Login

candide jamesonFirenze, 2015. Non c’è alcun dubbio che la partitura di Candide sia un capolavoro in termini sinfonici e di invenzione musicale, un’operetta assolutamente in grado di stare al pari dei grandi titoli del melodramma, come pure dei più importanti musical di Broadway.

Visto da Lukas Franceschini

candide 131 maggio 2015. "Any question?" così termina l'opera comica Candide, su libretto di Hugh Wheeler dall'omonimo romanzo satirico di Voltaire, musica di Leonard Bernstein e rappresenta per la prima volta a Firenze nell'ambito dell'odierno 78° Maggio Musicale Fiorentino.

Opera comica sì, ma non solo, semmai opera morale, la domanda finale è un pugno nello stomaco dell'ascoltatore, poiché di domande ce ne sarebbero molte, ma sappiamo le risposte, il dramma è questo. Leonard Bernstein fu uno dei più geniali direttori del XX secolo, personalità eclettica del panorama internazionale. Difficile dimenticare carisma, precisione, disciplina, modernità, genialità, per coloro che almeno una volta l'hanno sentito dirigere dal vivo. Parallela all'attività direttoriale, per la quale è maggiormente conosciuto, non è meno rilevante la creatività compositiva, basti pensare a West Side Story e alle colonne sonore di film quali Fronte del porto. In tale arte Bernstein ci ha lasciato una delle opere più espressive del secondo dopoguerra, di elevata forza espressiva e soprattutto morale, ancor oggi non si notano differenze su un libretto e gli insiti significati realizzato nel 1956. Innanzitutto bisogna tener presente candide 2la lungimiranza dell'autore nel voler musicare in forma di operetta (come lui stesso definiva il suo componimento) un testo come Candide ou l'Optimisme di Voltaire, il quale è una delle più grandi satire di tutti i tempi, senza esclusione di colpi e zone sociali, nel turbinio delle umane follie sino al termine del romanzo, in tal punto si suggerisce al lettore di porsi domande. Candide appartiene ad un genere di spettacolo ibrido, che riunisce in sé elementi del musical, dell'operetta, del tradizionale teatro d'opera, e s'inserisce nel filone del teatro satirico inglese di Gilbert & Sullivan, tipologia in voga agli inizi del secolo scorso nel quale erano canzonati temi "politici" e di attualità. Nel realizzare la prima stesura Bernstein e Lillian Hellman si rifecero al romanzo di Voltaire attualizzandolo all'età della guerra fredda e del maccartismo. Il prodotto non era pertanto teatro d'evasione ma teatro politico, che sotto l'ironia apparentemente leggera celava una rappresentazione sferzante dell'ipocrisia con la quale l'uomo cercava di nascondere la sua vera natura e il fine delle sue azioni. La parodia presentata sia a Boston e poi a Broadway si rivelò troppo seria e raffinata, perciò non fu colta appieno dal pubblico. Fu solo nel 1973 quando il libretto fu rimaneggiato da Hugh Callingham Wheeler, il qualerese lo spettacolo più frizzante e ripristinava il tono ironico di Voltaire, così l'opera ebbe un vero successo. Sempre nello stile di Bernstein la musica strizzava l'occhio a molteplici stili e alla danza, peculiarità che impressero nella critica e nell'ascoltatore unacandide 3 positiva affermazione. Volutamente la situazione drammatica sovente stride ironicamente con il carattere della danza creando effetti esilaranti e surreali.

