri torna sul...
IL TROVATORE Verona, 29 giugno 2019. Terzo titolo dell’Opera Festival 2019, Il Trovatore di...
IPHIGENIE EN TAURIDE Parigi, 24 giugno 2019. Ogni volta che si ha la fortuna di ascoltare uno dei...
LE NOZZE DI FIGARO Firenze, 15 giugno 2019. Il debutto assoluto di Sonia Bergamasco nelle regie...
LA CENERENTOLA Roma, 12 giugno 2019. Una interpretazione fiabesca e azzurrina: Emma Dante torna...
ALCINA Salisburgo, 9 giugno 2019. Nell'anno in cui il Festival di Pentecoste di...
POLIFEMO Salisburgo, 8 giugno 2019. Il Festival di Pentecoste di Salisburgo quest'anno è...
die tote stadt Milano, 7 giugno 2019. Per la prima volta viene rappresentata al Teatro alla Scala Die...
TURANDOT Bologna, 30 maggio 2019. Turandot, l’opera incompiuta di Puccini, torna al...
L'ANGELO DI FUOCO Roma, 23 maggio 2019. Dopo 53 anni il lavoro di Prokof'ev è tornato a Roma con un...
IDOMENEO Milano, 16 maggio 2019. Dopo dieci anni di assenza torna al Teatro alla Scala...
LA STRANIERA Firenze, 14 maggio 2019. Molto repertorio d'opera della prima metà dell'Ottocento,...
Così fan tutte  Las Palmas, Gran Canaria, 11 maggio 2019. Una volta si era soliti dire:...
MADAMA BUTTERFLY Catania, 10 maggio 2019. Madama Butterfly è un gran titolo ed eccolo a Catania il...
LA TRAVIATA Novara, 5 maggio 2019. La Traviata di Giuseppe Verdi, assente dalle scene...
REQUIEM Parma, 3 maggio 2019. L'ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart -...
ARIADNE AUF NAXOS Milano, 30 aprile 2019. Ariadne auf Naxos torna finalmente al Teatro alla Scala...
LA SONNAMBULA Torino,14 Aprile 2019. Assente dalle scene torinesi per oltre vent'anni il...
SERSE Piacenza, 12 aprile 2019. Dopo qualche anno di assenza l’opera barocca torna al...
IL BARBIERE SI SIVIGLIA Parma, 22 marzo 2019. Anche in una città come Parma oggigiorno è più facile...
AGNESE Torino, 17 marzo 2019. Ferdinando Paer, eccellente musicista di collegamento tra il...
CHOVANŠČINA Milano, 6 marzo 2019. La grande opera incompiuta di Modest Petrovič Musorgskij è...
ANDREA CHENIER Reggio Emilia, 1 marzo 2019. Oltre a La forza del destino, l’altra produzione di...
ANNA BOLENA Roma, 28 febbraio 2019. Il quarto titolo del Costanzi per la stagione 2018-2019 è...
SEMIRAMIDE Bilbao, 22 e 25 febbraio 2019. Per questa produzione di Semiramide al Palacio...
RIGOLETTO Torino, 10 e 16 febbraio 2019. Arriva a Torino il Rigoletto con la regia di John...
DON GIOVANNI Verona, 31 gennaio 2019. Al Teatro Filarmonico è stato rappresentato Don Giovanni,...
WERTHER Venezia, 25 gennaio 2019. Werther, il drame lyrique di Jules Massenet, è proposto al...
MADAMA BUTTERFLY Torino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di...
DIONYSOS RISING (Roberto David Rusconi)   Trento, 19 gennaio 2019. La stagione d’opera “Forces of nature” della...
TURANDOT Rovigo, 18 gennaio 2019. Un successo pieno la prima rappresentazione della fiaba...
LA TRAVIATA Roma, 18 gennaio 2019. Sofia Coppola e Valentino hanno regalato ancora una...
LA FORZA DEL DESTINO Piacenza, 18 gennaio 2019. Dopo tredici anni di assenza, La forza del destino di...
