Login

tristano e_isotta_415Torino, 15 Ottobre 2017. Il capolavoro di Richard Wagner "Tristano e Isotta" inaugura la nuova Stagione del Teatro Regio di Torino con la prima italiana della celebrata regia di Claus Guth, un cast di specialisti e Gianandrea Noseda sul podio.

Visto da Margherita Panarelli

Non è un segreto che Wagner compose Tristano e Isotta sotto l'influenza del grande trasporto provato per Mathilde Wesendonck durante il periodo che trascorse a Zurigo.

Claus Guth sceglie di ambientare la vicenda di Tristano e Isotta in una casa alto-borghese, come si immagina fosse proprio Villa Wesendonck che ne fu la cuna, trasportando la dimensione etica dell'opera all'epoca di Wagner, rendendo le vicende dei due amanti una variazione sul tema, molto in voga nella seconda metà dell'800, della consorte infelice e del fallimento del matrimonio borghese che quasi trascina al tradimento la malcapitata sposa, costretta dalle convenzioni sociali a sposare un uomo che non ama, Basti pensare alle varie Effie Briest, Madame Bovary e Anna Karenina che costellano il panorama letterario europeo dell'epoca.

tristano e_isotta_211

Il paragone è sicuramente efficace e avvicina allo spettatore moderno una Handlung che è solo apparentemente distante dimostrando che tutti possono comprendere una donna combattuta tra un amore totalizzante e il dovere verso la famiglia, e in questo caso addirittura la propria patria, sentimento con il quale è forse meno possibile empatizzare, poiché è argomento ancora moderno e attuale.

Le scenografie di Christian Schmidt sono sontuose ed è encomiabile il rispetto delle situazioni del libretto nonostante lo spostamento della vicenda.Sono particolarmente efficaci i momenti nel giardino d'inverno interno all'immaginaria villa nella quale si svolge l'azione e la proiezione durante la seconda scena del secondo atto di ombre che suggeriscono senza dubbio la presenza di alberi e della luna. Meno riuscito l'inizio dello stesso secondo atto doveTristano e Isotta si cercano in mezzo alla folla presente al ricevimento seguente il matrimonio senza trovarsi, chiara metafora delle convenzioni sociali ”diurne” che tengono separati i due amanti ma durante il quale si perde il pathos del ricongiungimento dei due. Poco credibile è anche il duello tra Tristano e Melot con coltelli da tavolo dalla punta palesemente smussata e l’idea di rendere Brangäne doppio di Isotta non è sviluppata a dovere, rimanendo un mero spunto.tristano e_isotta_198

L'intero palcoscenico è occupato da una piattaforma rotante grazie alla quale si sostituiscono velocemente i vari ambienti della villa, interni (la camera di Isotta, l’anticamera, il giardino interno, un corridoio ed il salone) ed esterni ad essa (Un muro piuttosto fatiscente a simboleggiare Kareol) ma con il progredire della trama la rotazione si velocizza sempre di più e durante il monologo di Tristano del terzo atto finisce per diventare un confuso sfoggio di bravura nonostante l'intenzione iniziale di sottolineare, a guisa di leitmotiv, le parole dell'eroe.

tristano e_isotta_633Il comparto musicale non delude. La direzione è affidata a Gianandrea Noseda il quale mette in risalto il versante mistico ed estatico del capolavoro Wagneriano affidandosi a tinte soffuse unite a colori quasi mediterranei, mai violenti, come un alone caldo che circonda l’intera vicenda, privilegiando cantabilità e melodia, in una lettura di grande fascino, assistito in questo egregiamente dall’Orchestra del Teatro Regio.

La prova di Peter Seiffert nel ruolo di Tristan è innegabilmente maestosa come lo è il ruolo che gli è affidato, nonostante la stanchezza si faccia sentire nel terzo atto in alcuni momenti dalla linea di canto meno sicura. Il risultato raggiunto è comunque una prova maiuscola da esperto quale è di questo personaggio.

Se nulla si può obiettare alla resa attoriale di Ricarda Merbeth, qui impegnata nel ruolo di Isolde, bisogna invece constatare come la limpidezza del suo registro acuto non corrisponda ad un registro grave corposo e pienamente utilizzato al quale l’indubbio temperamento ed il fraseggio appassionato, sopperiscono solo in parte. Di grande effetto è il suo Liebestod, degna conclusione di una prova che risulta, al netto delle difficoltà che il ruolo pone, esauriente e competente.

tristano e_isotta_merbeth_028

Giovanile e dal fraseggio posato ed elegante il Re Marke di Steven Humes cui latita un pizzico di gravitas ma che si adatta egregiamente all’allestimento di Guth.

