Login

battaglia gipali_altomare_yeoFirenze, 25 maggio 2018. L’unica opera scritta da Giuseppe Verdi a favore della causa risorgimentale torna sul palcoscenico del Maggio dopo quasi sessant’anni, pertanto l’attesa e le aspettative sono piuttosto alte.

Visto da Lukas Franceschini

 

Il primo Verdi, ad eccezione di qualche titolo, non è mai stato un repertorio molto eseguito nei teatri. Lo conferma anche il Maggio battaglia altomareMusicale Fiorentino, teatro nel quale l’opera La battaglia di Legnano è stata rappresentata solo nel 1959 prima dell’attuale edizione.
Tragedia lirica in quattro atti fu eseguita per la prima volta il 27 gennaio 1849 al Teatro Argentina di Roma. Il libretto di Salvatore Cammarano è ispirato alle vicende della disfatta dell’Imperatore germanico Federico Barbarossa, avvenuta nel 1176 appunto con La battaglia di Legnano, combattuta da alcune città italiane, riunite nella Lega Lombarda. E’ ovvio che ogni riferimento attuale sia del tutto estraneo, non lo è invece per i fatti del 1848 di tutta Europa ma in particolare delle Cinque Giornate di Milano. Lo stesso librettista sapendo che il pubblico avrebbe percepito un messaggio esplicito, per ragioni di censura, dovette collocare la vicenda durante una guerra di circa otto secoli prima. Sorprende leggere le cronache del tempo e costatare che alla prima l’opera suscitò un enorme entusiasmo, con alcuni atteggiamenti del pubblico davvero bizzarri. Il quarto atto fu bissato per intero, non solo alla prima, ma anche nelle altre repliche. La battaglia di Legnano fu anche eseguita in altri teatri della penisola, ma cadde presto sotto le sentenze della censura austriaca. Una sporadica proposta a Milano, con il titolo L’Assedio di Haarlem, e una ripesa a Parma con un titolo beffardo: nel 1959, dopo le vittorie italiane, fu scopertamente messa in locandina come La disfatta degli austriaci.
La battaglia di Legano ha un rilievo particola nell’ambito della produzione verdiana. Innanzitutto, è efficace come opera stessa, la musica è battaglia gipali_altomare_yeocarattere di emozione e opportunità, colpiscono le linee melodiche sempre raffinate e molto piacevoli, anche se la partitura non è ritmicamente composita. Il colore orchestrale è sempre di drammatica espressività, cui Verdi dedica particolare attenzione alle introduzioni. Inoltre non possiamo non considerare il titolo come un’opera di tesi, che determina il contributo verdiano al movimento politico che aspirava all’unità nazionale. Non secondario la valutazione nell’opera nella cronologia di produzione: essa segue I Masnadieri e Il Corsaro, ma anticipa Luisa Miller e Stiffelio, due nuovi linguaggi di scrittura, vi troviamo sempre un autore innovativo e sperimentale.
