Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/system/phpimageeditor/phpimageeditor.php on line 87
 Approfondimenti

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.operalibera.net/home/joomla/plugins/content/multithumb/multithumb.php on line 1636

Leggi tutto...Era il lontano 16 settembre del 1810, esattamente centodue anni fa, quando al Teatro San Moisè di Venezia veniva data la prima rappresentazione di Adelina, melodramma sentimentale in un atto del compositore Pietro Generali su libretto di Gaetano Rossi. La farsa in questione ha poi assunto altre denominazioni alternative, come Luisina, Luigina, Luisetta e perfino L'amore eterno, ma resta pur sempre una testimonianza importante delle capacità del maestro romano. Chi era Generali e per quale motivo si sente parlare così poco di questa come di molte altre sue opere liriche? Alcuni cenni biografici possono aiutare a capire meglio il tutto.

Leggi tutto...Scènes de la vie de bohème: è questo il nome della raccolta di racconti di Henri Murger che ispirò due tra i massimi compositori operistici italiani, Giacomo Puccini e Ruggero Leoncavallo. Si tratta di storie molto brevi e con un filo narrativo che dai più viene definito debole, ma comunque avvincente. La prima pubblicazione assoluta avvenne su "Le Corsair-Satan", un periodico francese che andava piuttosto di moda verso la fine degli anni Quaranta dell'800. Il soggetto in questione, comunque, cominciò a conoscere una sfortuna smisurata dopo la rappresentazione del dramma "La vie de bohème", un lavoro popolare e molto apprezzato dal pubblico. Tra questo pubblico, inoltre, Puccini e Leoncavallo furono colpiti dalla trama, tanto da pensare entrambi a una messa in musica.

Leggi tutto...Prima ci ha pensato lo scrittore russo Aleksandr Puskin con la sua piccola tragedia "Mozart e Salieri" nel 1830 (a sua volta messa in musica, poi, da Nikolaj Rimskij-Korsakov), poi il celebre film Amadeus di Milos Forman, il quale conquistò addirittura otto premi Oscar. Sono questi due i principali "responsabili" della leggenda sulla rivalità tra Wolfgang Amadeus Mozart e Antonio Salieri. I fatti storici sono andati davvero come raccontato dall'opera teatrale e da quella cinematografica, con un Salieri invidioso del rivale fino al punto di provocarne la morte? Certo, le due tesi che vengono sostenute con molta convinzione da Puskin e Forman hanno un impatto forte, ma tutto deve essere fatto rientrare nei confini di una semplice leggenda alimentata da più fonti.

Leggi tutto...Ruggero Leoncavallo è universalmente riconosciuto come compositore per la sua celebre opera in un atto Pagliacci e per la romanza Mattinata: e il resto? Composizioni come Chatterton, Zazà e I Medici non sono riusciti a far breccia nel cuore di tutti gli appassionati della lirica, anzi i cartelloni dei teatri sembrano proprio essersi dimenticati di loro. Eppure, non si tratta di musica da disdegnare e un esempio interessante ci viene offerto da un'operetta di cui proprio oggi ricorrono i novantasei anni dalla prima rappresentazione. Il 2 settembre del 1916, infatti, rappresenta la data della première di Prestami tua moglie, operetta in tre atti del maestro napoletano e su libretto di Egisto Edmondo Corradi. Perché questo lavoro è stato dimenticato?

OperaLibera piace a...