Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/system/phpimageeditor/phpimageeditor.php on line 87
 Approfondimenti

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Leggi tutto...Una delle tante opere dimenticate venne rappresentata per la prima volta il 17 giugno del 1818, quasi duecento anni fa: si tratta de Il Lupo di Ostenda ossia L'innocenza salvata dalla colpa, un'opera semiseria in due atti di Nicola Vaccai su libretto di Bartolomeo Merelli. È un altro nome che magari non dice nulla, ma che in realtà in quel lontano mercoledì ottenne un buon successo al Teatro San Benedetto di Venezia, lo stesso che molti anni dopo avrebbe sancito il riscatto della Traviata di Verdi. Anche di Vaccai si tende a parlare molto poco, in particolare per il suo lavoro più riuscito, Giulietta e Romeo, ma anche il resto della sua produzione lirica merita di essere approfondito. Dunque, questa ricorrenza è l'occasione per conoscere più da vicino quello che è stato considerato come l'ultimo rappresentante della scuola musicale napoletana.

Leggi tutto...Non c'è forse un titolo più giusto, liberamente ispirato dal Ballo in maschera di Giuseppe Verdi, per descrivere gli incidenti più imbarazzanti che hanno caratterizzato la storia delle rappresentazioni liriche. Errori, cadute e dispetti che hanno fatto divertire, ma anche spaventare il pubblico di melomani. È un racconto trasversale e che parte dall'epoca d'oro per l'opera, l'Ottocento, e arriva fino ai giorni nostri. Forse l'episodio più eclatante è quello che ha a che fare con uno dei capolavori di Gioachino Rossini, il Barbiere di Siviglia.

Leggi tutto...Non se ne parla mai come si dovrebbe, ma la musica di Giuseppe Verdi ha fornito un contributo essenziale al balletto: sono cinque le opere del compositore emiliano che meritano di essere approfondire per comprendere quanto le sue note abbiano influito sulla evoluzione delle coreografie in questione, vale a dire Jérusalem, Macbeth, I Vespri Siciliani, Aida e Otello. È proprio in questi melodrammi, infatti, che si possono apprezzare dei ballabili di pregevole fattura, ancora oggi molto graditi dai ballerini di tutto il mondo.

Leggi tutto...L'Ottocento operistico ha visto brillare a intermittenza la creatività di due fratelli napoletani, Luigi e Federico Ricci: i loro nomi sono ben incastonati nel firmamento della lirica soprattutto per un lavoro, l'opera buffa Crispino e la comare, una collaborazione davvero ben riuscita e che si avvalse anche di uno dei migliori librettisti di quel momento, Francesco Maria Piave (l'autore di molti libretti verdiani, tra cui La Traviata, Rigoletto e La forza del destino). Ma le loro vite e le loro esperienze meritano di essere approfondite e fatte conoscere. Il maggiore dei due era Luigi, nato nel 1805, quattro anni prima di Federico. Le loro quattro mani, inoltre, riuscirono a creare ben quattro opere.

OperaLibera piace a...