Lo spettacolo, nuova produzione del Maggio Musicale, è stato realizzato dal regista Marco Tullio Giordana, scene e luci di Gianni Carluccio, costumi di Francesca Livia Sartori ed Elisabetta Antico. Ambientazione storica rispettata, con scene realizzate con grandi pannelli movibili, che raffiguravano il mattone dei castelli medievali. Idea nella sostanza funzionale ma troppo dispersiva per il grande palcoscenico del Teatro del Maggio.
Di pregio e molto raffinati i costumi, con un tocco di classicismo nella scelta cromatica dei colori.
Della regia di Giordana, quando finirà l’usanza di scomodare il cinema per l’opera, non resta moto da dire, abbiamo avuto l’impressione battaglia gipali_yeoche il mondo del melodramma non fosse proprio il suo pane quotidiano.
La banalità del gesto e l’inefficacia delle grandi scene di massa denotava che ci si affidava all’istinto e al mestiere piuttosto che ad un’idea drammaturgica chiara. Uno spettacolo di ruotine, che si lascai guardare, ma per un’opera al Maggio ci saremo aspettati di più.
Come sarebbe stato opportuno scritturare un cast più omogeneo e più forbito nel canto.
L’Arrigo di Giuseppe Gipali è sicuro e nel complesso ben cantato, con una voce pulita ma di poco smalto, anche se l’uso dei colori e l’accento erano piuttosto anonimi.
Vittoria Yeo, Lida, conferma le qualità di uno strumento di gande pregio, che attraverso una buona linea di canto emerge nei momenti più lirici, senza farci sognare attraverso filati e mezzevoci memorabili. I passi più concitati e drammatici, tracciano il limite non solo vocale, perché l’accento è sempre remissivo e il registro grave non sempre rifinito e di volume contenuto, tuttavia l’onesta prestazione è meritevole.
Giuseppe Altomare, Rolando, è un baritono con voce voluminosa e di buon timbro, ma l’uso è sommariamente poco rifinito, il settore acuto è sempre “indietro” e mai fulgido, in più sovente l’intonazione è precaria. Giusto rilevare che la caratterizzazione scenica è eloquente e molto emozionante.
battaglia yeo_frasconiMarco Spotti, Federico Barbarossa, sfodera la consueta musicalità e possanza vocale in un ruolo forse un po’ troppo limitato per le sue caratteristiche.
Molto professionali gli interpreti negli altri ruoli: Egidio Massimo Naccarato e Nicolò Ayroldi, i due consoli di Miano, Adriano Gramigni, Podestà; Min Kim, un Marcovaldo bravo vocalmente meno scenicamente, Giada Grasconi, Imelda, Rim Park, nel doppio ruolo di scudiero e araldo.
Il direttore Renato Palumbo, a capo dell’ottima orchestra del Maggio, ci regala una concertazione molto ricercata senza mai cadere in facili trappole di eccessi sonori, come la sinfonia che era di una raffinatezza rappresentativa e la delicatezza nelle sezioni ben puntualizzata. Il maestro riesce in una direzione molto contenuta ma allo stesso tempo tempestosa negli effetti ma con suono sempre nobile.
Ottima la prova del Coro del Maggio, preparato da Lorenzo Fratini, che si produce in ottime sonorità.
Successo al termine con numerose chiamate al proscenio per tutta la compagnia.

 

© ®

Visto da Renata Fantoni e William Fratti

 

battaglia altomarePurtroppo già dalla sinfonia la direzione di Renato Palumbo appare un poco priva del carattere dinamico degli anni di galera, dunque spesso risulta monotono. Non v’è dubbio che in alcune pagine il bravo Maestro ricerchi il cesello, ma in una tragedia lirica come questa un eccessivo approfondimento di finezze rischia di far ottenere risultati opposti, ovvero una certa gentilezza musicale ove invero ci si aspetterebbe maggiormente una vivacità più ribelle e battagliera.
battaglia gipali_yeoGiuseppe Gipali è il tenore corretto di sempre e il suo Arrigo fa ciò che deve in termini di belcanto, dall’intonazione al fraseggio, dall’uso della parola allo squillo pulito, purtroppo senza mai spiccare, rendendo una prova apprezzabile.
Meno riuscita è la Lida di Vittoria Yeo, dalla quale si attendevano prodezze. Sfortunatamente la soprano è spesso calante, manca di colori e fraseggi risultando piatta, qualche acuto è gracidino, probabilmente non è in piena forma e ci si augura di riudirla in performance migliori, come già in precedenza.
Buona la prova di Giuseppe Altomare nei panni di Rolando, pur non brillando di una particolare luminosità vocale, mentre il fraseggio è molto ben impostato, di ottima eloquenza.
battaglia spottiLa voce da Grande Inquisitore di Marco Spotti è quasi sprecata per la breve parte, seppur fondamentale, di Federico Babarossa e il finale secondo, con “Il destino d’Italia son io!” è indiscutibilmente la parte meglio riuscita di tutta l’esecuzione.
Sufficienti le parti di contorno, capitanate dalla Imelda di Giada Frasconi e il Marcovaldo di Min Kim, con il Primo Console di Egidio Massimo Naccarato, il Secondo Console di Nicolò Ayroldi, il Podestà di Adriano Gramigni, lo scudiero e araldo di Rim Park.
Adeguata la prova del Coro del Maggio Musicale Fiorentino preparato da Lorenzo Fratini.
Lo spettacolo di Marco Tullio Giordana, con scene e luci di Gianni Carluccio e costumi di Francesca Livia Sartori ed Elisabetta Antico, ne ha del già visto e del polveroso, ma soprattutto si percepisce una certa noia scaturita da un lavoro di regia pressoché inesistente. Le masse sono quasi sempre solo piazzate, i solisti sono spesso immobili, le controscene sono inesistenti, l’attrezzeria è molto più che minimalista, ingressi e uscite non sempre seguono la musica lasciando il vuoto in scena diverse volte.
battaglia yeo_frasconiL’apertura del sipario avviene sulla mappa storica della Milano assediata da Federico I nel 1158, ma per gran parte dell’introduzione musicale nessuno entra in scena. Il coro vestito nelle tonalità del bianco, le luci e gli sfondi si amalgamano in un unicum senza spessore e senza profondità. Fin dal principio, come poi in tutto il resto dello spettacolo, è evidente che le indicazioni del libretto non sono seguite, contrariamente a quanto dichiarato da Giordana nelle note di regia. Durante tutta la rappresentazione gli spazi non sono mai definiti nella loro tridimensionalità, archi poggiati su pilastri sospesi, alberi volanti, colonne e veroni immaginari, mancanza di oggetti in scena, nessuna interazione con lo spazio, nessuna percezione del Genuis loci, del dove, interni o esterni. Lo spazio non si articola e gli attori sono costretti ad una staticità sconcertante. Il luogo rappresentato mediante i mattoni è l’unico ambiente dove di svolgono le scene; le luci non sono molto incisive, non creano tagli evidenti e sono quasi sempre soffuse; gli abiti sempre monocromatici non danno sufficiente risalto ai personaggi principali che si schiacciano sul coro e ne diventano parte; mentre il coro a sua volta diventa parte della scenografia.
Un’occasione persa, che comunque piace al pubblico che applaude calorosamente tutti gli interpreti.

Locandina

LXXXI Maggio Musicale Fiorentino 2018
Teatro del Maggio
LA BATTAGLIA DI LEGNANO

Tragedia lirica in quattro atti

Libretto di Salvatore Cammarano

Musica di Giuseppe Verdi

 

Personaggi: Interpreti:
Federico Barbarossa Marco Spotti
I Console di Milano Egidio Massimo Naccarato
II Console di Milano Nicolò Ayroldi
Il Podestà di Como Adriano Gramigni
Rolando Giuseppe Altomare
Lida Vittoria Yeo
Arrigo Giuseppe Gipali
Marcovaldo Min Kim
Imelda Giada Frasconi
Uno scudiero/araldo Rim Park

Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino

Direttore Renato Palumbo
M.o del coro Lorenzo Fratini
Regia Marco Tullio Giordana