LA TRAVIATA Milano, 16 gennaio 2019. Al Teatro alla Scala il primo titolo del nuovo anno è La...
UN BALLO IN MASCHERA Parma, 16 gennaio 2019. Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini – sotto...
LA CENERENTOLA Padova, 31 dicembre 2018. Padova celebra Rossini chiudendo l’anno con La...
DON GIOVANNI Bologna, 20 dicembre 2018. Il Teatro Comunale di Bologna conclude la Stagione 2018 e...
ATTILA Milano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è...
LE NOZZE DI FIGARO Rovigo, 14 dicembre 2018. Ben realizzata, nel suo insieme, la messa in scena del...
RIGOLETTO Roma, 13 dicembre 2018. Dal '500 al 1943 il passo è breve: la stagione 2018-2019...
CARMEN Firenze, 4 dicembre 2018. Dopo solo un anno dal suo debutto, lo spettacolo di Leo...
ELISABETTA AL CASTELLO DI KENILWORTH Bergamo, 30 novembre 2018. Secondo e imperdibile titolo del Donizetti Opera è stato...
MACBETH Venezia, 29 novembre 2018. La stagione lirica 2018-2019 del Teatro La Fenice è stata...
L'ELISIR D'AMORE 24 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino...
ENRICO DI BORGOGNA Bergamo, novembre e dicembre 2018. Il Donizetti Opera Festival 2018 è stato inaugurato...
FIN DE PARTIE Milano, 22 novembre 2018. Finalmente dopo anni di gestazione e rimandi, dovute a...
MOSÈ IN EGITTO Novara, 18 novembre 2018. Nel centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino...
LA FILLE DU REGIMENT Bologna, 14 novembre 2018. Ripreso al Teatro Comunale l'allestimento ideato da Emilio...
FALSTAFF Como, 11 novembre 2018. Piacevolissimo il Falstaff comasco in scena nel weekend scorso...
NABUCCO Rovigo, 9 novembre 2018. La Stagione Lirica del Teatro Sociale, il quale nel 2019...
LE NOZZE DI FIGARO Roma, 2 novembre 2018. Graham Vick propone una regia del capolavoro mozartiano...
CAPPUCCETTO ROSSO Piacenza, 26 ottobre 2018. Il compositore piacentino Stefano Guagnini, classe...
FALSTAFF Vicenza, 14 ottobre 2018. Felice collaborazione quella tra la Società del Quartetto di...
IL TROVATORE Torino, 13 Ottobre 2018. Una nuova elegante produzione de Il...
MACBETH Parma, 11 e 18 ottobre 2018. L’opera inaugurale del Festival Verdi 2018 è Macbeth...
UN GIORNO DI REGNO Busseto, 3, 10 e 11 ottobre 2018. Seconda opera del Cigno di Busseto e secondo titolo...
DIE ZAUBERFLÖTE Roma, 10 ottobre 2018. Dalla fine del '700 agli anni Venti del '900 il passo è...
TOSCA Cremona, 7 ottobre 2018. Il Teatro Grande di Brescia propone tra le produzioni del...
IL VIAGGIO A REIMS Bergamo, 5 ottobre 2018. La stagione del Circuito Opera Lombardia è iniziata con una...
LE TROUVERE Parma, 4 ottobre 2018. Il Festival Verdi 2018 è l’edizione delle conferme, dalla...
ALI'-BABA' E I QUARANTA LADRONI Milano, 14 settembre 2018. L’annuale allestimento del Teatro alla Scala per il...
POLIDORO (Antonio Lotti) Vicenza, 7 settembre 2018. Fiore all'occhiello del Festival Vicenza in Lirica è stata...

Visitatori

Visitatori oggi:17
Visitatori mese:11190
Visitatori anno:141796
Visitatori totali:478934

OperaLibera piace a...