Login

Torino, 23 Aprile 2016. Fabio Luisi debutta alla direzione dell'orchestra del Teatro Regio con un programma che spazia tra Anton Bruckner, Luca Lombardi e Alfredo Casella.


Visto da Margherita Panarelli

 

È proprio “Pupazzetti” op.27bis di Alfredo Casella ad aprire il concerto. Cinque brevi brani, definiti musiche per per marionette,  del 1915, originariamente per pianoforte a quattro mani, poi rielaborati per orchestra da camera nel 1920.
Sarcastici, stilizzati e teatralissimi i cinque brani nelle mani di Luisi prendono vita come brevi storie intense e vivide.
Saluta il pubblico soddisfatto Luca Lombardi al termine della prima escuzione in italia del suo "E", concerto per flauto e orchestra, eseguito da Andrea Manco, primo flauto del Teatro alla Scala di Milano. Composto nel 2010 per il celebre flautista svizzero Emmanuel Pahud, "E" si basa su un tema ricavato dal nome del primo flauto dei Berliner Philharmoniker (EAEAHD in notazione letterale, ovvero mi-la-mi-la-si-re). Manco affronta con grande spavalderia il brano: dinamico, vivace, in particolar modo nel primo e nel terzo movimento e a tratti anche lirico e sognante, con un accompagnamento orchestrale arioso e mai soffocante, guidato magistralmente dal direttore genovese.
L'orchestra affronta poi magnificamente la "Sinfonia n. 7 in mi maggiore" di Anton Bruckner e il materiale tematico così ricco e variegato prende forma vividamente e con grande afflato dalla bacchetta di Luisi. Sontuosa, dolente, eroica e struggente: tutto questo è l'esecuzione di questa celeberrima sinfonia da parte dell'Orchestra del Teatro Regio. Un'esecuzione di grande pregio e di forte impatto emotivo.

Locandina

Teatro Regio di Torino - Stagione 2015/2016
Musiche di Alfredo Casella, Luca Lombardi e Anton Bruckner
Interpreti:
Flauto Andrea Manco

Orchestra del Teatro Regio di Torino

Direttore Fabio Luisi

 

Collega la pagina al tuo social: