Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/system/phpimageeditor/phpimageeditor.php on line 87
ALIENATI

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

IMG 1060Novara, 20 aprile 2020. Il Teatro Coccia di Novara presenta “Alienati”, la prima Opera Smart Working.

{tabs type=tabs}
{tab title=Scritto da Marco Faverzani | Giorgio Panigati}

Il Teatro Coccia di Novara cerca di reagire al blocco che ha coinvolto anche tutto il mondo della lirica: se il coronavirus è un pericolo ancora reale e tangibile ed il sipario sarà ancora chiuso in sala per lungo tempo, una risposta può venire dalla tecnologia e da internet. Questa mattina Corinne Baroni direttore del teatro, insieme al regista Roberto Recchia e a parte del cast, ha presentato quella che sarà una piccola rivoluzione digitale. L’idea è quella di affidare a cinque compositori (Federico Biscione, Alberto Cara, Cristian Carrara, Federico Gon e Marco Taralli),in tempi record, un’opera contemporanea, che si snoda però in numeri classici (sinfonia, arie e duetti). La vicenda vede i protagonisti costretti a stare in casa per una incombente minaccia, non il covid-19, ma un possibile attacco alieno. La particolarità di questo nuovo lavoro, che sarà fruibile da tutti gratuitamente su internet, tramite il sito del teatro, è che l’evoluzione della trama verrà decisa via via dallo spettatore con una serie di scelte a bivio, esperimento già tentato nel mondo del cinema e del teatro di prosa ma mai nella lirica. Ancora da definire nel dettaglio alcuni aspetti tecnici e alcune problematiche che i tempi e le tecnologie impongono ma si guarda ad un debutto nel mese di maggio. La curiosità è molta, soprattutto se consideriamo  i nomi coinvolti:  Alfonso Antoniozzi, Daniela Barcellona, Nicola Ulivieri, Barbara Frittoli, Davinia Rodriguez, Sofia Frizza, Luciano Ganci, Giorgia Serracchiani, e Roberto De Candia. Una idea curiosa e particolare quindi, un gesto lodevole che vuole cercare una ripartenza seppure ancora virtuale.

{/tab}

 

{/tabs}