Francesco Micheli realizza in questa nuova produzione uno dei suoi migliori spettacoli da me visti. Quale filo conduttore segue una frase di G. W. Leibniz "Viviamo nel migliore dei mondi possibili?", e in base all'ironia ci fa capire che è esattamente il contrario. La drammaturgia è sviluppata sulla figura del protagonista Candide, sicuramente ispirato dalle migliori intenzioni ma anche un po' ingenuo, il quale è schernito dalla malvagità che lo circonda. L'ambientazione è in una fabbrica luogo di paradosso quale centro di produzione perfetto, ma lo è? Sicuramente no, tutto è organizzato al meglio ma speculatori cercano di comprare il tutto, il Dio denaro, infatti, apre molte porte. Il giovane protagonista è il bravo ragazzo illuso che vuole sposare l'amata candide 4Cunegonde ma le avversità e la malvagità imperante gli rendono quasi impossibile la realizzazione. Le varie traversie lo mettono a dura prova ma alla fine ci riuscirà, modificando le sue ambizioni, e ritirandosi nella casetta di periferia con il giardino. Amplificando ed esasperando nell'attualità tutti i riuscitissimi personaggi, il regista ci offre uno spettacolare spaccato della società odierna cogliendo appieno il messaggio sia di Voltaire sia di Bernstein, i quali allora come oggi evidenziano un mondo retto da soprusi ed ingiustizie, e Micheli segna questo elemento definendo le persone come una rotella della grande catena di montaggio della società, ove le libertà e la correttezza sono latenti da forze superiori. "Viviamo nel migliore dei mondi possibili?", dice Voltaire (interpretato da Lella Costa), chiedendo al termine "Ci sono domande?", decisamente no, è il messaggio e lo sappiamo benissimo. Scena spoglia ma in continuo cambiamento con l'entrata di container e flycase giganti, ottimamente realizzata da Federica Paolini, costumi lineari ma spesso sgargianti di Daniela Cernigliaro, luci azzeccatissime di Angelo Linzalata, e una coreografia bellissima di Alfonso Cayetano contribuiscono al meglio alla candide 5realizzazione di uno spettacolo che difficilmente si dimentica.

Sul podio abbiamo avuto la pregevole presenza di John Axelrod, un concertatore preciso che ha spronato l'ottima orchestra del Maggio Musicale in una lettura di straordinaria vivacità ed emblematico lirismo. Bravissimo il Coro preparato da Lorenzo Fratini.

Il numeroso cast è stato istruito interpretativamente da Micheli in maniera stupefacente. Musicalmente abbiamo riscontrato un'omogeneità generale di alto livello.

L'attrice Lella Costa era uno strepitoso Voltaire, in pattini a rotelle, che girovagava per il palcoscenico creando il trait-d'union delle vicissitudini, in perfetto inglese, con la classe che la contraddistingue da sempre. Keith Jameson era un Candide con voce lirica di particolare espressione, Richard Stuart un brillante e sagace Pangloss. Gary Giffiths preciso Maximilian, Jessica Renfro una divertente Paquette, Chris Merritt un indicativo Governatore, ruolo che oggi può ancora permettersi di cantare. Laura Claycomb, la quale cantava l'aria di coloratura più conosciuta, era una precisa Cunegonde, con grandi proprietà musicali anche se gli estremi acuti leggermente tirati, mentre Anja Silja era solo una presenza di nome poiché parlare di canto sarebbe azzardato, anche se il personaggio era mirabile. candide 6Completavano la locandina con ottime prestazioni Timothy Martin (Charles Edward), Luca Casalin (Augustus), Hector Guedes (Ivan), Christopher Turner (Sultano), Alessandro Calamai (Stanislaus), Christopher Lemmings (Ragotski) e Gianluca Di Lauro (Cacambo). Una particolare menzione per gli attori dell'Associazione Culturale Teatro della Limonaia e per i bravissimi ballerini di MaggioDanza.

Il pubblico ha apprezzato moltissimo lo spettacolo nel suo insieme e al termine ha decretato un autentico trionfo a tutta la compagnia.

