Login

vilirica 1

Vicenza, 23 giugno 2016. Abbiamo incontrato Andrea Castello, fondatore dell’Associazione Concetto Armonico e ideatore del Festival Vicenza in Lirica, giunto quest’anno alla 4ª Edizione che si svolgerà dal 27 agosto al 10 settembre prossimo.

{tabs type=tabs}
{tab title=Visto da Lukas Franceschini}

Andrea cosa ci puoi annunciare del prossimo Festival?
Come di consueto il programma del Festival si svolge in due settimane. Anche in questa edizione uno dei nostri principali obiettivi è organizzare un Corso di Perfezionamento per cantanti lirici tenuti da due grandi artisti internazionali come Bernadette Manca di Nissa e Juan Pons, i quali avranno la possibilità di mettere a disposizione di giovani cantanti la loro esperienza e i loro suggerimenti. Alle masterclass, che sarà limitata a circa dieci allievi, possono iscriversi cantanti di qualunque paese e senza limiti d’età. Inoltre mi preme rilevare che è possibile assistere alle lezioni come solo ascoltatori per tutta la durata delle sessioni dal martedì al sabato.
In quale luogo della città si svolgeranno le masterclass?
La sede sarà l’affascinante Palazzo Leoni Montanari, situato a pochi passi dal Teatro Olimpico, il quale sarà anche sede del Concerto Finale degli allievi e della rappresentazione in forma scenica dell’opera di Giovanni Battista Pergolesi La serva padrona, che si allestirà nel cortile del Palazzo il giorno 8 settembre in concomitanza con la festa patronale della città. Il ruolo di Uberto sarà interpretato da un cantante selezionato al Concorso per cantanti lirici di Sarzana che si svolgerà il prossimo mese di luglio.
… tornando alla programmazione…
Il 28 agosto al teatro Olimpico allestiremo un concerto-spettacolo intitolato “Shakespeare e Da Porto – Lirica d’amore”. Alla realizzazione parteciperanno due voci liriche (una scelta dal Concorso Lirico di Sarzana), due ballerini del Royal Ballet di Londra, il solista Fernando Montano e cast 2la prima ballerina Roberta Marquez, il contralto Victoria Lyamina, la voce recitante di Simona Marchini e un trio solistico strumentale Natalia Kukleva (pianoforte), Enrico Balboni (violino) e Gianluca Saccari (violoncello). Presenta la serata il critico musicale Sabino Lenoci.
Lo spettacolo è creato in omaggio a Shakespeare nel 400° anniversario della morte, e tutto il programma si svilupperà su testi e opere tratte da soggetti del Bardo.
Ho visto che ci sarà anche un’esecuzione molto peculiare come il Vespro della Beata Vergine di Claudio Monteverdi…
…infatti, il 7 settembre al Teatro Olimpico sarà eseguito questo meraviglioso spartito con la partecipazione della Schola San Rocco di Vicenza, i solisti Giulia Bolcato, Giovanna Damian, Andrea Gavagnin, Massim Altieri, Alberto Allegrezza, Enrico Imbalzano, Fulvio Fonzi e Lugi Marasca, maestro direttore e concertatore sarà Francesco Erle. Lo stesso Erle ha scelto cinque-sei strumenti originali che arriveranno dall’estero, poiché a livello internazionale sono difficili da recuperare. Il 30 agosto, sempre al Teatro Olimpico si terrà la conferenza “Dialoghi musicali con Giancarlo Landini”, noto vociologo e critico musicale, il quale con la partecipazione del direttore, fornirà una guida all’ascolto sia per pubblico esperto che voglia approfondire le proprie conoscenze sia per persone che si avvicinano a questo repertorio di non facile esecuzione e programmazione. Ritengo che le conferenze di presentazione siano un utilissimo strumento per il pubblico, atto a introdurre in maniera più specifica all’ascolto.
A fianco di questi eventi così importanti, cos’altro avete in programmazione?
Un evento molto importante sarà LaudaIncanto che si terrà il 27 agosto al Tempio di Santa Corona, nel quale Frate Alessandro eseguirò Laudi Medievali e la Schola Poliphonica di Monte Berico canterà brani di musica sacra contemporanea tra cui un estratto da “Requiem per i Caduti della Grande Guerra”.
Altro concerto importante il 2 settembre “Serenissima Harmonia d’Affetti” nel quale si eseguiranno musiche barocche di Ligrenzi, Marini, Bertali e Vivaldi, un viaggio musicale tra ‘600 e ‘700 nelle terre dei Dogi in virtuosismi strumentali e armonie canore.
Il 4 settembre nella Chiesa Parrocchiale di S. Gaetano si terrà un concerto sulla grande tradizione della musica sacra veneziana, esecutori saranno l’Ensemble i Musicali Affetti con Fabio Missaggia (violino di concerto) e il soprano Elena Bertuzzi.
Concetto Armonico ha iniziato pure una collaborazione con le istituzioni musicali, come i Conservatori…
… certo! E in particolare vorrei segnalare la serata del 6 settembre quando nell’Odeo del Teatro Olimpico ci sarà un Concerto Lirico con gli allievi del Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza su musiche di G. Donizetti, V. Bellini, W. A. Mozart e G. Verdi, accompagnati al pianoforte da Giovanni Verona. Ritengo che una costruttiva collaborazione con i conservatori sia fonte di nuova energia per i giovani che vogliono intraprendere studio img 2055ed esperienze concertistiche, la formazione sia un punto imprescindibile, come lo è la collaborazione con l’istituto cittadino, ma anche con quello di Milano…
… ho notato che sarà presente nell’ultimo concerto della rassegna.
Si! Gli ultimi due concerti sono delle peculiari esecuzioni musicali. Il 9 settembre ci sarà il concerto “Promenade Sentimentale” un viaggio nella musica francese da Luigi XIV alla Belle Époque con protagonista il contralto Victoria Lyamina accompagnata al pianoforte Natalia Kulkeva, l’incasso sarà a sostegno delle classi di canto del Festival. Per tornare alla collaborazione con i conservatori avremo la presenza dell’Ensemble strumentale del Conservatorio “G. Verdi” di Milano nell’ultimo appuntamento del Festival, il quale s’intitola “Des Knaben Wunderhorn. Il corno meraviglioso del fanciullo” su musiche di R. Schumann, J. Brahms e G. Mahler e poesie di Arnim e Brentano. Un gruppo di cantanti si immergerà nel fantastico mondo liederistico, direttori saranno Azzurra Steri e Xinqi Chen.
Deduco che questo Festival sarà un viaggio a 360° nel mondo della musica e del canto?
Esatto, abbiamo voluto dare un carattere universale alle notre, che è insito nella musica stessa. Mi preme aggiungere che abbiamo avuto il sostegno attivo delle istituzioni locali e anche un appoggio volontario di altre realtà cittadine e regionali che mi ha molto lusingato, l’interesse che Vicenza in Lirica ha suscitato in questi anni è davvero importante e tale aspetto ci esorta a fare sempre di più. Voglio annunciare che per il prossimo anno realizzeremo l’opera Orfeo di Claudio Monteverdi al Teatro Olimpico, è un’anticipazione. Altra cosa che mi preme rilevare è che dovrebbe esserci più comunicazione tra i direttori artistici di queste manifestazioni, cosa che attualmente è molto precaria, ma spero vivamente in un prossimo futuro di maggiore sinergia per offrire al pubblico programmi variegati in momenti differenzianti dell’anno.

 

Ringraziamo Andrea Castello per la cortese intervista del prossimo Vicenza in Lirica ricordando che informazioni più dettagliate e prenotazione biglietti si possono effettuare consultando il sito www.vicenzainlirica.it


 

Collega la pagina al tuo social:

Politica culturale

VICENZA IN LIRICA 2016 - INTERVISTA AD ANDREA CASTELLO Vicenza, 23 giugno 2016. Abbiamo incontrato Andrea Castello,...
INTERVISTA A STEFANO GUAGNINI Piacenza, gennaio 2016. Stefano Guagnini, venticinquenne...
INTERVISTA AD ANDREA CASTELLO - VICENZA IN LIRICA 2015 Vicenza, maggio 2015. Abbiamo incontrato nella splendida città...
INTERVISTA A DANIEL SHER Correggio (Reggio Emilia), aprile 2013. Durante le prove...
INTERVISTA A CRISTINA FERRARI Piacenza, 30 novembre 2012. Già molto amata dal pubblico...
Intervista a Gianfranco Mariotti Pesaro, 3 marzo 2010 L’idea di riscoprire l’opera omnia di...

Visitatori

Visitatori oggi:293
Visitatori mese:8013
Visitatori anno:100331
Visitatori totali:190739

OperaLibera piace a...