Eccellente Martin Gantner nei panni di Kurwenal, mentre non convince appieno invece la Brangäne piuttosto routinière di Michelle Breedt il cui fraseggio manca di mordente e la cui voce dal timbro acidulo risulta a tratti veramente poco attraente. Corretti nei ruoli brevi a loro affidati Jan Vacík come Melot, Joshua Sanders, un pastore, Franco Rizzo nei panni del timoniere e Patrick Reiter in quelli di giovane marinaio. Il successo per tutti è caloroso e meritato.

Locandina

Teatro Regio di Torino - Stagione 2017/18
Tristan und Isolde
Azione in tre atti
Libretto e musica di Richard Wagner
Personaggi: Interpreti:
Tristan Peter Seiffert
Isolde Ricarda Merbeth
Re Marke Steven Humes
Kurwenal Martin Gantner
Brangäne Michelle Breedt
Melot Klaus Kuttler
Un pastore Joshua Sanders
Un giovane marinaio Patrick Reiter

Orchestra e Coro del Teatro Regio

Maestro del Coro: Claudio Fenoglio

Direttore Gianadrea Noseda
Regia Claus Guth
Ripresa da  Arturo Gama

Scene e Costumi

Christian Schmidt

Luci

Jürgen Hoffmann

  
Allestimento Opernahaus Zürich

 

FOTO DI XXX

Non è un segreto che Wagner compose Tristano e Isotta sotto l'influenza del grande trasporto provato per Mathilde Wesendonck durante durante il periodo che trascorse a Zurigo. Claus Guth sceglie di ambientare la vicenda di Tristano e Isotta in una casa alto-borghese, come si immagina fosse proprio Villa Wesendonck che ne fu la cuna, trasportando la dimensione etica dell'opera all'epoca di Wagner, rendendo le vicende dei due amanti una variazione sul tema, molto in voga nella seconda metà dell'800, della consorte infelice e del fallimento del matrimonio borghese che quasi trascina al tradimento la malcapitata sposa, costretta dalle convenzioni sociali a sposare un uomo che non ama, Basti pensare alle varie Effie Briest, Madame Bovary e Anna Karenina che costellano il panorama letterario europeo dell'epoca. il paragone è sicuramente efficace e avvicina allo spettatore moderno una Handlung che è solo apparentemente distante dimostrando che tutti possono comprendere una donna combattuta tra un amore totalizzante e il dovere verso la famiglia, e in questo caso addirittura la propria patria, sentimento con il quale è forse meno possibile empatizzare, poiché è argomento ancora moderno e attuale.Le scenografie di Christian Schmidt sono sontuose ed è encomiabile il rispetto delle situazioni del libretto nonostante lo spostamento della vicenda.Sono particolarmente efficaci i momenti nel giardino d'inverno interno all'immaginaria villa nella quale si svolge l'azione e la proiezione durante la seconda scena del secondo atto di ombre che suggeriscono senza dubbio la presenza di alberi e della luna. Meno riuscito l'inizio dello stesso secondo atto doveTristano e Isotta si cercano in mezzo alla folla presente al ricevimento seguente il matrimonio senza trovarsi, chiara metafora delle convenzioni sociali ”diurne” che tengono separati i due amanti ma durante il quale si perde il pathos del ricongiungimento dei due. Poco credibile è anche il duello tra Tristano e Melot con coltelli da tavolo dalla punta palesemente smussata e l’idea di rendere Brangäne doppio di Isotta non è sviluppata a dovere, rimanendo un mero spunto..

L'intero palcoscenico è occupato da una piattaforma rotante grazie alla quale si sostituiscono velocemente i vari ambienti della villa, interni (la camera di Isotta, l’anticamera, il giardino interno, un corridoio ed il salone) ed esterni ad essa (Un muro piuttosto fatiscente a simboleggiare Kareol) ma con il progredire della trama la rotazione si velocizza sempre di più e durante il monologo di Tristano del terzo atto finisce per diventare un confuso sfoggio di bravura nonostante l'intenzione iniziale di sottolineare, a guisa di leitmotiv, le parole dell'eroe.

Il comparto musicale non delude. La direzione è affidata a Gianandrea Noseda il quale mette in risalto il versante mistico ed estatico del capolavoro Wagneriano affidandosi a tinte soffuse unite a colori quasi mediterranei, mai violenti, come un alone caldo che circonda l’intera vicenda, privilegiando cantabilità e melodia, in una lettura di grande fascino, assistito in questo egregiamente dall’Orchestra del Teatro Regio.

La prova di Peter Seiffert nel ruolo di Tristano è innegabilmente maestosa come lo è il ruolo che gli è affidato, nonostante la stanchezza si faccia sentire nel terzo atto in alcuni momenti dalla linea di canto meno sicura. Il risultato raggiunto è comunque una prova maiuscola da esperto quale è di questo personaggio.

Se nulla si può obiettare alla resa attoriale di Ricarda Merbeth, qui impegnata nel ruolo di Isolde, bisogna invece constatare come la limpidezza del suo registro acuto non corrisponda ad un registro grave corposo e pienamente utilizzato al quale l’indubbio temperamento ed il fraseggio appassionato, sopperiscono solo in parte. Di grande effetto è il suo Liebestod, degna conclusione di una prova che risulta, al netto delle difficoltà che il ruolo pone, esauriente e competente.

Giovanile e dal fraseggio posato ed elegante il Re Marke di Steven Humes cui latita un pizzico di gravitas ma che si adatta egregiamente all’allestimento di Guth.
Eccellente Martin Gantner nei panni di Kurwenal, mentre non convince appieno invece la Brangäne piuttosto routinière di Michelle Breedt il cui fraseggio manca di mordente e la cui voce dal timbro acidulo risulta a tratti veramente poco attraente. Corretti nei ruoli brevi a loro affidati Jan Vacík come Melot, Joshua Sanders, un pastore, Franco Rizzo nei panni del timoniere e Patrick Reiter in quelli di giovane marinaio. Il successo per tutti è caloroso e meritato.

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
AIDA Roma, 13 luglio 2019. Intimismo e psicologia: alle Terme di Caracalla è tornato...
Prima la musica e poi le parole - Gianni schicchi Milano, 10 luglio 2019. Il Teatro alla Scala, come ultima proposta prima della...
Madama butterfly Savona, 6 luglio 2019. Nel complesso monumentale del Priamar va in scena Madama...
I MASNADIERI Milano, 1 luglio 2019. Dopo oltre quaranta anni di assenza I masnadieri torna sul...
IL TROVATORE Verona, 29 giugno 2019. Terzo titolo dell’Opera Festival 2019, Il Trovatore di...
IPHIGENIE EN TAURIDE Parigi, 24 giugno 2019. Ogni volta che si ha la fortuna di ascoltare uno dei...
LE NOZZE DI FIGARO Firenze, 15 giugno 2019. Il debutto assoluto di Sonia Bergamasco nelle regie...
LA CENERENTOLA Roma, 12 giugno 2019. Una interpretazione fiabesca e azzurrina: Emma Dante torna...
ALCINA Salisburgo, 9 giugno 2019. Nell'anno in cui il Festival di Pentecoste di...
POLIFEMO Salisburgo, 8 giugno 2019. Il Festival di Pentecoste di Salisburgo quest'anno è...
die tote stadt Milano, 7 giugno 2019. Per la prima volta viene rappresentata al Teatro alla Scala Die...
TURANDOT Bologna, 30 maggio 2019. Turandot, l’opera incompiuta di Puccini, torna al...
L'ANGELO DI FUOCO Roma, 23 maggio 2019. Dopo 53 anni il lavoro di Prokof'ev è tornato a Roma con un...
IDOMENEO Milano, 16 maggio 2019. Dopo dieci anni di assenza torna al Teatro alla Scala...
LA STRANIERA Firenze, 14 maggio 2019. Molto repertorio d'opera della prima metà dell'Ottocento,...
Così fan tutte  Las Palmas, Gran Canaria, 11 maggio 2019. Una volta si era soliti dire:...
MADAMA BUTTERFLY Catania, 10 maggio 2019. Madama Butterfly è un gran titolo ed eccolo a Catania il...
LA TRAVIATA Novara, 5 maggio 2019. La Traviata di Giuseppe Verdi, assente dalle scene...
REQUIEM Parma, 3 maggio 2019. L'ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart -...
ARIADNE AUF NAXOS Milano, 30 aprile 2019. Ariadne auf Naxos torna finalmente al Teatro alla Scala...
LA SONNAMBULA Torino,14 Aprile 2019. Assente dalle scene torinesi per oltre vent'anni il...
SERSE Piacenza, 12 aprile 2019. Dopo qualche anno di assenza l’opera barocca torna al...
IL BARBIERE SI SIVIGLIA Parma, 22 marzo 2019. Anche in una città come Parma oggigiorno è più facile...
AGNESE Torino, 17 marzo 2019. Ferdinando Paer, eccellente musicista di collegamento tra il...
CHOVANŠČINA Milano, 6 marzo 2019. La grande opera incompiuta di Modest Petrovič Musorgskij è...
ANDREA CHENIER Reggio Emilia, 1 marzo 2019. Oltre a La forza del destino, l’altra produzione di...
ANNA BOLENA Roma, 28 febbraio 2019. Il quarto titolo del Costanzi per la stagione 2018-2019 è...
SEMIRAMIDE Bilbao, 22 e 25 febbraio 2019. Per questa produzione di Semiramide al Palacio...
RIGOLETTO Torino, 10 e 16 febbraio 2019. Arriva a Torino il Rigoletto con la regia di John...
DON GIOVANNI Verona, 31 gennaio 2019. Al Teatro Filarmonico è stato rappresentato Don Giovanni,...
WERTHER Venezia, 25 gennaio 2019. Werther, il drame lyrique di Jules Massenet, è proposto al...
MADAMA BUTTERFLY Torino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di...
DIONYSOS RISING (Roberto David Rusconi)   Trento, 19 gennaio 2019. La stagione d’opera “Forces of nature” della...
TURANDOT Rovigo, 18 gennaio 2019. Un successo pieno la prima rappresentazione della fiaba...
LA TRAVIATA Roma, 18 gennaio 2019. Sofia Coppola e Valentino hanno regalato ancora una...
LA FORZA DEL DESTINO Piacenza, 18 gennaio 2019. Dopo tredici anni di assenza, La forza del destino di...
LA TRAVIATA Milano, 16 gennaio 2019. Al Teatro alla Scala il primo titolo del nuovo anno è La...
UN BALLO IN MASCHERA Parma, 16 gennaio 2019. Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini – sotto...
LA CENERENTOLA Padova, 31 dicembre 2018. Padova celebra Rossini chiudendo l’anno con La...
DON GIOVANNI Bologna, 20 dicembre 2018. Il Teatro Comunale di Bologna conclude la Stagione 2018 e...
ATTILA Milano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è...
LE NOZZE DI FIGARO Rovigo, 14 dicembre 2018. Ben realizzata, nel suo insieme, la messa in scena del...
RIGOLETTO Roma, 13 dicembre 2018. Dal '500 al 1943 il passo è breve: la stagione 2018-2019...
CARMEN Firenze, 4 dicembre 2018. Dopo solo un anno dal suo debutto, lo spettacolo di Leo...
ELISABETTA AL CASTELLO DI KENILWORTH Bergamo, 30 novembre 2018. Secondo e imperdibile titolo del Donizetti Opera è stato...
MACBETH Venezia, 29 novembre 2018. La stagione lirica 2018-2019 del Teatro La Fenice è stata...
L'ELISIR D'AMORE 24 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino...
ENRICO DI BORGOGNA Bergamo, novembre e dicembre 2018. Il Donizetti Opera Festival 2018 è stato inaugurato...
FIN DE PARTIE Milano, 22 novembre 2018. Finalmente dopo anni di gestazione e rimandi, dovute a...
MOSÈ IN EGITTO Novara, 18 novembre 2018. Nel centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino...