Visto da William Fratti

3 giugno 2015. Perciò è necessario che sia diretta da maestri concertatori di sicuro talento, sul podio di orchestre che sappiano riconoscere la differenza tra l’opera italiana e la musica contemporanea d’oltreoceano. Detto ciò la guida di John Axelrod è una certezza assoluta, provvisto di gesto saldo e vigoroso, puntuale e sicuro, nonché della giusta lettura stilistica e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino lo segue con suoni precisi e puliti, salvo qualche piccolo e sporadico intoppo nelle trombe.

candide siljaLa versione andata in scena all’Opera di Firenze è quella della Scottish Opera del 1988, approntata con il consenso dello stesso Bernstein ed è un vero successo musicale. Quanto allo spettacolo, il lavoro di Francesco Micheli respira in perfetto sincrono con la direzione di John Axelrod ed è un grande piacere per lo spettatore poter assaporare un tale equilibrio tra buca e palcoscenico.

Il romanzo di Voltaire è composto di satira e filosofia ancora perfettamente attuali e che si prestano – anzi, obbligano – ad adattamenti contemporanei, pena l’assoluta mancanza di significato. Così la Vestfalia si trasforma in una fabbrica di esseri umani, costruiti con materie prime provenienti da tutto il mondo – quello visitato da Candide – tramite rapporti di import-export e in grado di soddisfare le esigenze più disparate. Una fabbrica inserita in un mercato finanziario feroce, una fabbrica parte di un mondo industriale dove ogni invenzione diventa presto obsoleta ed è messa da parte, una fabbrica dove tutti, più o meno consapevolmente, fanno parte di una grande catena di montaggio, che forse non è il “migliore dei mondi possibili”.
candide merrittIl lavoro di Francesco Micheli è pressoché perfetto, poiché riesce a dare un senso – condivisibile o meno – ad ogni parola, ad ogni singola nota, muovendo con grandissima armonia non solo la lunga lista dei protagonisti e il copioso Coro del Maggio Musicale Fiorentino, ma anche un lungo stuolo di attori e figuranti, oltre ai carri di scenografia. Anche la gestualità poco teatrale, ma più realistica, contribuisce a ridurre la distanza che spesso si impone tra platea e palcoscenico. All’eccellente messinscena il resista è coadiuvato da Federica Parolini alle scene, Daniela Cernigliaro ai costumi, Angelo Linzalata alle luci, Alfonso Cayetano alla coreografia.
candide jameson_claycombKeith Jameson, nei panni di Candide, è il solo cantante ad avere un minimo di liricità, di vocalità adeguata, di sapienza nel legare i suoni e nel dar senso alla parola attraverso i colori. Abbastanza adeguato, pur senza segni di spicco, è anche il Maximilian di Gary Griffiths.
Invece appare un poco limitata la Cunegonde di Laura Claycomb che a prima vista sembra dinamica e frizzante, ma guardando e ascoltando con molta attenzione ci si rende conto che tali qualità derivano dalla partitura e non dall’interprete, che presumibilmente è indisposta, comunque non in serata e inferiore rispetto a sue precedenti esibizioni. La voce è uno spillo e corre poco, le note basse non sono pervenute, quelle alte e i sopracuti talvolta riescono, talaltra sono calanti o gracchianti. E soprattutto mai si intravede il carattere bipolare del personaggio, che dovrebbe trovare il suo apice in “Glitter and be gay” tra i momenti di canto spianato e quelli di agilità.
candide merritt_claycombPiù attori che cantanti, risultando pertanto non completamente convincenti in termini vocali, sono il Pangloss di Richard Suart, la Paquette di Jessica Renfro e il Cacambo di Gianluca Di Lauro. Non troppo efficaci, ma comunque adeguati, i Re di Timothy Martin, Luca Casalin, Hector Guedes, Christopher Turner, Alessandro Calamai e il Ragotski di Christopher Lemmings.
Menzione a parte va riservata ai grandi di un tempo, che hanno lasciato, ciascuno nel suo repertorio, segni indelebili nella storia della lirica. Chris Merritt veste i panni di un credibilissimo Governatore e dimostra di avere ancora parecchie cartucce da sparare. Certamente non si può pretendere un canto sempre omogeneo, appoggiato e in maschera, ma può senza dubbio fare le scarpe a tanti interpreti più giovani in quanto a grinta, smalto e slancio negli acuti, oltre a grande simpatia nella recitazione. Invece Anja Silja, pur efficiente scenicamente, è vocalmente l’ombra di se stessa e con tale performance non rende certo merito all’eccellente primadonna che è stata.
candide costaSuperba Lella Costa nei panni di un Voltaire al femminile dinamico e spumeggiante, in corsa sui pattini. Voce penetrante, dizione impeccabile.
Bravissimi i ballerini di MaggioDanza, gli attori e i figuranti dell’Associazione Culturale Teatro della Limonaia e i figuranti speciali.
Come sempre eccellente, anche nell’interpretazione, il Coro del Maggio Musicale Fiorentino guidato da Lorenzo Fratini, ad eccezione delle parti cantate a cappella dove, per qualche ragione, parte dei coristi esce dal seminato, ma potrebbe essere un problema di ritardo nei monitor.
Grande successo per tutti al termine dell’ultima recita dell’opera eseguita a Firenze per la prima volta.

Locandina

Opera di Firenzxe - 78° Maggio Musicale Fiorentino
CANDIDE

Comic operetta in due atti

Libretto adattato dal romanzo satirico di Voltaire da Hugh Wheeler, liriche di Richard Wilbur, liriche aggiuntive di Stephen Sondheim, John La Touche, Lillian Hellman, Dorothy Parker, Leonard Bernstein

Musica di Leonard Bernstein

Versione della Scottish Opera 1988


Personaggi: Interpreti:
Voltaire Lella Costa
Candide Keith Jameson
Maximilian Gary Griffiths
Cunegonde Laura Claycomb
Paquette Jessica Renfro
Pangloss Richard Suart
Old Lady Anja Silja
Governor Chris Merritt
King I, Charles Edward Timothy Martin
King II, Hermann Augustus Luca Casalin
King III, Tsar Ivan Hector Guedes
King IV, Sultan Achmet Christopher Turner
King V, Stanislaus Alessandro Calamai
Ragotski Christopher Lemmings
Cacambo Gianluca Di Lauro

Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino

Maestro del Coro: Lorenzo Fratini

Attori e figuranti dell'Associazione Culturale Teatro della Limonaia

Corpo di Ballo MaggioDanza

Direttore John Axelrod
Regia Francesco Micheli

Scene

Federica Parolini

Costumi

Daniela Cernigliaro

Luci

Angelo Linzalata

Coreografia

Alfonso Cayetano

Nuovo Allestimento del Maggio Musicale Fiorentino

FOTO fornite dall'ufficio stampa del Maggio Musicale Fiorentino

Collega la pagina al tuo social:

Spettacoli

Previous Next
AIDA Roma, 13 luglio 2019. Intimismo e psicologia: alle Terme di Caracalla è tornato...
Prima la musica e poi le parole - Gianni schicchi Milano, 10 luglio 2019. Il Teatro alla Scala, come ultima proposta prima della...
Madama butterfly Savona, 6 luglio 2019. Nel complesso monumentale del Priamar va in scena Madama...
I MASNADIERI Milano, 1 luglio 2019. Dopo oltre quaranta anni di assenza I masnadieri torna sul...
IL TROVATORE Verona, 29 giugno 2019. Terzo titolo dell’Opera Festival 2019, Il Trovatore di...
IPHIGENIE EN TAURIDE Parigi, 24 giugno 2019. Ogni volta che si ha la fortuna di ascoltare uno dei...
LE NOZZE DI FIGARO Firenze, 15 giugno 2019. Il debutto assoluto di Sonia Bergamasco nelle regie...
LA CENERENTOLA Roma, 12 giugno 2019. Una interpretazione fiabesca e azzurrina: Emma Dante torna...
ALCINA Salisburgo, 9 giugno 2019. Nell'anno in cui il Festival di Pentecoste di...
POLIFEMO Salisburgo, 8 giugno 2019. Il Festival di Pentecoste di Salisburgo quest'anno è...
die tote stadt Milano, 7 giugno 2019. Per la prima volta viene rappresentata al Teatro alla Scala Die...
TURANDOT Bologna, 30 maggio 2019. Turandot, l’opera incompiuta di Puccini, torna al...
L'ANGELO DI FUOCO Roma, 23 maggio 2019. Dopo 53 anni il lavoro di Prokof'ev è tornato a Roma con un...
IDOMENEO Milano, 16 maggio 2019. Dopo dieci anni di assenza torna al Teatro alla Scala...
LA STRANIERA Firenze, 14 maggio 2019. Molto repertorio d'opera della prima metà dell'Ottocento,...
Così fan tutte  Las Palmas, Gran Canaria, 11 maggio 2019. Una volta si era soliti dire:...
MADAMA BUTTERFLY Catania, 10 maggio 2019. Madama Butterfly è un gran titolo ed eccolo a Catania il...
LA TRAVIATA Novara, 5 maggio 2019. La Traviata di Giuseppe Verdi, assente dalle scene...
REQUIEM Parma, 3 maggio 2019. L'ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart -...
ARIADNE AUF NAXOS Milano, 30 aprile 2019. Ariadne auf Naxos torna finalmente al Teatro alla Scala...
LA SONNAMBULA Torino,14 Aprile 2019. Assente dalle scene torinesi per oltre vent'anni il...
SERSE Piacenza, 12 aprile 2019. Dopo qualche anno di assenza l’opera barocca torna al...
IL BARBIERE SI SIVIGLIA Parma, 22 marzo 2019. Anche in una città come Parma oggigiorno è più facile...
AGNESE Torino, 17 marzo 2019. Ferdinando Paer, eccellente musicista di collegamento tra il...
CHOVANŠČINA Milano, 6 marzo 2019. La grande opera incompiuta di Modest Petrovič Musorgskij è...
ANDREA CHENIER Reggio Emilia, 1 marzo 2019. Oltre a La forza del destino, l’altra produzione di...
ANNA BOLENA Roma, 28 febbraio 2019. Il quarto titolo del Costanzi per la stagione 2018-2019 è...
SEMIRAMIDE Bilbao, 22 e 25 febbraio 2019. Per questa produzione di Semiramide al Palacio...
RIGOLETTO Torino, 10 e 16 febbraio 2019. Arriva a Torino il Rigoletto con la regia di John...
DON GIOVANNI Verona, 31 gennaio 2019. Al Teatro Filarmonico è stato rappresentato Don Giovanni,...
WERTHER Venezia, 25 gennaio 2019. Werther, il drame lyrique di Jules Massenet, è proposto al...
MADAMA BUTTERFLY Torino, 20 gennaio 2019. Si torna alla tradizione dopo il dirompente allestimento di...
DIONYSOS RISING (Roberto David Rusconi)   Trento, 19 gennaio 2019. La stagione d’opera “Forces of nature” della...