Scene e luci

Gianni Carluccio

Costumi

Francesca Livia Sartori

Elisabetta Antico

Nuovo Allestimento

FOTO fornite dall'Ufficio Stampa del Maggio Musicale Fiorentino

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
MACBETH Firenze, 13 luglio 2018. Il celeberrimo Maestro Riccardo Muti torna al Maggio Musicale...
LA TRAVIATA Roma, 7 luglio 2018. Una Traviata che strizza l'occhio alla Dolce Vita di Federico...
IL PIRATA Milano, giugno e luglio 2018. Dopo oltre sessant’anni di assenza Il pirata di Vincenzo...
TURANDOT Verona, 30 giugno 2018. La terza opera in cartellone al 96° Festival dell’Arena è...
RICHARD III Venezia, 29 giugno 2018. Al Teatro La Fenice, in prima rappresentazione italiana,...
FIDELIO Milano, 28 giugno 2018. Fidelio, opera in due atti di Ludwig van Beethoven, è proposta...
LA BOHÈME Roma, 22 giugno 2018. La rivisitazione in chiave contemporanea del catalano Alex Ollè...
CARMEN Verona, 22 giugno 2018. La 96ª Stagione Lirica all’Arena è stata inaugurata con una...
FIERRABRAS Milano, 15 giugno 2018. Franz Schubert è ricordato giustamente come illustre...
DON CARLO Bologna, 6 giugno 2018. Al Teatro Comunale c’era il clima delle grandi attese per il...
L'INGANNO FELICE Vicenza 1 giugno 2018. La XXVIIª edizione delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico...
LA BATTAGLIA DI LEGNANO Firenze, 25 maggio 2018. L’unica opera scritta da Giuseppe Verdi a favore della causa...
SALOME   Verona, 24 maggio 2018. La programmazione operistica invernale della...
AIDA Milano, 18 maggio 2018. Alla Scala ritorna l’opera Aida nel celebre allestimento del...
NORMA Venezia, 16 maggio 2018. Le tre recite di Norma previste al Teatro Fenice per il mese...
BILLY BUDD Roma, 10 maggio 2018. Per la prima volta in assoluto l'opera di Benjamin Britten...
CARDILLAC Firenze, 9 maggio 2018. L'ottantunesimo maggio Musicale Fiorentino, il più antico...
FRANCESCA DA RIMINI Milano, 2 maggio 2018. La produzione lirica italiana è sterminata, tuttavia negli...
ANNA BOLENA Verona, 4 maggio 2018. Dopo oltre due lustri torna al Teatro Filarmonico Anna Bolena...
LA TRAVIATA Bolzano, 21 aprile 2018. La stagione d’opera “20.21” 2017-2018 dell’Orchestra Haydn...
I LOMBARDI ALLA PRIMA CROCIATA Torino, aprile 2018. La quarta opera del Cigno di Busseto mancava dal palcoscenico del...
SIMON BOCCANEGRA Bologna, 18 aprile 2018. Ben undici anni sono trascorsi prima che al Teatro Comunale...
ORLANDO FURIOSO Venezia, 13 aprile 2018. Peculiare che tutta la musica strumentale di Antonio Vivaldi...
DON PASQUALE Milano, 6 aprile 2018. Alla Scala una nuova produzione di Don Pasquale di Gaetano...
CAVALLERIA RUSTICANA-PAGLIACCI Roma, 5 aprile 2018. Applausi e contestazioni a scena aperta: la regia di Pippo...
LE NOZZE DI FIGARO Verona, 5 aprile 2018. Il Teatro Filarmonico di Verona ha un rapporto speciale con...
LA GIOCONDA Modena, 23 marzo 2018. Al Teatro Comunale “Luciano Pavarotti” seconda tappa della...
ROBERTO DEVEREUX Parma, 22 marzo 2018. Strano ma vero, Roberto Devereux, opera in tre atti di Gaetano...
L'ORFEO Torino, 18, Marzo2018.  Quinta opera in cartellone per la stagione 2017/2018 del...
THE TELEPHONE - THE MEDIUM (Gian Carlo Menotti) Modena, 16 marzo 2018. Al Teatro Comunale “L. Pavarotti” un raro dittico del...
ROOMMATES-CIUDADELA Verona, 16 marzo 2018, Al Teatro Camploy va in scena ROOMMATES, uno spettacolo che...
