Login
4Vassallo

Nell’ambito del Festival Verdi 2019 incontriamo Franco Vassallo, baritono di fama internazionale, impegnato in questi giorni a Parma nella nuova messa in scena di Luisa Miller. 

Sig. Vassallo, Lei ha avuto modo di spaziare sino ad oggi nei repertori più diversi, dal belcanto al verismo riscuotendo un ottimo successo di pubblico e di critica. Ritiene che la sua vocalità trovi il suo terreno di elezioni in un compositore in particolare? Qualche rimpianto o qualche performance che le è rimasta particolarmente nel cuore? 
Il compositore che sento più vicino alla mia voce è Giuseppe Verdi, peraltro il compositore d’elezione della vocalità baritonale, che ne esalta al massimo le possibilità espressive. Ma devo dire che la mia voce ama tutti i compositori che interpreto, tra l'altro tutti giganti del melodramma, ognuno con le sue peculiarità uniche; soprattutto Rossini con la sua1Vassallo gioia luminosissima, Bellini, olimpico e lirico come nessun altro, Donizetti, maestro di stile e precursore di Verdi e Puccini, suo indubbio erede.
Verdi e le figure baritonali: rappresentano padri affettuosi e coraggiosi, talvolta innamorati gelosi ed altre volte ancora truci tiranni o guerrieri. È possibile individuare un filo conduttore tra questi personaggi verdiani? Quali sono le caratteristiche peculiari del baritono verdiano sia sotto il profilo interpretativo sia sotto il profilo vocale?
 
Che siano indirizzati verso scopi positivi piuttosto che negativi, direi che i tratti distintivi del baritono verdiano sono l’energia e la concretezza dell’uomo, principalmente dell’uomo di mezza età, ma a volte anche del giovane (come il conte di Luna nel Trovatore o Re Carlo nell’Ernani) e dell’anziano (come l’ottuagenario Doge Francesco Foscari nei Due Foscari). Ma se giovane o giovanissimo ha già in se quell’energia e quella concretezza che lo porta a voler combattere per i suoi ideali senza mai arrendersi, se invece è anziano o molto anziano, come appunto nel caso del Doge veneziano, ha ancora in se quella forza che non l’ha abbandonato. Può avere momenti di sogno ed essere idealista, ma ha i piedi sempre saldamente piantati per terra (...a differenza del tenore)!
2VassalloSpesso le figure baritonali appartengono a nobili stirpi, abbiamo letto, in una recente intervista, delle sue origini nobiliari. Le è stato utile in qualche modo questo suo retaggio nelle sue interpretazioni? 
Sì, per quello che riguarda l’attaccamento alle tradizioni e al lustro del blasone, presenti in molti personaggi, le storie e le vicende dei miei avi mi hanno ispirato.
Questa ispirazione però si colora di tonalità diverse, a seconda della natura del personaggio e delle vicende a lui legate.
Pensiamo all’idealismo del Marchese di Posa nel Don Carlo, che sento essere la traslazione in ambito pubblico del retaggio familiare di una nobiltà vissuta nel senso più alto del termine, nel voler liberare ed innalzare le genti al di sopra delle miserevoli condizioni imposte loro dal giogo del potere; e per ottenere questo essere disposto all’estremo sacrificio. Un novello Prometeo!
Mentre in Don Carlo di Vargas, l’antieroe de ‘la forza del destino’, il retaggio ed il lustro del blasone di famiglia diventano la terribile condanna che lo trasformano in uno spietato giustiziere che deve attuare una vendetta implacabile e3Vassallo inappellabile, senza più alcun diritto di poter vivere una vita sua propria, ma ridotto a mero strumento di morte dal fantasma di suo padre, il Marchese di Calatrava. Figura tristissima il cui destino mi ha sempre profondamente commosso.
Infine pensiamo ad un altro grandissimo personaggio verdiano, Sir John Falstaff, in cui vediamo il lato comico della prosopopea nobiliare, col blasone ridotto al tappeto sotto cui far sparire la molta polvere di grandi inadeguatezze interiori e di inconfessabili ingordigie! 
Se avesse la possibilità di fare un viaggio nel tempo e prendere un caffè con Giuseppe Verdi: da cantante, che consigli potrebbe dare al compositore o quali insegnamenti vorrebbe ricevere?


Eheheh, consigli a Verdi?! Sicuramente penderei dalle sue labbra e gli chiederei ragguagli su tutti gli effetti scenici e vocali che si aspettava nei vari punti delle sue opere. Anche se bisogna osservare che analizzando bene le sue partiture si trova scritto tutto; dinamiche, intenzioni, colori…certo però il poterlo sentire dalla sua viva voce mi emoziona al solo pensiero!
Il confronto con le nuove generazioni. Qual è il messaggio che potrebbe trasmettere ad un giovane cantante relativamente all’intenzione verdiana?
5VassalloIl bello del messaggio verdiano è che, essendo così strettamente correlato all’essere umano ed a tutto lo spettro delle sue emozioni, è senza tempo, alla stregua di quello dei più grandi drammaturghi di ogni epoca. Quindi direi al giovane cantante di approcciarsi alle partiture verdiane riconoscendole per quello che sono, cioè come una sorgente di immediatezza, forza e verità, di interiorizzare queste qualità e di manifestarle sul palcoscenico perché possano irradiarsi sul pubblico.
 

 

Collega la pagina al tuo social:

Cantanti

Previous Next
ANDREA CARÈ: LA MIA ESPERIENZA CON COVID19 Maggio 2020. Operalibera intervista il tenore torinese Andrea Carè.
INTERVISTA AD ADRIANA DAMATO 13 Aprile 2020. Intervista ad Adriana Damato, soprano di...
INTERVISTA A SILVIA BELTRAMI E A MARCO FILIPPO ROMANO Aprile 2020. Abbiamo il piacere di incontrare virtualmente il...
CORONAVIRUS: gli interpreti della lirica condividono a cuore aperto le loro riflessioni 3 aprile 2020. Tutto il mondo sta attraversando una situazione...
INTERVISTA AD ANNA MARIA CHIURI Aprile 2020. Intervista a Anna Maria...
INTERVISTA A DéSIRéE RANCATORE Marzo 2020. Intervista a Désirée Rancatore, soprano di fama...
INTERVISTA A OLGA PERETYATKO Montecarlo, novembre 2019. In occasione della nuova...
INTERVISTA A FABIO ARMILIATO Genova, 16 febbraio 2020. In occasione della produzione...
INTERVISTA A MARIANGELA SICILIA: “CHE EMOZIONE IL MIO DEBUTTO BELLINIANO” Pochi minuti dopo la prima recita di giovedì 23 gennaio 2020 de "I...
INTERVISTA A FRANCO VASSALLO Nell’ambito del Festival Verdi 2019 incontriamo Franco Vassallo,...
INTERVISTA A SAIOA HERNÁNDEZ In occasione della nuova produzione di Nabucco all’interno del...
INTERVISTA A MARIELLA DEVIA Parma, 10 ottobre 2019. Non è facile intervistare un mito della...
INTERVISTA A MARTA CALCATERRA Novara, 8 ottobre 2019. Incontriamo il soprano Marta Calcaterra,...
INTERVISTA AL MEZZOSOPRANO BEATRICE MEZZANOTTE, IN SCENA AD ANCONA CON "LA TRAVIATA" Ancona, 18 settembre 2019. Il Teatro delle Muse di Ancona sta per...
INTERVISTA A CLAUDIA PAVONE, PROTAGONISTA AL PALLADIUM E AL COSTANZI DI ROMA Roma, 18 gennaio 2019. OperaLibera ha rivolto alcune domande a...
Intervista a MARIA JOSE' SIRI Milano 27 aprile 2018. Incontro la signora Maria José Siri in...
INTERVISTA A LUCA PISARONI Pesaro, agosto 2017. Internazionalmente conosciuto per essere...
INTERVISTA A PAOLO FANALE Marzo 2015. Già dal suo debutto nel 2007 frequenta i teatri...
INTERVISTA A DAVID ALEGRET Ferrara, febbraio 2015. Attualmente considerato uno dei...
Intervista a Carlo Colombara: Il canto mi ha riempito la vita ma mi piace anche recitare Catania, 2 dicembre 2014. Incontro il basso Carlo Colombara in...
INTERVISTA A JESSICA PRATT Pesaro, 24 agosto 2014. Reduce dal recente successo pesarese...
Intervista a Roberto Alagna: Otello risponde ai fans Orange, 26 luglio 2014. (Following French and English...
INTERVISTA A ROBERTO TAGLIAVINI Parma, 23 aprile 2014. Da dieci anni presente sulle scene dei...
INTERVISTA A CELSO ALBELO 5 agosto 2013. Considerato uno dei migliori tenori dell’attuale...
INTERVISTA A MICHAEL SPYRES 3 luglio 2012. Nel repertorio del tenore americano Michael...
INTERVISTA AD AMARILLI NIZZA Roma, 1 gennaio 2013. Interprete appassionata e sanguigna, votata...
INTERVISTA A SILVIA DALLA BENETTA Vicenza, 13 luglio 2012. Silvia Dalla Benetta, venti anni di...
Intervista a Guanqun Yu Parma, 26 marzo 2012. Rivelazione del Festival Verdi 2011, Guanqun...
Intervista a Désirée Rancatore Torino, 18 marzo 2012. Assente dal 2009 dal palcoscenico del...
Intervista ad Alberto Gazale Parma, 25 gennaio 2011. Più volte definito dalla critica “il...
Intervista a Maria José Montiel Milano, 30 dicembre 2011. Il mezzosoprano madrileno María José...
Intervista a Daniela Barcellona Abbiamo incontrato a Milano presso la sede della casa discografica...
Intervista a Carlo Colombara Bergamo, 12 novembre 2010. Carlo Colombara è oggi ritenuto una...
Intervista a Giovanni Battista Parodi Busseto, 7 ottobre 2010. “Verdi è un autore che adoro,...
Intervista a Daniela Dessì e Fabio Armiliato Parma, 5 ottobre 2010. La coppia più amata del mondo della lirica...
Intervista a Marco Spotti Parma, 1 settembre 2010.  “Sono sempre stato aperto a nuove...
Intervista a Marco Berti A Coruña, 29 agosto 2010. Considerato uno dei più importanti...
Intervista a Michele Pertusi Parma, 4 maggio 2010 “Giuseppe Verdi è il compositore più...

Visitatori

Visitatori oggi:406
Visitatori mese:1575
Visitatori anno:94546
Visitatori totali:599898

OperaLibera piace a...