TURANDOT Rovigo, 18 gennaio 2019. Un successo pieno la prima rappresentazione della fiaba...
LA TRAVIATA Roma, 18 gennaio 2019. Sofia Coppola e Valentino hanno regalato ancora una...
LA FORZA DEL DESTINO Piacenza, 18 gennaio 2019. Dopo tredici anni di assenza, La forza del destino di...
LA TRAVIATA Milano, 16 gennaio 2019. Al Teatro alla Scala il primo titolo del nuovo anno è La...
UN BALLO IN MASCHERA Parma, 16 gennaio 2019. Nel centenario della morte di Cleofonte Campanini – sotto...
LA CENERENTOLA Padova, 31 dicembre 2018. Padova celebra Rossini chiudendo l’anno con La...
DON GIOVANNI Bologna, 20 dicembre 2018. Il Teatro Comunale di Bologna conclude la Stagione 2018 e...
ATTILA Milano, 18 dicembre 2018. L’opera inaugurale della Stagione del Teatro alla Scala è...
LE NOZZE DI FIGARO Rovigo, 14 dicembre 2018. Ben realizzata, nel suo insieme, la messa in scena del...
RIGOLETTO Roma, 13 dicembre 2018. Dal '500 al 1943 il passo è breve: la stagione 2018-2019...
CARMEN Firenze, 4 dicembre 2018. Dopo solo un anno dal suo debutto, lo spettacolo di Leo...
ELISABETTA AL CASTELLO DI KENILWORTH Bergamo, 30 novembre 2018. Secondo e imperdibile titolo del Donizetti Opera è stato...
MACBETH Venezia, 29 novembre 2018. La stagione lirica 2018-2019 del Teatro La Fenice è stata...
L'ELISIR D'AMORE 24 novembre 2018, Torino. La stagione operistica 2018/19 del Teatro Regio di Torino...
ENRICO DI BORGOGNA Bergamo, novembre e dicembre 2018. Il Donizetti Opera Festival 2018 è stato inaugurato...
FIN DE PARTIE Milano, 22 novembre 2018. Finalmente dopo anni di gestazione e rimandi, dovute a...
MOSÈ IN EGITTO Novara, 18 novembre 2018. Nel centocinquantesimo anniversario della morte di Gioachino...
LA FILLE DU REGIMENT Bologna, 14 novembre 2018. Ripreso al Teatro Comunale l'allestimento ideato da Emilio...
FALSTAFF Como, 11 novembre 2018. Piacevolissimo il Falstaff comasco in scena nel weekend scorso...
NABUCCO Rovigo, 9 novembre 2018. La Stagione Lirica del Teatro Sociale, il quale nel 2019...
LE NOZZE DI FIGARO Roma, 2 novembre 2018. Graham Vick propone una regia del capolavoro mozartiano...
CAPPUCCETTO ROSSO Piacenza, 26 ottobre 2018. Il compositore piacentino Stefano Guagnini, classe...
FALSTAFF Vicenza, 14 ottobre 2018. Felice collaborazione quella tra la Società del Quartetto di...
IL TROVATORE Torino, 13 Ottobre 2018. Una nuova elegante produzione de Il...
MACBETH Parma, 11 e 18 ottobre 2018. L’opera inaugurale del Festival Verdi 2018 è Macbeth...
UN GIORNO DI REGNO Busseto, 3, 10 e 11 ottobre 2018. Seconda opera del Cigno di Busseto e secondo titolo...
DIE ZAUBERFLÖTE Roma, 10 ottobre 2018. Dalla fine del '700 agli anni Venti del '900 il passo è...
TOSCA Cremona, 7 ottobre 2018. Il Teatro Grande di Brescia propone tra le produzioni del...
IL VIAGGIO A REIMS Bergamo, 5 ottobre 2018. La stagione del Circuito Opera Lombardia è iniziata con una...
LE TROUVERE Parma, 4 ottobre 2018. Il Festival Verdi 2018 è l’edizione delle conferme, dalla...
ALI'-BABA' E I QUARANTA LADRONI Milano, 14 settembre 2018. L’annuale allestimento del Teatro alla Scala per il...
POLIDORO (Antonio Lotti) Vicenza, 7 settembre 2018. Fiore all'occhiello del Festival Vicenza in Lirica è stata...
KING ARTHUR Vicenza, 2 settembre 2018. L’annuale manifestazione “Vicenza in Lirica” Visione...