DIALOGUES DES CARMELITES Bologna, 13 marzo 2018. Al Teatro Comunale per la prima volta nel corso della sua...
MANON LESCAUT Verona, 8 marzo 2018. La Stagione Lirica al Teatro Filarmonico della Fondazione Arena...
LA SONNAMBULA Roma, 3 marzo 2018. Dopo oltre 12 anni il Teatro Costanzi è tornato a rappresentare il...
TURANDOT (F. Busoni) - SUOR ANGELICA (G. Puccini) Cagliari, 2 marzo 2018. La Fondazione Teatro Lirico di Cagliari ha inaugurato la...
ORPHEE ET EURIDICE Milano, 28 febbraio 2018. C’è sempre una prima volta, in questo caso al Teatro alla...
ZENOBIA REGINA DEI PALMIRENI Venezia, 24 Febbraio 2018, Zenobia regina dei Palmireni di Tomaso Albinoni in prima...
GAIA e CURON/GRAUN Bolzano, 22 febbraio 2018 e Trento, 23 febbraio 2018. La Stagione d'Opera 2017-2018,...
ROSSINI OUVERTURES Catania 20 febbraio 2017. Scrive il coreografo e regista Mauro Astolfi nelle note di...
SALOME  Torino, 18 Febbraio 2018.Terzo titolo in cartellone per la stagione operistica...
SIMON BOCCANEGRA Milano. 16 febbraio 2018. Dal 2010 il Teatro alla Scala propone l'opera di Giuseppe...
DIE LUSTIGE WITWE (La vedova allegra) Venezia, 13 febbraio 2018. Per il carnevale 2018 il Teatro La Fenice ha allestito una...
OTELLO Verona, 8 febbraio 2018. La Stagione Lirica al Teatro Filarmonico prosegue con Otello...
DIE FLEDERMAUS (Il Pipistrello) Milano, 31 gennaio 2018. Una delle più celebri operette, Die Fledermaus di Johann...
I MASNADIERI Roma, 27 gennaio 2018. A distanza di quasi mezzo secolo il Teatro dell'Opera di Roma...
LA TRAVIATA Treviso, 26 gennaio 2018. Il Teatro Comunale “M. Del Monaco” chiude la stagione...
LE METAMORFOSI DI PASQUALE Venezia, 21 gennaio 2018. Al Teatro Malibran, nell'ambito della stagione lirica del...
LA BOHEME Bologna, 19 gennaio 2018. La Stagione d’Opera 2018, denominata “ON”, del Teatro...
TURANDOT Torino, 16 gennaio 2017. Turandot al teatro Regio di Torino si è dimostrata una...
CARMEN Firenze, 14 gennaio 2018. Recita domenicale all’insegna dell’esaurito al Teatro...
IRIS Pisa, 13 gennaio 2018. Iris di Pietro Mascagni torna al Teatro Verdi nell’ambito di un...
TOSCA Bologna, 21 dicembre 2017. La stagione d’opera 2017 del Teatro Comunale si è terminata...
DIE LUSTIGE WITWE (La vedova allegra) Verona, 19 dicembre 2017. Dopo la forzata pausa autunnale, la Fondazione Arena...
LA DAMNATION DE FAUST Roma, 17 dicembre 2017. La regia di Damiano Michieletto ha attirato reazioni...
TOSCA Rovigo, 15 dicembre 2017. Al Teatro Sociale un nuovo allestimento dell’opera Tosca di...
ANDREA CHENIER Milano, 13 dicembre 2017. La stagione d'opera 2017-2018 del Teatro alla Scala è stata...
LA CENERENTOLA Bergamo, 9 dicembre 2017. La stagione lirica di Bergamo e il contestuale Festival...
DON PASQUALE Vienna, 2 dicembre 2017. Saldamente in mano al M° Evelino Pidò, che ne ha...
DIE ANTILOPE Bolzano, 2 dicembre 2017. Inaugurata al Teatro Comunale di Bolzano la Stagione lirica...
CHE ORIGINALI! - PIGMALIONE Bergamo, 1 dicembre 2017. Al Festival Donizetti è stato allestito un dittico davvero...
UN BALLO IN MASCHERA Venezia, 29 novembre 2017. Il Teatro La Fenice ha inaugurato la Stagione Lirica e di...
FALSTAFF   Torino, 26 Novembre 2017. Secondo titolo della stagione operistica...
IL BORGOMASTRO DI SAARDAM Bergamo, 24 novembre 2017. Il Donizetti Festival 2017 è stato inaugurato dal...
CARMEN (balletto) Catania, 24 novembre 2017. Se è vero che il personaggio di Carmen la gitana,...