LA FILLE DU REGIMENT Bologna, 14 novembre 2018. Ripreso al Teatro Comunale l'allestimento ideato da Emilio...
FALSTAFF Como, 11 novembre 2018. Piacevolissimo il Falstaff comasco in scena nel weekend scorso...
NABUCCO Rovigo, 9 novembre 2018. La Stagione Lirica del Teatro Sociale, il quale nel 2019...
LE NOZZE DI FIGARO Roma, 2 novembre 2018. Graham Vick propone una regia del capolavoro mozartiano...
CAPPUCCETTO ROSSO Piacenza, 26 ottobre 2018. Il compositore piacentino Stefano Guagnini, classe...
FALSTAFF Vicenza, 14 ottobre 2018. Felice collaborazione quella tra la Società del Quartetto di...
IL TROVATORE Torino, 13 Ottobre 2018. Una nuova elegante produzione de Il...
MACBETH Parma, 11 e 18 ottobre 2018. L’opera inaugurale del Festival Verdi 2018 è Macbeth...
UN GIORNO DI REGNO Busseto, 3, 10 e 11 ottobre 2018. Seconda opera del Cigno di Busseto e secondo titolo...
DIE ZAUBERFLÖTE Roma, 10 ottobre 2018. Dalla fine del '700 agli anni Venti del '900 il passo è...
TOSCA Cremona, 7 ottobre 2018. Il Teatro Grande di Brescia propone tra le produzioni del...
IL VIAGGIO A REIMS Bergamo, 5 ottobre 2018. La stagione del Circuito Opera Lombardia è iniziata con una...
LE TROUVERE Parma, 4 ottobre 2018. Il Festival Verdi 2018 è l’edizione delle conferme, dalla...
ALI'-BABA' E I QUARANTA LADRONI Milano, 14 settembre 2018. L’annuale allestimento del Teatro alla Scala per il...
POLIDORO (Antonio Lotti) Vicenza, 7 settembre 2018. Fiore all'occhiello del Festival Vicenza in Lirica è stata...
KING ARTHUR Vicenza, 2 settembre 2018. L’annuale manifestazione “Vicenza in Lirica” Visione...
VERDI OPERA NIGHT Verona, 26 agosto 2018. Il 96° Opera Festival all’Arena ha offerto quasi in...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA (cast alternativo) Verona, 24 agosto 2018 (cast alternativo). Le ultime due recite de Il barbiere di...
GLI AMORI D'APOLLO E DAFNE Innsbruck, 23 agosto 2018. Come consuetudine una delle produzioni dell’Innsbruck...
DIDONE ABBANDONATA (Giuseppe Saverio Mercadante) Innsbruck, 14 agosto 2018. L’edizione 2018 de Innsbruckner Festwochen der Alten Musik,...
L'ELISIR D'AMORE Macerata, 10 agosto 2018. La regia "balneare" di Damiano Michieletto non ha fatto...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Pesaro, 10 agosto 2018 (prova generale). L’anniversario celebrativo al Rossini Opera...
ADINA Pesaro, 9 agosto 2018 (prova generale). La seconda opera dell’odierno Rossini Opera...
RICCIARDO E ZORAIDE Pesaro, agosto 2018. Il XXXIX Rossini Opera Festival è sato inaugurato con l'opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA   Verona, 4 agosto 2018. L’opera che ha ottenuto un vero trionfo all’Arena Opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Padova, 2 agosto 2018. Come di consueto ad agosto c’è il classico appuntamento con...
MACBETH Firenze, 13 luglio 2018. Il Maestro Riccardo Muti torna al Maggio Musicale Fiorentino...
LA TRAVIATA Roma, 7 luglio 2018. Una Traviata che strizza l'occhio alla Dolce Vita di Federico...
NABUCCO Verona, 7 luglio 2018. Uno spettacolo di successo non si cambia, anzi è riproposto con...
IL PIRATA Milano, giugno e luglio 2018. Dopo oltre sessant’anni di assenza Il pirata di Vincenzo...
TURANDOT Verona, 30 giugno 2018. La terza opera in cartellone al 96° Festival dell’Arena è...
RICHARD III Venezia, 29 giugno 2018. Al Teatro La Fenice, in prima rappresentazione italiana,...
FIDELIO Milano, 28 giugno 2018. Fidelio, opera in due atti di Ludwig van Beethoven, è proposta...
LA BOHÈME Roma, 22 giugno 2018. La rivisitazione in chiave contemporanea del catalano Alex Ollè...
CARMEN Verona, 22 giugno 2018. La 96ª Stagione Lirica all’Arena è stata inaugurata con una...
FIERRABRAS Milano, 15 giugno 2018. Franz Schubert è ricordato giustamente come illustre...
DON CARLO Bologna, 6 giugno 2018. Al Teatro Comunale c’era il clima delle grandi attese per il...
L'INGANNO FELICE Vicenza 1 giugno 2018. La XXVIIª edizione delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico...
LA BATTAGLIA DI LEGNANO Firenze, 25 maggio 2018. L’unica opera scritta da Giuseppe Verdi a favore della causa...
SALOME   Verona, 24 maggio 2018. La programmazione operistica invernale della...
AIDA Milano, 18 maggio 2018. Alla Scala ritorna l’opera Aida nel celebre allestimento del...
NORMA Venezia, 16 maggio 2018. Le tre recite di Norma previste al Teatro Fenice per il mese...
BILLY BUDD Roma, 10 maggio 2018. Per la prima volta in assoluto l'opera di Benjamin Britten...
CARDILLAC Firenze, 9 maggio 2018. L'ottantunesimo maggio Musicale Fiorentino, il più antico...
FRANCESCA DA RIMINI Milano, 2 maggio 2018. La produzione lirica italiana è sterminata, tuttavia negli...
ANNA BOLENA Verona, 4 maggio 2018. Dopo oltre due lustri torna al Teatro Filarmonico Anna Bolena...

Visitatori

Visitatori oggi:30
Visitatori mese:6156
Visitatori anno:79751
Visitatori totali:416889

OperaLibera piace a...