VERDI OPERA NIGHT Verona, 26 agosto 2018. Il 96° Opera Festival all’Arena ha offerto quasi in...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA (cast alternativo) Verona, 24 agosto 2018 (cast alternativo). Le ultime due recite de Il barbiere di...
GLI AMORI D'APOLLO E DAFNE Innsbruck, 23 agosto 2018. Come consuetudine una delle produzioni dell’Innsbruck...
DIDONE ABBANDONATA (Giuseppe Saverio Mercadante) Innsbruck, 14 agosto 2018. L’edizione 2018 de Innsbruckner Festwochen der Alten Musik,...
L'ELISIR D'AMORE Macerata, 10 agosto 2018. La regia "balneare" di Damiano Michieletto non ha fatto...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Pesaro, 10 agosto 2018 (prova generale). L’anniversario celebrativo al Rossini Opera...
ADINA Pesaro, 9 agosto 2018 (prova generale). La seconda opera dell’odierno Rossini Opera...
RICCIARDO E ZORAIDE Pesaro, agosto 2018. Il XXXIX Rossini Opera Festival è sato inaugurato con l'opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA   Verona, 4 agosto 2018. L’opera che ha ottenuto un vero trionfo all’Arena Opera...
IL BARBIERE DI SIVIGLIA Padova, 2 agosto 2018. Come di consueto ad agosto c’è il classico appuntamento con...
MACBETH Firenze, 13 luglio 2018. Il Maestro Riccardo Muti torna al Maggio Musicale Fiorentino...
LA TRAVIATA Roma, 7 luglio 2018. Una Traviata che strizza l'occhio alla Dolce Vita di Federico...
NABUCCO Verona, 7 luglio 2018. Uno spettacolo di successo non si cambia, anzi è riproposto con...
IL PIRATA Milano, giugno e luglio 2018. Dopo oltre sessant’anni di assenza Il pirata di Vincenzo...
TURANDOT Verona, 30 giugno 2018. La terza opera in cartellone al 96° Festival dell’Arena è...
RICHARD III Venezia, 29 giugno 2018. Al Teatro La Fenice, in prima rappresentazione italiana,...
FIDELIO Milano, 28 giugno 2018. Fidelio, opera in due atti di Ludwig van Beethoven, è proposta...
LA BOHÈME Roma, 22 giugno 2018. La rivisitazione in chiave contemporanea del catalano Alex Ollè...
CARMEN Verona, 22 giugno 2018. La 96ª Stagione Lirica all’Arena è stata inaugurata con una...
FIERRABRAS Milano, 15 giugno 2018. Franz Schubert è ricordato giustamente come illustre...
DON CARLO Bologna, 6 giugno 2018. Al Teatro Comunale c’era il clima delle grandi attese per il...
L'INGANNO FELICE Vicenza 1 giugno 2018. La XXVIIª edizione delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico...
LA BATTAGLIA DI LEGNANO Firenze, 25 maggio 2018. L’unica opera scritta da Giuseppe Verdi a favore della causa...
SALOME   Verona, 24 maggio 2018. La programmazione operistica invernale della...
AIDA Milano, 18 maggio 2018. Alla Scala ritorna l’opera Aida nel celebre allestimento del...
NORMA Venezia, 16 maggio 2018. Le tre recite di Norma previste al Teatro Fenice per il mese...
BILLY BUDD Roma, 10 maggio 2018. Per la prima volta in assoluto l'opera di Benjamin Britten...
CARDILLAC Firenze, 9 maggio 2018. L'ottantunesimo maggio Musicale Fiorentino, il più antico...
FRANCESCA DA RIMINI Milano, 2 maggio 2018. La produzione lirica italiana è sterminata, tuttavia negli...
ANNA BOLENA Verona, 4 maggio 2018. Dopo oltre due lustri torna al Teatro Filarmonico Anna Bolena...

Visitatori

Visitatori oggi:82
Visitatori mese:5273
Visitatori anno:78868
Visitatori totali:416006

OperaLibera piace a...