Login

 

nabucco 1Verona, 4 agosto 2017. Sono stato ancora una volta all'Arena per assistere a una seconda recita di Nabucco, melodramma di Giuseppe Verdi, con cast alternativo.


Visto da Lukas Franceschini

 

Sull'allestimento si riconfermano i positivi giudizi espressi in occasione della prima rappresentazione nabucco 2(recensione del 23 giugno N.d.R.), qui aggiungo che trattasi di uno dei migliori spettacoli visti nell'anfiteatro negli ultimi anni, e il regista Aranud Bernard è bravissimo artefice nel muovere le masse, in particolare la pantomima durante l'esecuzione della sinfonia. Uno spettacolo efficace in ogni suo momento ma che trova particolare fantasia nella trasposizione storica e romantica della vicenda nella Milano risorgimentale.
nabucco 3Sul podio sempre il maestro Daniel Oren, che in questo spartito trova un'interpretazione di particolare riferimento per tempi sostenuti, effetti di colori e dinamiche (per quanto si possa cogliere all'aperto) e un'energica atmosfera del primo Verdi, non solo battagliera ma rifinita anche nelle scene più intimistiche. Solo in un momento, finale atto II, penso per un disaccordo con l'orchestra la conclusione è stata piuttosto squilibrata, ma può capitare in uno spettacolo dal vivo.
Brillante e notevolmente precisa la prova dell'Orchestra dell'Arena, collaudata da anni su queste note, ed nabucco 4esemplare la prova del coro, con ennesimo bis del celebre "Va pensiero", istruito da Vito Lombardi.
Grande performance quella di Anna Pirozzi, Abigaille, la quale ha offerto una prova di grande classe vocale e interpretativa. Dotata di voce bella e ampia, soprattutto nel centro, supera le impervie difficoltà del ruolo con innata classe sfoderando un fraseggio accurato, e un'ampiezza di suono rilevante. Qualche estremo acuto è risultato leggermente forzato, ma sono poca cosa di fronte al temperamento, le intenzioni riuscite e l'utilizzo di una voce piena, rifinita, sempre controllata e nabucco 5musicale. Una recita da ricordare.
Leonardo Lopez Linares, Nabucco, avrebbe dalla sua una voce importante e di spessore, peccato che tali qualità non fossero abbinate a uno scavo interpretativo del personaggio e a una scelta di colori più rifinita, tuttavia, possiamo che ascrivere la sua performance a una solida routine.
In Sung Sim, Zaccaria, è stato un corretto cantante, dotato di voce morbida e giustamente calibrata, forse non particolarmente adatta agli spazi aperti poiché il volume era leggermente ridotto, ma non possiamo nonnabucco 6 considerate la pregevole musicalità e le buone intenzioni interpretative.
Mikheil Sheshaberidze è un ottimo Ismaele, veemente e perfettamente calato nel ruolo, cui si deve aggiungere una buona e precisa vocalità. Molto bene anche la Fenena di Carmen Topciu, mezzosoprano dotata di voce scura e ottima resa scenica.
Alta professionalità hanno dimostrato gli artisti nelle parti minori, a comunicare da Nicolò Ceriani (Gran Sacerdote di Belo), Cristiano Olivieri (Abdallo) e Madina Karbeli (Anna).
nabucco 7E' doveroso rilevare che la serata era particolarmente calda, all'inizio dell'opera in Arena si registravano ben 35°, e con tale temperatura non oso immaginare lo sforzo anche fisico cui solisti e musicisti sono stati costretti, tuttavia al termine si è registrato un successo trionfale con continue chiamate al proscenio da parte di un pubblico particolarmente entusiasta e numeroso.

©

 

Locandina

FONDAZIONE ARENA DI VERONA - 95° Opera Festival 2017
NABUCCO
Dramma lirico in quattro parti
Libretto di Temistocle Solera
Musica di Giuseppe Verdi
Personaggi: Interpreti:
Nabucco Leonardo Lopez Linares
Ismaele Mikheil Sheshaberidze
Zaccaria In Sung Sim
Abigaille Anna Pirozzi
Fenena Carmen Topciu
Gran Sacerdote di Belo Nicolò Cerinai
Abdallo Cristiano Olivieri
Anna Madina Kabreli

Orchestra e Coro dell'Arena di Verona

Direttore Daniel Oren
M.o del coro Vito Lombardi
Regia e costumi Arnaud Berard

Scene

Alessandro Camera

Luci 

Paolo Mazzon

  
Nuovo allestimento

 

FOTO di Ennevi - Arena di Verona

Collega la pagina al tuo social: