Login

lugo premioCustoza (Verona), 27 giugno 2012. Nella splendida cornice del Parco di Villa Vento si svolta la serata per la consegna del 19° Premio "Giuseppe Lugo" 2012 organizzata dal comm. Giuseppe Pezzini che quest'anno è stato assegnato al tenore Fabio Armiliato.

Il Premio "Giuseppe Lugo" è stato ideato da Giuseppe Pezzini il quale è presidente del comitato e l'attuale proprietario della Villa-Ristorante che fu di armiliatoGiuseppe Lugo, costruita nel 1959, e che porta il nome della sua più famosa canzone. Istituito nel 1994, il premio è stato assegnato a grandi personalità del mondo della lirica quali Placido Domingo, José Carreras, Franco Corelli, Giuseppe Di Stefano, Carlo Bergonzi, Giuseppe Giacomini, Nicola Martinucci, Magda Olivero, Alida Ferrarini, Veriano Lucchetti, Mietta Sighele, Pier Miranda Ferraro, Giacinto Prandelli. Presidente onorario del Comitato è il grande soprano Magda Olivero, il mezzosoprano Adriana Lazzarini riveste la carica di madrina.

ellero d_argnaOgni anno nella cornice delle colline veronesi di Custoza, ove è ubicata Villa Vento, residenza e ristorante che fu del grande tenore cittadino, ogni anno si svolge la consegna del premio cui partecipano vari artisti che si esibiscono in un breve concerto.

Fabio Armiliato, il premiato 2012, si è esibito in un suo cavallo di battaglia "E lucevan le stelle" dalla Tosca di Giacomo Puccini e nella celebre "La mia canzone al vento" elargendo un omaggio al tenore veronese. Con lui si sono esibiti anche altri cantanti del panorama lirico internazionale, alcuni impegnati nella Stagione areniana in corso. Alberto Mastromarino, baritono, si è distinto nell'assolo di Gianni Schicchi di Giacomo Puccini e nel "Credo" dall'Otello verdiano. Francesco Ellero d'Artegna si è apprezzato nell'esecuzione de "Il lacerato spirito" da Simon Boccanegra di Verdi e nella più celebre "Calunnia" da Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini. Con loro anche tre voci femminili. Anna Valdettara particolarmente apprezzata ne'"L'altra notte" da Mefistofele di Arrigo Boito e "La luce langue" dal Macbeth verdiano, Christine Knorren, mezzosoprano, si è esibita nella "Seguidilla" da Carmen di Georges Bizet e nell'aria di Santuzza da Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni. Chiara Bonzagni, soprano, si è mastromarinoesibita in due arie pucciniane, "Signore ascolta" da Turandot e particolarmente veemente nell'esecuzione di "Sola, perduta abbandonata" da Manon Lescaut. Di rilievo l'apporto del maestro al pianoforte Andrea Albertin, presentava la serata Davide Da Como. Il Comitato è già al lavoro per organizzare della prossima edizione del ventennale.

Collega la pagina al tuo social: