Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/system/phpimageeditor/phpimageeditor.php on line 87
 Approfondimenti

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Leggi tutto...Il 26 agosto del 1724, quindi quasi tre secoli fa (288 anni fa per la precisione), andava in scena per la prima volta in assoluto al Teatro dei Fiorentini di Napoli "Lo pazzo apposta": si tratta di una commedia per musica in tre atti che venne messa in musica dal compositore Leonardo Leo su libretto di Francesco Oliva. Questa opera comica rappresenta uno dei tanti capisaldi della celebre scuola napoletana del XVIII secolo, un lavoro che è finito nel dimenticatoio della lirica e che sembra essere apprezzato solamente dai veri cultori dei libretti in lingua partenopea. Cerchiamo, dunque, di capire quali sono le caratteristiche e le potenzialità di tale opera.

Leggi tutto...Invidia? Sfrontatezza? Oppure, semplicemente, il trionfo dell'autostima? Si possono individuare varie chiavi di lettura per quel che riguarda la sfida lanciata nel 1876 dal compositore marchigiano Vincenzo Sassaroli niente di meno che a un gigante come Giuseppe Verdi. Si tratta di uno degli episodi più curiosi che fanno da contorno a una delle più celebri opere del maestro bussetano, l'Aida. Che cosa successe di preciso? Per raccontare questa vicenda, occorre inquadrare meglio il contesto storico. È il 24 dicembre del 1871 quando al Cairo viene data la prima, trionfale rappresentazione dell'opera verdiana, un lavoro che farà il giro del mondo, a partire dall'ancor più accurata e importante "prima" italiana, alla Scala di Milano nel febbraio del 1872. Ebbene, il consenso di pubblico e di critica nei confronti dell'ultima fatica di Verdi fu pressoché unanime, nonostante qualche voce fuori dal coro.

Leggi tutto...Londra, 22 luglio 1847: sono questi la data e il luogo scelti per la prima rappresentazione dei Masnadieri, l'undicesima fatica di Giuseppe Verdi. Il compositore emiliano si affida dunque all'Her Majesty's Theatre, una piazza non certo facile, ma il richiamo britannico fu troppo forte per il bussetano. Proprio oggi ricorrono i 165 anni di quest'opera che ancora divide critici e appassionati della lirica. Come la si può inquadrare esattamente? Il resoconto di quella prima serata è stato fatto in termini entusiastici ed esaltanti, anche perché gran parte dei racconti sono quelli relativi alla penna di Emanuele Muzio, allievo e protegé di Verdi, il quale era solito riferire al benefattore di quest'ultimo, Antonio Barezzi, tutti i dettagli delle avventure del maestro.

Leggi tutto...Sulla vita e sulle composizioni di Giuseppe Verdi circolano numerosissime leggende, quindi spesso è difficile distinguere il vero da quello che è stato magari inventato e abbellito per rendere più attraente la biografia: anche su una delle sue opere degli "anni di galera", la Giovanna D'Arco, esiste un racconto di cui si è spesso discusso in merito proprio alla veridicità. Verdi sta infatti tornando da Roma, città in cui ha rappresentato pochi giorni prima I due Foscari. È il 7 novembre del 1844 e il viaggio in carrozza da Roma a Milano si rivelò più difficile del previsto a causa delle condizioni atmosferiche.

OperaLibera piace a...