LA CIOCIARA Cagliari, 24 novembre 2017. Il Teatro Lirico, nelle figure del Sovrintendente Claudio...
TI VEDO, TI SENTO, MI PERDO (in attesa di Stradella) Milano, 21 novembre 2017. L'ultimo titolo della stagione d'opera 2016-2017 è una nuova...
NABUCCO Milano 16 novembre 2017. Nabucco di Giuseppe Verdi è stato il penultimo titolo...
AIDA Bologna, 12 novembre 2017. Penultimo appuntamento operistico della Stagione Lirica...
DIE ZAUBERFLOTE Brescia, 12 novembre 2017. Seconda replica di Die Zauberflöte di Wolfgang Amadeus...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Rovigo, 5 novembre 2017. La 202ª Stagione Lirica al Teatro Sociale è stata inaugurata...
IL TROVATORE Padova, 27 ottobre 2017. Inaugurata la Stagione Lirica al Teatro Comunale “G. Verdi”...
LA RONDINE Firenze, 22 ottobre 2017. Per la prima volta a Firenze è andata in scena l’opera La...
DER FREISCHUTZ Milano, 20 ottobre 2017. Dopo quasi vent’anni torna nella sala del Piermarini Der...
DON GIOVANNI Venezia, 19 ottobre 2017. L'opera Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart, nella...
TRISTAN UND ISOLDE Torino, 15 Ottobre 2017. Il capolavoro di Richard Wagner "Tristano e Isotta"...
JÉRUSALEM Parma, ottobre 2017. L’edizione critica di Jérusalem, rifacimento francese de I...
FRA DIAVOLO Roma, 8 ottobre 2017. A distanza di quasi un secolo e mezzo è tornato nella Capitale...
STIFFELIO Parma, 6 ottobre 2017. Strepitoso allestimento di Stiffelio al Verdi Festival ideato...
FALSTAFF Parma, 5 ottobre 2017. Il Festival Verdi 2017 presenta tre titoli: Jérusalem, Stiffelio...
CEFALO E PROCRI - ECCESSIVO E' IL DOLOR QUAND'EGLI E' MUTO Venezia, 29 settembre 2017. Il teatro La Fenice si conferma ancora una volta molto...
ETTORE MAJORANA. CRONACA DI INFINITE SCOMPARSE Como, 28 settembre 2017. La musica d'oggi inaugura la Stagione 2017-2018 del...
TAMERLANO   Alla Scala torna in scena il repertorio barocco. Con piacere si riscoprono...
HANSEL UND GRETEL Milano, 21 settembre 2017. Dopo quasi sessant'anni dall'ultima rappresentazione la...
LA FINTA TEDESCA - LA DIRINDINA   Vicenza, 8 settembre 2017. E’ ormai prassi consolidata che al Festival...
L'OCCASIONE FA IL LADRO   Venezia, 7 settembre 2017. Il ciclo delle cinque farse di Gioachino Rossini,...
ORFEO   Vicenza, 6 settembre 2017. La quinta edizione di “Vicenza in Lirica 2017 –...
LUCREZIA BORGIA Salisburgo, 30 agosto 2017. Lucrezia Borgia è indubbiamente uno dei capolavori...
ARIODANTE Salisburgo, 28 agosto 2017. La messinscena del celebre – e al tempo stesso...
TOSCA   Verona, 25 agosto. L’ultimo titolo del lungo cartellone operistico all’Arena è...
TORVALDO E DORLISKA Pesaro, agosto 2017. La terza opera proposta del Festival pesarese è stata il dramma...
LA PIETRA DEL PARAGONE Pesaro, agosto 2017. Il Festival 2017 potrebbe avere essere sottotitolato “le...
LE SIEGE DE CORINTHE Pesaro, agosto 2017. Il Rossini Opera Festival Per la seconda volta nel corso della...
IL VIAGGIO A REIMS Pesaro, 16 agosto 2017. Come di consuetudine, accanto ai tre titoli principali,...
AIDA (Edizione storica 1913)   Verona, 16 agosto 2017. Aida è titolo principe all’Arena di Verona, e anche...
IL RITORNO DI ULISSE IN PATRIA   Innsbruck, 14 agosto 2017. All’Innsbrucker Festwochen der Alten Musik,...
TURANDOT Macerata, 13 agosto 2017. Il progetto creativo di Stefano Ricci e Gianni Forte ha...

Visitatori

Visitatori oggi:86
Visitatori mese:5717
Visitatori anno:66835
Visitatori totali:271277

OperaLibera piace a...