Login

festival casella  small

Torino, 15 Aprile 2016. Per l'appuntamento del Festival Casella all'Auditorium “Arturo Toscanini” l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai propone un programma interamente dedicato al compositore torinese con Francesco Angelico alla testa dell'orchestra e Domenico Nordio al violino.


Visto da Margherita Panarelli

Francesco Angelico guida l'orchestra nel primo brano del programma: Introduzione, Aria e Toccata op. 55, una composizione di ampio respiro, saldamente ancorata nella tradizione musicale italiana ma di concezione innovativa. Casella la definì “discorsività logica” - “superamento definitivo della forma-sonata beethoveniana” verso un approccio più libero al materiale musicale. La compattezza e la densità del suono orchestrale combinate ad una cantabilità veramente tutta italiana sono la cifra stilistica di questo brano e delle composizioni di Casella in generale. Qui la marzialità della prima parte si distende con un tema dolce e nostalgico, rimbalzato tra varie sezioni e strumenti dell'orchestra, seguito da una sezione tesa e nervosa che si conclude con un unanime celebrazione trionfale.

festival casella  2   small

Protagonista del brano successivo è Domenico Nordio nel Concerto in la minore op. 48 per violino e Orchestra. Composto nel 1928 questo Concerto è dedicato al celebre violinista Szigeti. Casella fu severissimo nei confronti di questa sua composizione, giudicandola debole e troppo propensa a “concessioni verso elementi romantici” ma la ricchezza di contrasti e di idee melodiche lo rende invece molto interessante e Nordio affronta con sicurezza e le insidie anche virtuosistiche del brano. Due cadenze veramente ardue chiudono i primi due movimenti, cangianti e mutevoli in andatura e carattere, interpretate in maniera eccellente da Nordio, anche se forse un poco meccanicamente, ma il violinista veneziano riesce ad infondere al brano qualche effusione più appassionata, in particolare durante il secondo tempo, prima del vivacissimo Rondò finale.
Calorosi applausi salutano l'interpretazione di Domenico Nordio, che concede un bis bachiano al pubblico dell'Auditorium “Arturo Toscanini”

festival casella  3   small

Si conclude con la Sinfonia n. 1 in si minore op. 5 il programma del concerto proposto dall'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai nell'ambito del Festival Alfredo Casella per celebrare il compositore Torinese. Energica e vitale questa prima sinfonia rispecchia il carattere cangiante  delle composizioni di Casella che a Parigi aveva conosciuto i lavori di Mahler e dei russi Borodin, Musorgsij, Rimskij-Korsakov la cui influenza è percepibile in questo lavoro (venne accusato di “eclettismo”, di non avere uno stile proprio, nonostante la sua non possa dirsi imitazione ma assimilazione).   
Splendida l'interpretazione dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta con verve e grande attenzione ai contrasti e alle dinamiche da Francesco Angelico, giovane direttore dalla carriera ormai già più che solo promettente e dalla sensibilità raffinata.

Locandina

Auditorium "Arturo Toscanini" della Rai di Torino - Stagione 2015/2016
FESTIVAL ALFREDO CASELLA - Casella Sinfonico

Musica di Alfredo Casella
Interpreti:
Domenico Nordio violino

Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai

Direttore Francesco Angelico

 

FOTO DI PiùLuce cortesia dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai

Collega la pagina al tuo social: